since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Controlled Bleeding & Sparkle In Grey – Perversions Of The Aging Savant (Off/Old Bicycle, 2015)

Metti una band storica che ha esplorato con risultati eccellenti davvero tanti generi musicali e una band che sta diventando storica e che riesce a poporre roba davvero interessante ogni volta che fa uscire materiale nuovo. Più di trent’anni da una parte e (già) dieci dall’altra. Free-prog-jazz-noise-ambient e post-rock-electro-neo-classical. Può funzionare? Sì. Oh, se sì. Sì, tantissimo. Una ventina di tracce per un album che viene definito anti-split. Perchè è troppo per esserlo, sia in durata che in qualità offerta; uno split è un pò una marchetta, un biglietto da visita, un assaggio, qui invece si parla di un primo corposo capitolo di biografia. …

Read more

Zolle – Porkestra (Bloody Sound Fucktory, 2015)

Essenziali e diretti. Essenziali perchè è così che si definiscono: chitarra e batteria, semplici nella costruzione, naturali con il senso del “non potremmo fare diversamente”, come, dicono, una mucca che fa la cacca. Esiziali come la forza di gravità che fa cadere tutto al suolo. Sono belle immagini che rendono perfettamente, secondo me, l’idea di un disco che suona ogni singola traccia tirata, diretta appunto, senza darsi e dare un attimo di tregua sonora. Tutto è teso, cresce e non ha pause – Porkimede, Porkata -. …

Read more

Sleepmakeswaves – Love Of Cartography (Bird’s Robe Records, 2014)

Un imperdonabile ritardo è quello che caratterizza principalmente queste recensione. Mi spiace. Ho fatto cose, visto gente, non ho ascoltato molti dischi nuovi. Ricomincio col botto, quindi, parlando – come sempre – bene degli Sleepmakeswaves, che stanno a quello che un pò di tempo fa si usava definire ‘post-rock’ come i biscotti Pan Di Stelle stanno all’idea di merenda: solo il nome basta a farti spuntare un sorriso e a provocare quella voglia di averne una grossa quantità. Che si tratti di roba da far arrivare nello stomaco o al nervo acustico, assicuro che è buona. Molto. …

Read more

Sparkle In Grey – The Calendar (Grey Sparkle/Under My Bed/Old Bicycle/Lizard, 2014)

Arrivo con una stagione di ritardo a parlare del nuovo lavoro degli Sparkle In Grey che pubblicano un disco a distanza di un solo anno dallo splendido quanto riottoso Thursday Evening. In realtà The Calendar è formato da materiale risalente al 2007 e ha vocazione prettamente acustica basandosi su chitarra classica, violino e viola sopra a cui ricamano, tra altri, sonorità elettroniche e field recordings, clarinetto, violoncello, piano e lama sonora. …

Read more
Back to top