since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Airportman / Fabio Angeli – Il Paese Non Dorme Mai (Lizard, 2019)

Attivi da una quindicina di anni, i cuneesi Airportman iniziano ad avere una nutrita discografia, il tempo passa e la loro musica non cambia ma si affina: un post rock molto “indie” e melodico, volutamente semplice e delicato, fatto di vuoti e debitore rispetto a tanta musica americana anni ’90/2000. Spesso suonano in collaborazione con…

Read more

Low – Double Negative (Sub Pop, 2018)

Quest’estate si è iniziato a parlare di Double Negative, disco che porta i Low verso sonorità più elettroniche: l’uscita è stata anticipata da un discreto battage, in molti hanno dichiarato in fretta il disco dell’anno e qualche fan deluso ha borbottato nei commenti dei social… un elenco di cose al contorno che non mi ispirava…

Read more

Snail Mail – Lush (Matador, 2018)

Quanti dischi indierock avete sentito in questi anni che avevano tutto al posto giusto ma non vi dicevano in realtà nulla? Io parecchi e ci provo sempre (da un certo punto di vista devo avere una qualche fede incrollabile, forse nella musica?): suoni perfetti, estetica curatissima, magari anche ottime recensioni, link, condivisioni, radio show, headliner…

Read more

Skrima – Tapes (Disasters By Chioce, 2018)

Debutto che viene da lontano per Skrima, progetto di Salvo Pinzone in cui come dichiarato dal titolo sono proprio i nastri ad avere un ruolo centrale: Tapes è infatti composto da registrazioni di suoni e rumori elaborate nei primi anni ottanta con strumentazione analogica. I sei brani risultanti per venticinque minuti di musica non sentono…

Read more
Back to top