METTICI LA MUSICA! Alessandro Fiori e Topazio Perlini – 20.11.2021 Studio Foce ( Lugano, Svizzera)

Di questi tempi i concerti…diciamo che si fa quel che si può. Costanza e fisico non sono più quelli di una volta ma la curiosità era moltissima, conoscendo i due personaggi in questione. Allo Studio Foce di Lugano, accompagnato da fratello Loris giungiamo quindi per assistere ad Alessandro Fiori (Mariposa, Scudetto, Betti Barsantini, Amore, Stres e mille altre cose che probabilmente sto dimenticando) alla chiacchiera ed ai suoni con Topazio Perlini (Aerodynamics, Camillas) prendendo come pretesto il libro “I Camillas, che storia” scritto dal secondo. Si parte quindi in una sala semivuota, in cui prima dell’inizio dell’esibizione ci si è salutati più o meno tutti, prendendo posto sulle ordinate sedute.

Mettici la musica live lugano2Il setting è casalingo e caldo. Due vasi ai lati del palco, un tavolo, una bottiglia di rum che andrà via via scemando durante la serata ( “aiuta a digerire il tiramisù mangiato a cena” dirà Alessandro, certo certo…) due sedie, due chitarre, una tastiera Roland. Alessandro e Topazio iniziano un vero e proprio show affabulatorio, fra canzoni di entrambi i repertori, stralci dei loro scritti, una cover di SOS degli ABBA, dialoghi sul ruolo del musicista e sul racconto che Topazio ha fatto di questa vita nei suoi scritti. Materiale rischioso per uno show costruito letteralmente in due giorni, e che sarebbe potuto durare anche 4 o 5 ore, a detta loro. Alcuni momenti sono esilaranti, come il racconto di Alessandro sugli inizi carriera acquisendo dimestichezza nel servirsi ai banconi dei diversi bar e club, oppure nei ricordi del MIAMI, con le file, le parole d’ordine ed il rispetto delle regole, altri toccanti da accendere i cuori di scafati ascoltatori. Da scompisciarsi l’odissea dell’Editore che va in SIAE, dove notoriamente non si trova mai nessuno ma, chiamato il numero verde, si possono lasciare i faldoni con testi nelle cassette Chiquita sotto ai campanelli. I due personaggi sono complementari, Alessandro ha una voce ed un magnetismo spaventoso, Topazio è persona che vorresti abbracciare sempre e comunque e svisa alla grandissima con la chitarra. Complice la sala semivuota la resa sonora non è granché ma ogni momento, che in mani altrui rischierebbe di diventare un siparietto da risate a denti stretti stringe il cuore e mette voglia di chiederne ancora ed ancora. C’è spazio anche per l’amico di penna, calzino antipaticissimo che prende vita per trattare male Alessandro Fiori che però non se la prende e ci regala attimi stupendi, tra i Vertici una Fuori Piove magistrale (da Attento a me stesso) mentre i colori e le seconde voci che regala a La Canzone Del Pane sono da brividi. Quel che scopriamo ancor di più in questa serata è che Camillas è scomparsa ma, dopo essersi evoluta in un quadrato “…con degli spigoli gentili in una grande prateria, come la Svizzera prima della posa delle montagne e la nascita dei cantoni” grazie a Michael e Theodore Camilas ha lasciato non un’eredità ma una sensibilità comune che si è espansa a chiazze per tutta la penisola ed il Canton Ticino che ha avvicinato a se spiriti affini.  Concludiamo appoggiando la dichiarazione di come le forme d’arte non debbano per forza essere portatrici di profondità e verità ma a volte quello di cui abbiamo bisogno è di essere presi alla sprovvista dalle urla di un paio di sciamannati durante una lezione universitaria o, più in generale nella vita.

