Satanismo Calibro 9 – 20/01/2017 Circolo Colony (Brescia)

È giusto precisare subito una cosa: la serata a cui ho assistito e che ha visto la partecipazione dei Satanismo Calibro 9 era ben più affollata, ma fra l’arrivo in leggero ritardo, un’inopportuna telefonata serale e la necessità di rincasare a orari decenti causa impegni lavorativi la mattina successiva, l’unica esibizione che ho potuto seguire per intero è stata proprio la loro. Poco male, erano per me la maggior attrattiva, ma per dovere di cronaca accennerò che in apertura si sono esibiti i locali Maze Of Sothoth, death metal tecnico ben congegnato a livello di scrittura e altrettanto ben suonato ma satanismo calibro 9 live BS 001che mi annoia dopo poco a causa dell’idiosincrasia nei confronti del genere e successivamente è toccato ai Fuoco Fatuo con alla loro insostenibile pesantezza e lentezza dell’essere che mi perdo quasi interamente a causa della suddetta telefonata. I Satanismo Calibro 9 dunque. Col loro arrivo tutto muta: il palco è spogliato da aste di microfoni e batteria e addobbato con strumenti meno convenzionali (almeno a queste latitudini), oggetti dei quali al momento è difficile indovinare l’uso, candele. I tre sono accovacciati su un’unica fila così come il pubblico, allineato lungo le transenne, pubblico tra l’altro nemmeno troppo esiguo, almeno in percentuale rispetto a una serata non affollatissima. Quello a cui assisteremo è un concerto dai toni quasi soffusi, cadenze lente, voci gravi e recitate, occasionali rumori che increspano la coltre di suono: si ricalcano le atmosfere del recente Kymah Rising. È dunque forse più corretto parlare di una celebrazione che Lorenzo Abattoir, al centro della scena, officia senza gesti evidenti ma catalizzando l’attenzione sulla sua figura, dando spesso le spalle al pubblico e spostandosi, coperto da un saio scuro, con movenze quasi ferine. Ai lati i compagni si concentrano sulla musica, Gnosis sulla sinistra austeramente concentrato sui macchinari, Pery sulla destra a dividersi fra strumenti, organi d’animali percossi (questo mi dicono dalla regia) e bacili infuocati. L’atmosfera è davvero maggiormente vicina a quella di un rituale che a un concerto post-industrial e il pubblico più prossimo e attento si viene a trovare in una situazione di tempo satanismo calibro 9 live BS 002sospeso, osservando in religioso (ops…) silenzio i gesti che si compiono sotto alle luci scarlatte del palco. Sembra impossibile che, data l’intensità del tutto, non si assista all’apparizione di qualche antica divinità anche se qualche effluvio di magia sessuale deve giungere se il curioso tipo concio come Pete Doherty alla mia destra – che finora si è limitato a qualche sparuta bestemmia e a lamentarsi delle troppe luci – prende di punto in bianco a limonare con la sua compagna e continua così fino alla fine del concerto, fine segnata dalla morte del microfono di Abbatoir che permette solo a chi è nelle vicinanze di udire le ultime formule della serata. Ci risintonizziamo col tempo presente ed è già l’ora di andare, senza troppi rimpianti da parte mia sentite le prime note dei Grave Miasma: la mia repulsione per il death metal colpisce ancora. Tuttavia, al di là di quelli che possono essere i miei gusti personali, la commistione fra certe frange del metal e il post-industrial, che auspicavo già in occasione dei report dal X Congresso post-Industriale, ha funzionato ed è certamente un esperimento da ripetere.

