since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Perpetual Bridge – Upon The Deep (Autoprodotto, 2021)

Un ponte perpetuo. Lo visualizzo. Ho vissuto vicino ai posti di Nadia Peter e lo vedo proprio ancora prima di vedere la cover. Tipo una roba immersa nella nebbia invernale mattutina, che non sai dove inizia e non sai dove finisce. Qualcosa di sospeso, etereo, a cui non sai dare una densità. Sembra leggero, leggerissimo,…

Read more

Wora Wora Washington – Mirror (Shyrec, 2016)

Mi ricordo della prima volta che ho visto i Wora Wora Washington. Sono capitata a una data del tour di Radical Bending (due album e qualche anno fa) e so di aver pensato due cose: prima di ascoltarli, che con un nome così callofonico mi sarebbero piaciuti un sacco a prescindere dalla musica che facevano e,…

Read more

Silent Carnival – Drowning At Low Tide (Viceversa/Seltz, 2016)

Che ci fossero le basi per essere un disco eccezionalmente alto in qualità, visti i protagonisti coinvolti, era fuori ombra di dubbio. Il side project di Marco Giambrone – artista poliedrico nonché chitarrista dei Marlowe che hanno sempre trasudato stile coi loro intrecci musicali perfetti – arriva e ci si aspetta qualcosa di bello. E…

Read more

Solkyri – Sad Boys Club (Bird’s Robe, 2015)

Non è bellissimo quando ti accorgi che non sapresti quale pezzo ti piace di più di un disco? Non capita proprio spesso, diciamocelo. C’è sempre quello che skippi volentieri, o che, quando inizia, ti ‘permette’ di fare una telefonata breve, andare in bagno, andare in cucina ad acchiappare cibo nello spazio di 3-5 minuti. Invece con Sad…

Read more
Back to top