since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Zoft – Eletrically Haunted (Humpty Dumpty, 2011)

Gli Zoft sono un duo belga, di base a Bruxelles. Il loro suono è interamente costruito sugli intrecci matematici di batteria ed una chitarra carica di effetti. Tempi spezzati, assalti noise core, effettivamente non siamo lontani da Hella o Ruins o addirittura certe cose dei nostrani Zu. Questo per dire che Eletrically Haunted è una gran bella botta, e se amate certo noise molto tecnico e su di giri come quello dei gruppi citati, qui troverete ciò che vi aspettate. Da parte loro gli Zoft aggiungono dei begli e originali suoni di chitarra, voci alla Mike Patton zona Fantomas e tutta una serie di rumori e field recordings di sottofondo che stanno lì sospesi e se da principio quasi non ci si fa caso, dopo qualche ascolto si comprende quanto siano parte integrante e fondamentale del suono finale. Esempio migliore del disco è Coil, chitarre affilatissime, voci di bambini che saltano fuori nelle pause, una ritmica rotta e scosse telluriche di basso elettronico, voce distorta: inquietante. Disco consigliatissimo.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top