Plunkett – 14 Days (Autoprodotto, 2006)

Lascia perdere le tue “10 ragazze per me”. Piuttosto, 14 giorni ti posson bastare? Ne mancano proprio 14 alla fine di questo 2006, eppure ascoltando i Plunkett sembra d’essere nel 1970 perché loro ti ricorderanno Jethro Tull, e non intendo certo l’agronomo inglese del XVIII. Anche se lui, Ian, il componente maschile di questa band a due, inglese lo è. Poi non lo so se fa anche l’agronomo, ma certo è un uomo fortunato (uau! come sono melensa sotto natale), perché ha trovato un’anima gemella che con lui compone, scrive, suona, canta, produce e fa l'editing.

Read more

Animal Farm Project – S/T (Autoprodotto, 2006)

Indubbiamente originale questo gruppo bolognese che prendendo come muse ispiratrici i Radiohead e i Rage Against The Machine, sa regalarci un lp che non sembra italiano. Ehm! sarebbe un complimento dal momento che non sono affatto nazionalista. Il loro può definirsi un Chemical Rock. Il loro nome si ispira al romanzo di George Orwell, in cui gli animali si rivoltano contro l’uomo. Qui, in questa "fattoria degli animali" i migliori tortellini e la mortadella dei suini emiliani hanno soppiantato le steak dei migliori bovini americani.

Read more

Il Cielo Di Bagdad – Manca Solo La Neve (Autoprodotto, 2005)

Mi sa che c’ho una buona stella lassù che fa sì mi arrivino per posta dei demo che non mi spaccano la minchia e le orecchie e che demo non dovrebbero restare perchè meriterebbero di entrare nelle classifiche. Se ci fosse giustizia in questo mondo. Il Cielo Di Bagdad è il nome di questo gruppo che suona una musica strumentale tra i Sigur Ròs e i Mogwai, tranquillamente. Certo con un nome così la giustizia non paiono tirarsela addosso, se dovesse spettare a loro lo stesso destino che spetta alla capitale irachena. Ma nel loro nome v’è insita una sfida. Chissà, almeno loro ce la fanno… Manca Solo La Neve è il titolo dell’album. Eh, già, dagli pure la neve a Bagdad e c’avranno tutto, magari poi gli si toglie un po’ di bombe, però.

Read more

Fragil Vida – …E Così Noi (Live Recording, 2006)

Bisognerebbe girare un film per metterci come colonna sonora questo album. Quel contrabbasso in E così noi è fatto per accompagnare i passi delle donne dentro ballerine basse sui pavè delle province francesi. Quelle del sud. Atmosfere di Camargue. Ma non siamo in Francia, qui la provincia è quella emiliana. Musa riconosciuta dei meglio musicisti. Io personalmente ho un tuffo al cuore ogni volta che sento un accento modenese, ma qui non c’entra. Qui le parole servono a svelare palesemente il lirismo poetico dei Fragil Vida.
Qui si mischiano teatro e ballo, di quello bello. Quello a due. Album complesso, accenna al jazz e lo fa con i primi brani solo strumentali.  …

Read more

Blast from the past!

Hazardous Waste - Pussyhead (Autoprodotto, 2013)

L'indefessa poetica dei rifiuti continua la propria sciancata strada attraverso i pezzi dei ritrovati Hazardous Waste che da un certo…

17 Jan 2014 Reviews

Read more

Fausto Balbo - Login (Afe/Snowdonia, 2012)

Dopo che negli ultimi anni ha pubblicato un live assieme agli St.Ride e un disco con Andrea Marutti, Fausto Balbo…

30 Jan 2013 Reviews

Read more

Schonwald - Amplified Nature (Panoplie, 2009)

A quanto pare la 5 Roses oltre ad ingrandirsi sta diventando un’agenzia di promozione sia per la roba estera che…

17 Mar 2009 Reviews

Read more

Words And Actions - Time Can't Be Turned Back (Final…

Dopo tre anni i vita i Words And Actions si arrendono all'ormai vetusto formato CD: Final Muzik pubblica infatti una…

24 Jul 2013 Reviews

Read more

Protected By The Local Mafia - S/T (Autoprodotto, 2008)

Nel variegato e spietato panorama genovese fa piacere vedere emergere, tra gli altri, anche questi ragazzi (con un nome da…

22 Feb 2009 Reviews

Read more

Sean Carey - All We Grow (Jagjaguar, 2010)

Non sempre le cose sono come sembrano: Sean Carey è sì il batterista dei Bon Iver, ma per nostra fortuna…

22 Jul 2010 Reviews

Read more

Crevecoeur - #1 (Drella, 2007)

Mi piace pensare che i francesi siano tutti degli stereotipati figli di Jacques Tati, prima ancora che nostri compagni europei.…

01 Apr 2007 Reviews

Read more

Jabber Garland - Primitive Future (Sincope, 2014)

Jabber Garland è il nome che i norvegesi Andreas Brandal e Sindre Bjerga hanno dato alla loro collaborazione, e questa…

14 Nov 2014 Reviews

Read more

Prehistoric Pigs - Wormhole Generator (Moonlight, 2012)

Ferroso e macilento sludge nostrano che a passo incartato e moribondo procede per tutta la durata di questo esordio. Ogni…

25 Feb 2013 Reviews

Read more

Osaka Flu - The Revolution (Autoprodotto, 2011)

Frizzantissimo garage 'n' roll dall'aretino. Tre pezzi stringati ed asciutti come un caffè cortissimo bevuto nel regno unito: non…

15 Dec 2011 Reviews

Read more

Lost (Songs) in Leominster, tra Tupperware e hardcore

Scostare la tenda della finestra è quasi un rituale quando piove, ripetuto in maniera ossessiva, con il vetro scalfito, ogni…

02 Sep 2018 Writings

Read more

Andrew Quitter/Nick Hoffman - Nu Grotesque (Diazepam, 2013)

Collaborazione tra Andrew Quitter e Nick Hoffman sulla nostrana Diazepam di Mauro Sciaccaluga. Quitter aveva già inciso una bella cassetta…

10 Mar 2014 Reviews

Read more

Il Disagio – Il Prezzo Dell’Anima (Hanged Man, 2010)

Cosa si può ancora chiedere a un genere come l'hardcore, quello nudo e crudo, con al massimo qualche traccia di…

10 Oct 2010 Reviews

Read more

Suffocation - S/T (Relapse, 2006)

Felice ritorno per i principi del death Suffocation. Virtuosi al parossismo, accartocciati su sé stessi, racchiusi all’interno di centinaia di…

01 Dec 2006 Reviews

Read more

Joan And The Sailors – Home Storm (Little Jig, 2013)

Leggendo la press sheet mi sono fatto traviare e ho subito pensato che il (secondo) lavoro della formazione…

21 May 2013 Reviews

Read more

Schwingungen 77 Entertainment - Act I: Notes In Freedom (Setola…

Un ascolto lontano da qualsiasi condizionamento o cliché, una sfida a tutto ciò che è banale ("Banality is not harmless:…

30 Oct 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top