XxeNa & D.B.P.I.T. – White Stories Of Black Whales (Gatto Alieno, 2015)

Oggi, quando si parla di multimedialità, si pensa a qualcosa che permette la fruizione di un lavoro che coinvolge contemporaneamente più sensi, in genere attraverso l’uso di avanzate tecnologie. White Stories Of Black Whales, che si iscrive a pieno titolo nella categoria, è invece qualcosa di un po’ diverso: c’è una parte sonora composta da D.B.P.I.T. e una visuale a cura di XxeNa che richiede però l’azione del fruitore, trattandosi di un libretto in formato A4 con quattro disegni da colorare (adatti, ci informa il comunicato stampa, per grandi e piccini). Il tema, è chiaro, sono le balene e l’ispirazione nasce da un viaggio che ha permesso ai due artisti di entrare in contatto con questi grandi cetacei; White Stories Of Black Whales è un atto d’amore che avete la possibilità di condividere. La musica, quattro brani di lunghezza disuguale per un totale di tre quarti d’ora, è pensata come aiuto all’ascoltatore nell’atto della colorazione ma è sufficientemente autonoma da poterne parlare senza influenzare quella che è un’esperienza creativa unica per ognuno. Her Majesty, il un brano introduttivo, giustifica il titolo con bordoni di synth che si elevano e inabissano placidi e maestosi per oltre sei minuti, uno schema che in Dance In The Deep Blue è dilatato e arricchito di campionamenti del canto delle balene e battiti sintetici, descrivendo un’atmosfera più torbida e drammatica. Embrace riporta un po’ di serenità sulla falsariga del primo pezzo e introduce l’ultimo terzo del disco interamente occupato da Fly Away, pezzo mutevole e decisamente rumoroso, ma capace di equilibrare stridori e frequenze basse con fraseggi di piano che ritornano ciclicamente, mareggiate campionate e battiti riverberati dubbeggianti, un quarto d’ora che vola anche grazie alla grande varietà. In fin dei conti, con musica così eclettica ed evocativa, è legittimo chiedersi cosa possa produrre l’ascoltatore/coloratore: le figure elaborate da XxeNa si prestano ad essere interpretate liberamente e il tema “balene” è solo uno dei tanti possibili.

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Death Mantra For Lazarus - Mu (Grammofono Alla Nitro, 2010)

Ancora tu? Ma non dovevamo vederci più? Non parliamo ovviamente di Lucio Battisti, il cui ritorno ci inquieterebbe assai, essendo…

16 Jun 2010 Reviews

Read more

Treehorn - Golden Lapse (Escape From Today, Taxi Driver, 2019)

Furioso post hardcore piemontese. Implacabile vecchia scuola Savoia che senza menare il can per l'aia sciorina tutto il repertorio che…

06 Dec 2019 Reviews

Read more

Simon Grab & Francesco Giudici - [No] Surrender (LP OUS,…

Surrender è uno scontro. Uno scontro presuppone sempre una resistenza. Uno scontro presuppone due forze almeno che cozzino, combattano…

11 May 2022 Reviews

Read more

Atomic Paracelze – Atomic Love (Invaders, 2011)

Invecchiando si dovrebbe diventare più o meno intolleranti? No, perché io lo sto diventando meno e non so se sia…

27 Oct 2011 Reviews

Read more

God Fires Man - Life Like (Arctic Rodeo, 2009)

Con il passare del tempo e degli ascolti, a forza di sottopormi alle peggiori nefandezze sperimentali, rumoristiche ed a-melodiche, a…

16 Jul 2009 Reviews

Read more

Fast Forward / T Cells - Split 2x3"CD (Three…

Ci si domanda spesso (sì, giuro che ogni tanto mi stupisco a domandarmelo) dove la incredibile forza critica di due…

05 Sep 2006 Reviews

Read more

Palkosceniko Al Neon – Lungo La Strada (Autoprodotto, 2009)

Romani di Guidonia e con troppe, inutili "k" nel nome, i Palkosceniko Al Neon arrivano con Lungo La Strada alla…

20 Oct 2009 Reviews

Read more

Franz Rosati – Black Body Radiation (Manyfeetunder, 2015)

Franz Rosati riprende in discorso iniziato con l’album Ruins un paio di anni fa e con Black Body Radiation lo…

21 Mar 2016 Reviews

Read more

Low Low Low La La La Love Love Love -…

Mi piacciono i gruppi che (almeno apparentemente) non fanno niente per essere facilmente ricordati per il loro nome: questi Low…

23 Dec 2007 Reviews

Read more

Sneers - For Our Soul, Uplifting Lights To Shine As…

Non sappiamo se Maria Greta Pizza e Leonardo Oreste Stefanelli, che compongono questo duo formatosi, come spesso capita, a Berlino,…

18 Dec 2013 Reviews

Read more

Adriano Zanni - Soundtrack For Falling Trees (Bronson, 2017)

Adriano Zanni è l'uomo delle sorprese. Non ci aspettavamo il suo ritorno sulle scene col 7" Falling Apart e ora…

07 Aug 2017 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 36 (02/07/15)

Puntata numero trentasei della terza stagione di The Sodapop Fizz, Alberto Boccardi ospite di Emiliano e Massimo con un po'…

05 Jul 2015 Podcasts

Read more

Simon Balestrazzi - Ultrasonic Bathing Apparatus (Sincope, 2015)

Un rollio di basse frequenze capace di spaccarvi i woofers apre Ultrasonic Bathing Apparatus di Simon Balestrazzi, uno dei musicisti…

11 Jan 2016 Reviews

Read more

Current 93 - Aleph At The Hallucinatory Mountain (Durtro, 2009)

Riprende il largo la nave dei folli di David Tibet e dopo aver veleggiato, col precedente Black Ships Ate The…

22 Jun 2009 Reviews

Read more

Levis Hostel - Star Bell Jar (Persian Surgery, 2009)

"Lo spirito del Natale ci ammorberà fino alla prossima estate", questo sottotitolo accompagna l'esordio dei pescaresi Levis Hostel dopo il…

20 Dec 2009 Reviews

Read more

Gianluca Becuzzi - (B)Haunted (Silentes, 2014)

Ogni tanto è utile un ripasso della fitta discografia di Gianluca Becuzzi, specie per quei titoli pubblicati in edizioni strettamente…

29 Sep 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top