I libri da leggere, per tessere i fili di questa storia, sono i seguenti:

I CAMILLAS, CHE STORIA di Vittorio Ondedei (People Records, 2021)

LA STORIA DELLA MUSICA DEL FUTURO de I Camillas (People, 2020)

LA RIVOLTA DELLO ZUCCHERIFICIO de I Camillas (Il Saggiatore, 2015)

 

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Adamennon & Luciano Lamanna – Iris (Souterraine, 2017)

Esordiscono insieme l’etichetta napoletana Souterraine e la collaborazione fra Adamennon e Luciano Lamanna che su questo 12” mettono in comune…

11 Oct 2017 Reviews

Read more

Enkil/La Furnasetta – Industrial Archeology (Luce Sia, 2019)

Chi si appresta all’ascolto di Industrial Archeology, cassetta split pubblicata da Luce Sia, non può farsi illusioni: il titolo e…

27 Aug 2019 Reviews

Read more

RD - Bodies Inspected (Luce Sia, 2020)

Dub post-atomico, apparentemente disarticolato, ma che si struttura nell'inesorabile incedere addizionando continui blip e pattern cigolanti. Bodies Inspected è il…

15 Nov 2020 Reviews

Read more

Larva 108 - Music For Cup Marked Stones (Inverno, 2011)

A poca distanza dall'uscita della raccolta per i primi dieci anni di Larva 108, Guido Bisagni (unico nome dietro a…

17 Apr 2011 Reviews

Read more

Pierpaolo De Iulis, un marchigiano a Roma

Uno dei motivi per cui, appena arrivo a Roma, visito sempre Hellnation, ancora prima che il Pantheon o Campo…

13 Feb 2011 Interviews

Read more

Soft Black Star & Zeno Gabaglio/Mike Cooper – The Good…

Incidenti a catena sulla strada della Old Bicycle: con questa cassetta siamo giunti alla settima uscita della serie Tape Crash,…

17 Feb 2014 Reviews

Read more

Heroin In Tahiti – Death Surf (Boring Machines, 2012)

Il lato oscuro di Tahiti su Boring Machines: non musica da spiaggia o surf rock come lo intendiamo noi, al…

19 Jan 2012 Reviews

Read more

Ken Vandermark & Terrie Ex - Scaffolding (Terp, 2019)

Due nomi che di certo non hanno bisogno di presentazioni quelli di Ken Vamdermark e Terrie Ex, che con il…

24 Sep 2019 Reviews

Read more

Bilayer – Bilayer (Va Fongool, 2019)

Dopo  prove soliste molto interessanti, tra cui l’incisivo Lazuli, Hilde Marie Holsen torna assieme a Magnus Bugge a nome Bilayer.…

21 Mar 2019 Reviews

Read more

Giulio Aldinucci - Spazio Sacro (Time Released Sound, 2015)

Giulio Aldinucci già da qualche anno produce musica tra il field recordings e l'elettronica ambientale e ultimamente è molto attivo:…

16 Mar 2016 Reviews

Read more

Merzbow + Sshe Retina Stimulants + Der Weze - 12/04/12…

Sono davvero pochi i nomi della scena industriale che non abbiano calcato i palchi nostrani negli ultimi tempi (ultimo annunciato…

20 Apr 2012 Live

Read more

Talibam! + Mangia Margot - 19/05/09 Arci Kroen (Villaranca -…

Era certo uno dei nomi di punta del cartellone di questa fine stagione quello dei newyorkesi Talibam!, ridottisi a duo…

30 May 2009 Live

Read more

Midas Fall - Fluorescent Lights (Monotreme, 2013)

Sono solo in tre i Midas Fall, alt-post-progressive band inglese, ma rendono come un'orchestra in questo breve ep che precede…

10 Apr 2014 Reviews

Read more

March Of RaDOOM - Volume 000/666

Era inevitabile, ora è successo. L’orribile Radu Kakarath rompe il silenzio e con voce sibillina, presenta una serie di brani…

22 Nov 2009 Podcasts

Read more

The Unit Ama - s/t (Gringo, 2006)

Partire da una base molto semplice. Lavorarci sopra. Ricamare. E poi strappare tutti i fili inutili, tutti gli ornamenti e…

16 Jul 2006 Reviews

Read more

Davide Merlino Percussion Duo – The White Elephant (Floating Forest,…

È musica di resistenza quella proposta dalla Floating Forest di Verbania - più un collettivo di musicisti che una semplice…

26 Feb 2016 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top