Airportman & Tommaso Cerasuolo – 23/04/10 Tipo 00 (Brescia)

Una tribute band, seppur sui generis, questo è quel che è il progetto messo insieme dai cuneesi Airportman con Tommaso Cerasuolo dei Perturbazione alla voce. Sui generis perché non onora un gruppo in particolare ma un'intera epoca; lo fa senza ricalcare pedissequamente le canzoni originali ma riarrangiandole e armonizzadole in un pop-rock raffinato a base di chitarre acustiche, fisarmoniche, glockenspiel, hammond e banjo che corrono di mano in mano fra gli intercambiabili musicisti (dubito che qualcuno abbia suonato per due brani a fila lo stesso strumento). Tributo a un'epoca che si interseca indissolubilmente con l'esperienza personale dei musicisti e di qualcuno del pubblico, quella dei primi ascolti e delle prime scoperte in ambito musicale, dal calare degli anni '70 a metà degli '80, con qualche fugace puntata più un qua. Inevitabilmente è un concerto che divide in due la platea: chi ha vissuto il periodo e conosce le canzoni godrà di un piacevole amarcord a metà fra nostalgia e scoperta grazie al trattamento subito dai pezzi, rivisti con un piglio che uniforma salutarmente folk (il Nick Drake di Black Dog), pop da discoteca (i Fiction Factory di Heaven) e rock d'autore (i The The di This Is The Day), airportmancerasuolo_livegettandovi uno sguardo affettuoso e divertito. Costoro sono i più fortunati e manifestano più volte la loro approvazione. Chi come me a quei tempi ascoltava ad andar bene i dischi dei genitori e riconosce solo i brani di maggior successo (una Tainted Love piuttosto energica) o i più recenti, ha la netta sensazione di perdersi qualcosa, nonostante l'impegno di Cerasuolo nel contestualizzare ogni pezzo, raccontando cos'ha rappresentato per lui e per quelli come lui. Per noi resterà un concerto piacevole, caratterizzato da canzoni per forza di cose belle e orecchiabili, magari un po' uniformi nel loro vestito elegante, ma con punte notevoli, come una Speeding Motorcycle in perfetto equilibrio fra la stortezza dell'originale di Daniel Johnston e la versione più rock degli Yo La Tengo o una bella Pets dei Porno For Pyros, cantata all'unisono col pubblico debitamente addestrato. Un'oretta di passeggiata piacevole attraverso un passato recente. Per qualcun altro, molto di più.

Tagged under: , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

The Shoreditch Trio - Again (Amirani, 2010)

Mi spiace essere diventato sempre più lento nel recensire i dischi, ma se può esser di vostro interesse, me li…

26 Apr 2012 Reviews

Read more

Primal Scream - Beautiful Future (B-Unique , 2008)

Arrivarci, a vedere il futuro rosa! E forse qualcuno la personale quadratura del presente l'ha trovata, tanto da cantarla a…

25 Sep 2008 Reviews

Read more

Nziria - xxybrid (Digital, Never Sleep 2022)

Nziriaa è l’alias di Tullia Benedicta, artista a me sconosciuta rimbalzata più volte nel mio mondo grazie al suo debutto…

05 Jul 2022 Reviews

Read more

Title Tracks – 26/03/11 Interzona (Verona)

Una ben strana serata quella del mio esordio stagionale all'Interzona, iniziata secondo tradizione con un‘ottima pizza nel locale dall'altra parte…

05 Apr 2011 Live

Read more

Zu & Eugene S. Robinson - The Left Hand Path…

Questo malevolo patto non è fatto per creare simpatie o mettere di buon umore, ma piuttosto per immmergerci dentro un…

28 Nov 2014 Reviews

Read more

A volte ritornano, i Peggio Punx di nuovo tra noi!

Ritornano i peggiori ragazzi con la più incontenibile foma d'energia mai uscita dal piemonte. I Peggio Punx per l'appunto. Il…

03 Mar 2012 Interviews

Read more

HAVNES.JÄRMYR.SERRIES - Distant Curving Horizon. The Primal Broken Passage. Beneath…

HAVNES.JÄRMYR.SERRIES è un trio formato dal norvegese Tomas Järmyr alla batteria (Zu, Motorpsycho), dal belga Dirk Serries alla chitarra (Fear…

18 Apr 2018 Reviews

Read more

Jesus Franco & The Drogas - No(w) Future (Bloody Sound…

Dopo un lungo silenzio (come uscite discografiche) ritornano i fratellini Droga(ti) più in forma che mai. Anzi possiamo dire che,…

16 May 2019 Reviews

Read more

Dialvogue (Andrea Bolzoni/Daniele Frati) – Outfit (Bunch, 2014)

Il collaudato sodalizio fra Andrea Bolzoni e Daniele Frati a nome Dialvogue, passato da Setola Di Maiale a Bunch Records,…

30 Jan 2015 Reviews

Read more

Stefano De Ponti - Like Lamps On By Day (Old…

Under My Bed e Old Bicycle uniscono le forze per dare alle stampe, su cassetta e CD-R con diversa grafica…

11 Mar 2014 Reviews

Read more

Vonneumann – The Procrastination Loops (Ammiratore Omonimo, 2018)

I Vonneumann sono prossimi a festeggiare i vent’anni di attività e come antipasto dell’evento rendono disponibile sul loro bandcamp una…

11 Sep 2018 Reviews

Read more

Kubark – Ulysses (Autoprodotto, 2011)

Con questo secondo EP, che segue l'omonimo Kubark del 2009, il quartetto si spoglia degli influssi delle band che li…

13 Dec 2011 Reviews

Read more

Il Genio + Vincenzo Fasano - 18/07/08 Arci Kroen (Villafranca…

Nell'umido che avvolge il giardino dell'arci Kroen, dove si suona stasera, mancano giusto alcuni esemplari di pesci volanti in sostituzione…

10 Aug 2008 Live

Read more

Scott McCloud: dai Girls Against Boys ai Paramount Styles, alive…

Forse non è necessario fare introduzioni, ma visto che nel mondo che è venuto dopo l’esplosione della rete il tempo…

23 May 2011 Interviews

Read more

Maurizio Abate – A Way To Nowhere (Boring Machines/Black Sweat,…

Membro del collettivo Eternal Zio e collaboratore dei più svariati musicisti (Jooklo Duo, Kawabata Makoto degli Acid Mothers Temple, BeMyDelay…)…

05 Jun 2014 Reviews

Read more

Gnaw Their Tongues - Eschatological Scatology (Autoprodotto, 2012)

Seguire tutte le uscite del prolifico Maurice De Jong non è facile: fra album, split e singoli siamo già oltre…

25 Sep 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top