since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: offlaga disco pax

Modotti – Come Ti Senti (Upupa/Fooltribe, 2016)

I Modotti sono un trio bolognese. Si chiamano così in onore di quella gran donna che è stata Tina Modotti. Hanno l’ultimo ep, seguito di due album, che è fuori da pochi giorni e si dicono “ritornati senza punti interrogativi” che trovo una frase positivamente inusuale quanto interessante. Certo, dopo aver ascoltato anche poco di Come Ti Senti – titolo definito come affermazione, non domanda -, mi pare molto chiaro il significato netto della frase sopra. …

Read more

Offlaga Disco Pax + Apash 2012 – 18/01/13 Circolone (Legnano – MI)

E quindi si inaugura l’anno nuovo con un live dal sapore un pò – almeno per me – antico. Offlaga Disco Pax, giusto quest’anno giunti al loro primo decennio di attività, è, principalmente, Max Collini che racconta le sue storie di emilianissima formazione tardo anni ’70. Un dejavu a cui si accorre con gioia ripetendo nella mente Robespierre (e la ‘meravigliosa toponomastica’). Nella scorsa primavera è uscito il terzo lavoro – Gioco Di Società – della compagine from Reggio with love la cui cover, ad opera di Enrico Fontanelli (un terzo della band) ha anche appena vinto il premio come Best Italian Art Vinyl 2012. …

Read more

X-Mary – A Tavola Con Il Principe (FullBlast, 2006)

Potrebbero essere la risposta "rock-funk" ai Paolino Paperino, la dove "Fetta" era punk, gli X-Mary sono rock, anche se di quello fisico ma forse più easy listening allo stesso tempo. Se Luca "Abort" degli Ifix Tchen Tchen fosse ancora vivo e non avesse avuto trascorsi in band storiche del torinese (Nerorgasmo su tutti), sono sicuro che avrebbe sorriso a sentirsi questo concept sul cibo. …

Read more

Il buio ai margini di Drive-In: il ritorno degli ’80s italiani.

"Siamo arrivati così ai tanto vituperati Eighties, per l'inevitabile "revival" dei quali bisognerà forse attendere il giro di boa del millennio".
Così scriveva Federico Guglielmi in un articolo sul "rock italiano" su un inserto speciale di "Rumore" dedicato al crescente mercato delle ristampe in cd: nonostante già all'epoca fosse più o meno una giungla che vedeva già alcuni generi (due esempi non casuali: il garage e il reggae) incontrollabili e impossibili da seguire al 100%, dubito fortemente che lui e gli altri giornalisti coinvolti avessero una vaga idea di cosa sarebbe diventata quella fetta di mercato negli anni successivi…

Read more
Back to top