since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Black Lava – Lady Genocide (Hellbones, 2019)

Schegge radioattive scagliate in una corsia d’ospedale e conficcate sulle pareti bianche. Questa è la perfetta sintesi del progetto condiviso da illustri nomi dell’ underground nostrano e coprodotto dal sempriterno Eraldo Bernocchi. Uno shaker di metallo 2.0: l’heavy metal  che ha scollinato tutto e non si riconosce pù in nulla. Particelle di Immortal come di…

Read more

Le Cose Bianche – Tutto Il Corpo È Genitale (Hellbones, 2019)

Nuovo lavoro per il prolifico Giovanni Mori qui con il proprio progetto principe: storie di sesso, power electronic e sofferenza. Il melodramma si consuma nella camera di Giovanni, eterno interlocutore di se’ stesso, che in un recitato enfatico e febbricitante si rivolge a qualcuno che non c’è, ma che gli si para eternamente dinnanzi. Il…

Read more

The Tapes – News From Nowhere (Luce Sia, 2019)

Ancora un insapettato blast from the past per Luce Sia che questa volta fa riemergere dal passato remoto la creatura dei genovesi fratelli Drago. I The Tapes sono un’ inquietante dark wave tra Giorgio Moroder, SPK e le cavalcate anni novanta dei Clock Dva. Un lavoro quindi tutt’altro che pesante o faticoso anche per i…

Read more

The Mighties – Augustus (We’re Fruit Records/Sob! Records, 2019)

Scoppiettante garage ‘n’ roll per questi decani perugini, iperattivi dal vivo, ma con un tiro di tutto riguardo anche in studio . Keyboards, chitarra twang e voglia di fare casino. I numi tutelari sono indubbiamente The Hives ma si indietreggia di decenni fino alla svagata spensieretazza di Duane Eddy. La band si destreggia disinvolta tra…

Read more
Back to top