Castanets + Lazarus + Vincenzo Fasano – 17/10/09 arci Kroen (Villafranca – VR)

Nel primo vero giorno freddo della stagione va in scena al Kroen una serata all'insegna del folk, proposto in diverse versioni a seconda che gli artisti si differenzino per origine, formazione e assetto strumentale. Un po' di musica che scaldi il cuore, magari malinconica, è perfetta per una stagione che oramai volge velocemente all'inverno e con la sala concerti che comincia ad essere fresca, anche se stasera il calore umano dei numerosi presenti è più che sufficiente per mantenere la temperatura. Vincenzo Fasano è l'eccezione che conferma la regola: folk più per abitudine a considerare tale chi si presenta sul palco con la sola chitarra e i testi ben scritti, possiede la ruvidità del rock inglese, quasi wave, mentre la voce, che varia su più registri, dà pochi punti di riferimento. Se proprio ha da farsi un nome è, almeno come spirito, quello del Bennato degli esordi, legato a doppio filo al rock'n'roll e alla tradizione cantautoriale, anche se qui l'accento è nettamente più drammatico, specie per i pezzi di recente composizione, Sangue su tutti.
Si attraversa l'oceano e il continente americano fino alla costa ovest e su palco troviamo l'ex Tarentel Trevor Montogomery, nelle vesti di Lazarus: senza le bende del personaggio neotestamentario, si presenta invece con una consunta maglietta dei Lakers, sormontata da una faccia di fissità invero quasi cadaverica e un espressione, oltre che un'altezza, che richiama il maggiordomo Lurch, di Addamsiana memoria. In realtà, nonostante il sembiante allegro come una poesia di Leopardi, il tipo è di buon umore (ringrazierà più volte per la bella serata) e cassanets___________cassanets__kroendecisamente in palla e ci accoglie giocando con chitarra e laptop  in un folk dilatato e psichedelico che richiama il primo Harvestman. La tradizione, quella cantautoriale statunitense, qui è più presente, ma emerge a fatica fra bordoni di chitarra e sequenze reiterate, su cui il nostro interviene in diretta con arpeggi e voce. Alexander Tucker è una buona pietra di paragone, ma qui la matrice psych-folk californiana è preponderante e di assoluto effetto: pochi tocchi di batteria (che compare solo per tre pezzi a metà concerto), loop ipnotici a cui bisogna sapersi abbandonare per poter venire attraversati dal suono. Freakedelia nient'affatto facile e per nulla pelosetta, un'esperienza live intensissima.
Per l'esibizione dei Cassanets il nostro si porta al basso, il suo estemporaneo batterista alla chitarra e lasciano il centro del palco all'hobbit Raymond Raposa, piedi scalzi e camicia di flanella; una batterista e una corista, che occasionalmente imbraccia una chitarra, completano la formazione. Con loro la serata torna nel solco del folk più tradizionale, anche se non mancherà qualche sorpresa. Il punto di partenza è il Neil Young più tranquillo, che fa da campo base per esplorare le varie derive di questo suono. Così capita accentuino il rumore fino a sfiorare i dominii degli Earth o, più di frequente, dilatino il suono in liquidi blues notturni, dove la slide la fa da padrona. Il trasporto è inferiore a quello di Lazarus, o quanto meno di natura diversa, percorrendo qui sentieri più consueti. Ma in un cascinale in mezzo alla campagna, com'è il Kroen, è quanto di più adatto ci possa essere e ci si fa cullare di buon grado: l'inverno sarà lungo e un po' di calore delle radici fa certamente bene.
Foto di Elena Prati

Tagged under: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Suzanne's Silver - The Crying Mary (Radio Is Down, 2007)

Sicilia, Uzeda, noise rock, post-rock... fin troppo facile dirlo visto che sono compari di etichetta dei Bellini e che il disco è…

16 Sep 2007 Reviews

Read more

Animal Farm Project - S/T (Autoprodotto, 2006)

Indubbiamente originale questo gruppo bolognese che prendendo come muse ispiratrici i Radiohead e i Rage Against The Machine, sa regalarci…

03 Dec 2006 Reviews

Read more

Get The People - S/T (Ruminance, 2006)

C’è gente che vive un drammi indicibili quando in fase post-adolescenziale vede crollare miserabilmente il proprio eroe e purtroppo è…

26 Feb 2007 Reviews

Read more

Cannibal Movie - Mondo Music (Yerevan Tapes, 2012)

Dopo l'acclamato Avorio in cui venivano tirati in ballo, in modo molto azzeccato, addirittura gli Oneida di Rated O (anche…

15 Jan 2013 Reviews

Read more

Green Beret - Part 1 & Part 2 (Sabbatical, 2008)

I tre berretti verdi sono stati assoldati per l'undicesima uscita Sabbatical probabilmente perché hanno le carte in regola per fare…

09 Nov 2009 Reviews

Read more

Giovanni Dal Monte – Visible Music For Unheard Visions…

Non so se avete ascoltato la puntata di Sodapop Fizz che aveva per ospite Alberto Boccardi (se ve la siete…

04 Aug 2015 Reviews

Read more

Antonio Raia & Renato Fiorito - Thin Reactions (Non Sempre…

Quando c’è da fare un passo avanti, ma anche solo rompere la noia di un periodo che, musicalmente parlando, non…

12 Dec 2021 Reviews

Read more

M+A – Things.Yes (Monotreme, 2011)

Quando metto su questo esordio degli M+A non posso fare a meno di fermarmi dal fare quello che sto facendo…

18 Jan 2012 Reviews

Read more

The Great Saunites – The Ivy (Neon Paralleli/HYSM?/Verso Del Cinghiale/Villa…

Torna a farsi sentire, con un vinile in tiratura limitata, il duo lodigiano, di cui avemmo modo di parlare un…

08 Apr 2013 Reviews

Read more

Runes Order - Re: Murders (Luce Sia, 2018)

Per la serie "recuperi e ricorsi storici" la Luce Sia si tuffa nelle tenebre del passato per riesumare un altro…

07 Feb 2019 Reviews

Read more

Squarcicatrici - Zen Crust (Escape From Today/Wallace/SGR/Eclectic Polpo, 2014)

Gli Squarcicatrici sono di nuovo tra noi, a cinque anni dal precedente, omonimo, lavoro; nel mezzo un live scaricabile gratuitamente…

11 Apr 2014 Reviews

Read more

Aetnea – S/T (Autoprodotto, 2012)

Gli Aetnea arrivano dal comune di Trecastagni, provincia di Catania, ma non immaginate le "solite" cose in stile Uzeda o…

06 Jul 2012 Reviews

Read more

Alley – 17 (New Model/Niafunken, 2018)

Sebbene le session di scrittura e registrazione dell’esordio di Alley, al secolo il musicista e produttore padovano Daniele Bogon, si…

30 Aug 2018 Reviews

Read more

Io, Monade Stanca – The Impossible Story Of Bubu (Africantape,…

Il primo scoglio da superare è il nome, più adatto a un romanzo di Susanna Tamaro che non a un…

29 Oct 2009 Reviews

Read more

Replace The Battery - Daily Birthday (In The Bottle, 2010)

Proprio dopo aver finito la recensione dei Ka Mate Ka Ora ecco che ci imbattiamo nei padovani Replace The Battery,…

27 Jan 2011 Reviews

Read more

Marnero – Naufragio Universale (Donna Bavosa/Sangue Dischi/InLimine, 2010)

Ritroviamo con un LP di cui sono unici titolari i Marnero, che avevamo conosciuto nell'impari split coi Si Non Sedes…

03 Oct 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top