Lebenswelt – Unspoken Words ( Under my Bed, OuZeL, 2022)

Giampaolo Loffredo, ancora. 6 dischi in 19 anni, praticamente una vita adulta. Unspoken World inizia con una nenia pianistica e quasi giocosa, mentre Keep on Dancing ci trasporta in quel mondo, chiamatelo come volete, del sadcore. Ritmi trattenuti, enfasi e rilasci, come se di botto su un racconto toccante buttassimo secchiate di nero ed iniziassimo a mandare tutto in feedback urlando. Del resto che ci vogliamo fare? Il saper controllare l’intensità è uno degli elementi del mestieri e Lebenswelt ne ha ben donde. In questo caso si appoggia ad una pletora di collaborazioni più o meno prestigiose. Da Pall Jenkins degli indimenticati Three Mile Pilot a Stefano Santabarbara aka My Dear Killer ( che con la sua Under my Bed Recordings co-produce il lavoro) ad ONQ, a Richard Adams degli Hood. C’ê un rigore inglese ed invernale in questo disco. Queste parole non dette sembrano fredde e lineari, taglienti nei loro binari, quasi a produrre brividi all’ascolto. Somehow apre al lirismo, candida e rigida. “…Somehow love, leaves me petrified, scares me to death” da rigor mortis che paralizza, come di fronte all’ineluttabilità degli eventi. Scrivo queste righe mentre la musica va in cuffia e sopra casa nostra è divampato un incendio, a pochi km di distanza. Questo per me è Lebenswelt: il non fermarsi, il continuare nonostante tutto a mostrarsi per quello che si ê in ogni situazione, fedeli a se stessi anche contro la furia degli alementi. Forse qualcuno potrebbe leggere questa immagine come ieratica e fiera staticità, io preferisco vedere una consapevole apertura al mondo, un’offrire il proprio nocciolo scoperto, toccante quando accompagnato dal controcanto di Antonella Amendu in Gone, quasi portasse un sole in lontananza nel mondo. In Come Back Again a tornare è Pall Jenkins, su un tappeto musicale che, di grazia, penetra toccando ogni punto di fragilità ed ogni strato di anima. Soul, nel suo significato primigenico. Canzone che, perdonate la bestemmia, potrebbe avere anche parecchia fortuna in un possibile airplay illuminato.

C’è questa ossatura digitale in Unspoken World che, più che agli Hood (con i quali comunque possiamo trovare delle attinenze) possiamo ricongiungere ad un ipotesi illuminata di cantautorato sintetico, sincretismo fra Dakota Suite, Robert Wyatt, Portishead e Cousteau. Quando si rientra nell’acustico, come ad esempio sulla title track, si ha la sensazione di ritrovarsi su una spiaggia deserta, in bassa marea, d’inverno. Quasi un mantenimento del minimo sindacale di romanticismo per spremere sofferenza e sentimento con il minor impatto possibile. L’equilibrio di questo lavoro è perfettamente dosato da quello che, come appare svelato dalle note di copertina, da progetto del solo Giampaolo è diventato un vero e proprio gruppo. Il mio desiderio, a questo punto, sarebbe quello di poter godere di un loro spettacolo, magari in un vecchio teatro, bicchieri alla mano e vestiti bene nonostante gli anni e gli acari. Ecco, sosterrei queste parole non dette in un decorosa ed alcolica eleganza, piangendo senza remore ed abbracciando la mia bella, al culmine dell’enfasi.

 

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Roncea & The Money Tree - S/T ep (Electric Cave/Canalese…

Nicholas Roncea ha pubblicato un paio di anni fa Eight Part One, un album molto bello che, in teoria doveva…

14 Sep 2016 Reviews

Read more

Gesuco Razzati – S/T (Autoprodotto, 2013)

Manufatto di pregevole fattura, il CDr dei Gesuco Razzati, misterioso combo eporediese cultore del rumore prodotto con aggeggi elettronici e…

09 May 2013 Reviews

Read more

Wailing Of The Winds - S/T (Diazepam, 2011)

Continuano le uscite di Mauro Sciaccaluga (Shiver, Ur, Stalker, Downright) per la sua Diazepam, con una cassetta a nome Wailing…

23 Mar 2012 Reviews

Read more

Yuppie Flu - Fragile Forest (Homesleep, 2008)

Toh. Pensavo di essermi scampato la gag del 2007, il downloadabile disco dei Radiohead, ed ecco che, in un tripudio…

03 Apr 2008 Reviews

Read more

Johnny Grieco - Affanno D’Artista (Snaps, 2009)

Il leader e indiscusso frontman dei Dirty Action torna con un lavoro che fin dalla cover è una dichiarazione…

15 Mar 2010 Reviews

Read more

Micah Gaugh Trio - The Blue Fairy Mermaid Princess (Africantape,…

 Jazz, free, songwriting... non vi basta? Bello, bello, bello. Potrei chiudere qui e dirvi di andare a recuperare questo disco,…

05 Apr 2013 Reviews

Read more

Seaside Postcards - Hope And Faith (Autoprodotto, 2012)

E di nuovo la formula 'Meglio tardi che mai', dettata da impegni e rompimenti irrinunciabili vari, mi porta a parlare…

10 Jan 2013 Reviews

Read more

FULkANELLI – S/T (Lemming/Offset/Blinde Proteus, 2012)

Esordisce sulla lunga distanza, dopo lo split-tape con Belorukov vs Marziano di cui già vi avevamo parlato, il duo composto…

28 Dec 2012 Reviews

Read more

Vanessa Van Basten - Psygnosis EP (Consouling Sounds, 2008)

Questo forse è uno dei pochi gruppi genovesi che oltre ai Port Royal e ai Banshee negli ultimi tempi ha…

07 Jan 2009 Reviews

Read more

The Softone - These Days Are Blue (Awful Bliss, 2008)

La Awful Bliss è un'etichetta carrarese-napoletana sorta da poco, eppure già con radici ben piantate nel nostro piccolo mondo sotterraneo…

30 Jan 2009 Reviews

Read more

Body Bag Redemption – The Exclusive Fun Of Fishing In…

Cosa si potrà dire di un EP di circa 9 minuti? Nulla, se non che è il seguito di altre…

17 Oct 2021 Reviews

Read more

Beachwood Sparks - The Tarnished Gold (SubPop, 2012)

Da quasi tre lustri in circolazione i Beachwood Sparks sono tra i migliori, ai nostri tempi, nel riproporre una…

12 Jul 2012 Reviews

Read more

Exoterm - Exits Into A Corridor (Hubro, 2019)

Exoterm è il nuovo progetto del bassista norvegese Rune Nergaard, musicista di casa dalle parti della Hubro per la quale…

24 Jul 2019 Reviews

Read more

Meteor - Magic Pandemonio (Wallace/Villainferno, 2017)

Era un disco cruciale questo per il duo chitarra/batteria dei Meteor: dopo un 7” e un 12” entrambi one side…

23 Oct 2017 Reviews

Read more

Words And Actions - Time Can't Be Turned Back (Final…

Dopo tre anni i vita i Words And Actions si arrendono all'ormai vetusto formato CD: Final Muzik pubblica infatti una…

24 Jul 2013 Reviews

Read more

Luminance Ratio - Honey Ant Dreaming (Alt.Vinyl, 2016)

Esce per Alt.Vinyl il terzo disco dei Luminance Ratio e va a fare compagnia al nutrito catalogo dell'etichetta inglese: d'altronde…

19 Sep 2016 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top