Foto di Claudio Frassine

Tagged under: , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 16 (05/02/15)

Per la puntata numero sedici della terza stagione di The Sodapop Fizz Emiliano e Stefano ospitano in trasmissione Andrea Serrapiglio…

09 Feb 2015 Podcasts

Read more

Squarcicatrici - s/t (Wallace-Burp-etc, 2009)

Ecco il ritorno di Jacopo Andreini, non che se ne fosse mai andato in verità, infatti ha sempre continuato a…

03 Nov 2009 Reviews

Read more

Luther Blissett – Bloody Sound (Bloody Sound Fucktory/Eclectic Polpo/Brigadisco et…

Secondo lavoro per la interessante formazione bolognese dei Luther Blissett che ritorna dopo qualche rimaneggiamento tra le sue fila: perso…

18 Oct 2011 Reviews

Read more

Boredoms + Kes Band + Bum Creek - 09/10/10 The…

Arriviamo perfettamente in orario alla serata più "in" del mese al Melbourne festival: alla mezzanotte sarà il 10/10/10 e il…

03 Sep 2010 Live

Read more

Riga - Escapism (Chew-Z, 2011)

Ero curioso di sentire questo disco dei Riga e non mi ha lasciato con l'amaro in bocca. C'erano varie ragioni…

07 May 2011 Reviews

Read more

Luigi Milani - Rockstar (Lulu, 2006)

Prendiamo la storia di una veejay disgustata dal suo lavoro su Mtv, il cantante di un gruppo grunge morto tragicamente…

16 Jun 2007 Reviews

Read more

Heroin in Tahiti - Peplum (Yerevan Tapes, 2014)

Tornano con un 7" i romani Heroin In Tahiti e tornano pure quelle atmosfere "psichedelizziottesche" di borgata che tanto…

07 May 2014 Reviews

Read more

Fozzy - All That Remains (SPV/Steamhammer, 2005)

Finalmente una band programmaticamente perfetta: Fozzy! Un poco Fonzie e un poco Ozzy, la sintesi insomma della miglior tradizione americana:…

15 Aug 2006 Reviews

Read more

3eem - Matilda (White Label Music, 2008)

Dopo un CD ed un 7" su Small Voices, i 3eem pubblicano adesso in UK per la label di un…

15 Apr 2008 Reviews

Read more

Sneers - For Our Soul, Uplifting Lights To Shine As…

Non sappiamo se Maria Greta Pizza e Leonardo Oreste Stefanelli, che compongono questo duo formatosi, come spesso capita, a Berlino,…

18 Dec 2013 Reviews

Read more

Gli Imperdibili - Vado A Vivere Da Solo (Autoprodotto, 2014)

"Scusa Diego ma a volte mi interrogo sui tuoi gusti". Forse ha ragione Andrea: ascolto musica di merda. Non mi…

07 Jul 2014 Reviews

Read more

Mastice – Crepa (Hellbones/I Dischi Del Minollo, 2020)

Il secondo lavoro lungo dei Mastice, duo noise ferrarese, segna un deciso passo avanti nella definizione di una propria cifra…

02 Sep 2020 Reviews

Read more

2010 - il disorientamento fagocita il mondo

2010, e il disorientamento fagocita il mondo. Tanto vale sguazzarci dentro. Cosa ho ascoltato quest'anno? Che cosa ho ascoltato più…

08 Nov 2010 Articles

Read more

Giardini Di Mirò + Mimes Of Wine - 7/12/12 Circolone…

Con un valido lavoro uscito la scorsa primavera e la ristampa del glorioso primo album Rise And Fall Of Academic…

14 Dec 2012 Live

Read more

Marcilo Agro e il Duo Maravilha - Tra L'Altro (Room…

Momenti di amarcord. Sono cresciuto ascoltando musica prevalentemente cantata in inglese e, tuttora, fatico a relazionarmi all'italiano. Negli anni ci…

16 Jul 2006 Reviews

Read more

The Shipwreck Bag Show - Kc (Wallace/Phonometak/Paint Vox/Brigadisco, 2010)

Credo che ci siano dischi e gruppi interessanti, lavori ben fatti e lavori che per quanto piacevoli finiscano per essere…

16 May 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top