Tag Archives: napalmed

Eine Stunde Merzbauten – 7305 (Autoprodotto, 2014)

Gli Eine Stunde Merzbauten sono la nuova mutazione dei Napalmed, da sempre creatura di RadeK.K., ultimamente ancora di più dopo la morte di MartiN.B. e la partecipazione sempre più saltuaria di PaveL.H., quasi solo nei live: non sembra però ancora esaurita la vena creativa e la voglia di fare.  …

Read more

Andrea Senatore & Giovanni Sollima – De/Nucleo (Minus Habens, 2012)

Dopo Psychofagist vs Napalmed, proseguiamo con le scellerate collaborazioni, questa volta nei piani alti dell’empireo andando a scomodare addirittura Giovanni Sollima: tra i più celebrati violoncellisti di scala internazionale, qui in un faccia a faccia con un vero e proprio (S)compositore contemporaneo. Andrea Senatore per l’appunto, enfant prodige dell’elettronica colta che nel rooster Minus Habens sembra aver trovato il proprio humus definitivo. Il progetto è quasi un concept sugli elementi. Il violoncello di Sollima (un Francesco Ruggeri del 1679) viene sbriciolato in frattali sonori e ricostruito nelle atmosfere universali e acquose del giovane Senatore che pare percorrere un viaggio ideale dalla creazione del globo. …

Read more

Psychofagist W/Napalmed – Songs Of Faint And Distortion (Fobofile, 2013)

Un occhio al cuore ed un occhio alla testa. I mangiatori di psiche non hanno mai perso di vista il timone in un’epoca di follia senza ritorno che incarna perfettamente il mood dei loro pezzi. E se a prima vista questa scellerata collaborazione con i pluricitati Napalmed potrebbe spaventare, dopo un ascolto approfondito invece, la percezione netta è che la centrifuga controllata del trio lombardo non si sia smarrita per spingersi verso meandri di sperimentazione scatologica e di difficile digestione. Al contrario, l’interazione con i cechi risulta strisciante tanto da rendere più introspettivo e onirico l’intero progetto. …

Read more

Napalmed – III (Autoprodotto, 2008)

Dio santo, se solo esistesse una giustizia a questo mondo gente come la Parodi starebbe sciogliendosi sotto ad una colata di sperma di uno dei mostri di Alien e le pellicole di Muccino non andrebbero neppure bene per essere trasmesse durante i cineforum scolastiche di terza media, ma da quand’è morto Marcinkus è anche vero che la qualità dei cattivi è davvero scadente. Sono giusto tempi in cui il rumore può solleticare le fantasie artistico/erotiche di un pubblico rock che d’improvviso scopre la caciara grazie ad uno sdoganamento indie (Sub Pop) di roba come i Wolf Eyes e così via…e così una serie di sciamannati americani (anche fighi, va detto!) sono pronti a seguirli a ruota. 

Read more

Blast from the past!

Der Blutharsch + Deutsch Nepal + Bain Wolfkind + Varunna…

La primavera sta portando da queste parti alcuni nomi storici della scena post-industriale e dintorni: dopo Brighter Death Now e…

30 Mar 2012 Live

Read more

Piotr Kurek - World Speaks (LP/CD Ediçoes CN, 2022)

La mia conoscenza di musica polacca si ferma a tre nomi. Rope, Lutto Lento e Piotr Kurek. Ammetto di aver…

07 Jun 2022 Reviews

Read more

Paul Beauchamp - Sala B: Rupture (Chew-Z, 2009)

Lo so, è stupido, ma da quando la Chew-Z oltre ad avere le netrelease in download gratuito sul sito rende…

18 Nov 2009 Reviews

Read more

Stefano De Ponti - Like Lamps On By Day (Old…

Under My Bed e Old Bicycle uniscono le forze per dare alle stampe, su cassetta e CD-R con diversa grafica…

11 Mar 2014 Reviews

Read more

Gianluca Becuzzi/Fabio Orsi - Dust Tears And Clouds (Silentes, 2013)

Dopo anni di silenzio torna una delle collaborazioni più azzeccate della scena elettronica ambient italiana: Silentes pubblica un disco doppio…

03 Mar 2014 Reviews

Read more

Orla Wren - Soil Steps (Oak, 2014)

Orla Wren è il progetto dello scozzese Tui, che per lunghi periodi vive in un furgone andando in giro per…

12 Jun 2014 Reviews

Read more

Marcilo Agro e il Duo Maravilha - Tra L'Altro (Room…

Momenti di amarcord. Sono cresciuto ascoltando musica prevalentemente cantata in inglese e, tuttora, fatico a relazionarmi all'italiano. Negli anni ci…

16 Jul 2006 Reviews

Read more

Stinking Lizaveta - 7th Direction (Exile On Mainstream/Translation Loss, 2012)

Gradevoli affondi tutti strumentali per questo terzetto di Filadelfia innamorato di una certa psichedelia tutta anni settanta (ma anche…

13 Dec 2012 Reviews

Read more

Delmore FX - Scompaio (ArteTetra/Das Andere Selbst/Communion, 2022)

Delmore FX è un personaggio strano, bulboso direi. Appare sempre in movimento, nelle macchie unticcie agli angoli dei libri di…

02 Aug 2022 Reviews

Read more

the M.E.M.O.R.Y. Lab - S/T (Dtrash, 2009)

Paradossalmente, rispetto a Sil Muir, il nucleo terroristico dei M.E.M.O.R.Y. Lab, nonostante l'ortodossia dance, sembra avere le idee più…

21 Dec 2009 Reviews

Read more

Doppler - Songs To Defy (SK, 2008)

Fa piacere notare che sotto il profilo musicale Lione non si sia mai addormentata. Se negli anni novanta ne…

21 Nov 2008 Reviews

Read more

Nziria - xxybrid (Digital, Never Sleep 2022)

Nziriaa è l’alias di Tullia Benedicta, artista a me sconosciuta rimbalzata più volte nel mio mondo grazie al suo debutto…

05 Jul 2022 Reviews

Read more

Luca Sigurtà/Panicsville – Split (Fratto9 Under The Sky, 2013)

Nella dilagante moda dei dischi one side (che a me continua a sembrare uno spreco di materiale), la Fratto 9…

26 Mar 2013 Reviews

Read more

Zavoloka Vs. Kotra - To Kill The Tiny Groovy Cat…

Non è bello dirlo, ma spesso leggendo titolo e nome di un gruppo dell’est verrebbe da pensare che sia arretrato…

02 Dec 2006 Reviews

Read more

Gopota – Human Demo Version (Silent Method, 2017)

Preso singolarmente Human Demo Version è un disco death-industrial adatto a fanatici freak noise o a neofiti che vogliano affrontare…

17 Jan 2018 Reviews

Read more

Eugene S. Robinson & Philippe Petit – Last Of …

È piuttosto sorprendente la forma di questa collaborazione fra il prolifico Philippe Petit ed Eugene Robinson: non un album di…

12 Mar 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top