Giovanni Rossi – Industrial [R]Evolution (Tsunami, 2011)

Va sempre più arricchendosi la bibliografia riguardo alla musica industriale in lingua italiana. Quest’opera di Giovanni Rossi, giornalista di Ritual e redattore di un blog che raccoglie notizie e parecchie recensioni live, affrontando il tema in lungo e in largo, dagli abissi harsh fino alle derive più prossime alla pista da ballo ed è quindi particolarmente adatta ai neofiti, ma può rappresentare un buon ripasso anche per gli iniziati.
Era ovviamente impensabile coprire tutto lo spettro di un genere così vasto e non sempre facilmente circoscrivibile, ma Industrial [R]Evolution ci va vicino, scegliendo di affrontare la materia senza soffermarsi troppo sui singoli gruppi, ma seguendoli nel corso egli anni e sviscerando quanti più filoni possibili, dando spazio anche a progetti da sempre poco trattati, almeno da queste parti, come Con-Dom e Grey Wolves, o il nostro Atrax Morgue. Tuttavia questa volontà ecumenica è anche il limite del libro, perché mancando di definire cosa sia industrial e cosa no, finisce per dedicare spazio a gruppi che, a parere di chi scrive (ma non solo, leggetevi la postfazione di Maurizio Bianchi), c’entrano davvero poco, avendo perso, generazione dopo generazione, qualsiasi contatto con il suono e soprattutto con lo spirito delle origini. Certo, quella di definire industrial ogni gruppo che utilizzi un mezzo campionamento o una batteria triggerata non è certo colpa ascrivibile all’autore, il testo è anzi problematico su questo punto, soffermandosi più volte a riflettere anche attraverso la voce dei protagonisti, ma di fatto, includendo roba come White Zombie, Hocico o Marylin Manson, legittima queste frange che finiscono inevitabilmente per monopolizzare la seconda metà del libro; in definitiva, si sarebbe fatto preferire un approccio maggiromente critico. Se si esclude questo, la lettura è interessante e scorrevole, specie se si avrà la accortezza di saltare gli intermezzi che appesantiscono il testo, come le biografie dei gruppi più significativi posti alla fine di ogni capitolo (decisamente meno esaurienti di una pagina di Wikipedia) e gli specchietti con la descrizione delle canzoni più famose di alcune delle band trattate, così come le testimonianze di gente che non si capisce bene cosa c’entri con la materia trattata (Tying Tiffany?!?) se non per via della concezione allargata di cui si diceva sopra. Ottime e illuminanti sono invece prefazione e postfazione, a opera rispettivamente di Lustmord e del già citato Bianchi, così come gli apprfondimenti di Adi Newton e Ze’v, posti in appendice,  che ribadiscono in maniera netta cosa sia seriamente l’industrial. Il quadro che esce alla fine della lettura, piuttosto chiaro e veritiero, è quello di un genere attualmente perso fra ripetizione di vecchi schemi (le frange più esterme) ed eccessiva accondiscenenza al mercato (le tendenze più rock), un pantano da cui stenta a uscire. Come recita un comunicato del collettivo Death Pact International, portabandiera dell’antico spirito, e che potrebbe benissimo valere per tutta la scena, “Far irrompere Death Pact International fuori dal ghetto del noise sarebbe davvero grandioso”.

Tagged under: , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Gastr Del Sol - Twenty Songs Less 7" (Minority, 2006)

Ebbene sì. Finalmente Jim O'Rourke ha capito che per lui non c'era davvero niente da fare di utile all'interno dei…

22 Jan 2007 Reviews

Read more

Xiu Xiu + Three In One Gentleman Suit - …

Ci sono gruppi che, pur apparendo a fine corsa per quel che riguarda la qualità delle produzioni discografiche, vale sempre…

09 Nov 2012 Live

Read more

Otomo Yoshihide & Paal Nilssen-Love - 19th of May 2016…

Nuova uscita per Otomo Yoshihide e Paal Nilssen-Love, duo chitarra e batteria con all’attivo un precedente lavoro del 2014, dopo…

27 Aug 2018 Reviews

Read more

Khem - Magma 4 (Luce Sia, 2019)

Seppure in eterno ritardo temporale rispetto all' uscita, è doveroso segnalare questo lavoro altamente concettuale: la band, o forse per…

16 Jan 2020 Reviews

Read more

Zu – Axion/Chthonian Remix 7” (Public Guilt, 2011)

È questa l'ultima uscita della formazione classica degli Zu con Jacopo Battaglia dietro le pelli, un 7" in edizione…

28 Feb 2011 Reviews

Read more

Lento - Earthen (Supernaturalcat, 2007)

Giusto pochi giorni fa, notavo su una rivista specializzata che finalmente qualcuno si è deciso a raccogliere in un unico…

19 Oct 2007 Reviews

Read more

Torche + Pelican - 04/10/08 Latte Più (Brescia)

Sperimentiamo oggi un nuovo genere di recensione: la recensione-Memento (se avete visto il film, capirete). Trattando di uno di quei…

02 Oct 2008 Live

Read more

Dispositivoperilanciobliquodiunasferetta – Rembrandt Era Eccezionale (UHR/Lemming/Respira, 2009)

Dobbiamo prendere atto che oramai i giovani musicisti crescono a pane e Battles come una volta si cresceva con i…

04 Nov 2009 Reviews

Read more

Vanessa Van Basten - 29/04/10 Locanda di Campagna (Lonato -…

Ritornano a farsi vivi, nell'amata Locanda di Campagna, i Vanessa Van Basten, dopo un anno sabbatico speso a migliorare la…

07 May 2010 Live

Read more

Luca Sigurtà - Bliss (Fratto9 Under The Sky, 2012)

Luca Sigurtà pubblica per la Fratto9 di Gianmaria Aprile il disco solista Bliss, che va ad aggiungersi ad una folta…

24 May 2012 Reviews

Read more

Ojra & Kiritchenko - A Tangle Of Makosha (Nexsound, 2010)

Ho visto che di recente qualcuno ha finalmente dato spazio ad un ottimo musicista come Kyriakides, ne sono felice, sia…

12 Apr 2010 Reviews

Read more

Centauri - S/T (Lepers, 2014)

In un periodo in cui persino i beniamini Woods non danno le stesse identiche sensazioni di una volta, in zona,…

16 Jul 2014 Reviews

Read more

That Fucking Tank + G.I. Joe 10/04/09 Arci Kroen (Villafranca…

Va in scena al Kroen la notte dei dui (si può dire "dui"? Vabbè, licenza poetica). I veneti G.I.…

21 Apr 2009 Live

Read more

Alessandro Ludovico – 25 Minus Habens eXperYenZ (Minus Habens/Edizioni Pool/Puglia…

Venticinque anni sono un bel traguardo per una label indipendente delle nostre parti, sebbene l'etichetta di italianità sia certamente restrittiva…

26 Jun 2013 Reviews

Read more

Chupaconcha - Mmxi Annus Conchae (Tan, 2010)

Non so se nel caso di questo duo parlerei di "fuga dei cervelli", semmai essendo un duo batteria-tromba parlerei di…

23 Apr 2011 Reviews

Read more

Cannibal Movie - Mondo Music (Yerevan Tapes, 2012)

Dopo l'acclamato Avorio in cui venivano tirati in ballo, in modo molto azzeccato, addirittura gli Oneida di Rated O (anche…

15 Jan 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top