Faccioli/Gastaldello – Dissangue (Autoprodotto/Tulip, 2013)

Non è raro, fra i musicisti del giro avant e non solo, ritrovarsi in studio, suonare e “vedere quello che viene fuori”. Più raro è che il risultato sia non la somma o, nei casi più fortunati, il prodotto delle parti, ma qualcosa di totalmente altro, che vada oltre lo stile e la formazione dei musicisti coinvolti e si presenti con una propria personalità e autonomia. È il caso di questa collaborazione fra Andrea Faccioli (in arte Cabeki, attivo anche negli Å) e Andrea Gastaldello (alias Mingle, anche in forza ai De Curtis), un disco che porta un titolo bellissimo, privo di significato letterale e fertile di suggestioni.
Per dare vita agli otto movimenti che compongono Dissangue, Faccioli e Gastaldello si sono chiusi nel Bunker Studio di Rubiera, senza alcuna idea predefinita e una miriade di strumenti: piano verticale, chitarra elettrica, ukelin, bell harp, loop station e qualche effetto. Ne sono usciti con oltre tre ore di musica da cui hanno estrapolato otto segmenti che sono stati consegnati a Eraldo Bernocchi per il mixaggio e la masterizzazione. Giusto per fornire delle coordinate, siamo in territori dove l’ambient incontra il minimalismo, raccogliendo a tratti qualche increspatura di rumore e musica concreta: alle melodie cristalline e quasi sonnolente del piano si accompagnano suoni elettrici ed elettronici a volte suadenti, altre sottilmente disturbanti. Tuttavia, anche nei momenti maggiormente dissonanti, non viene mai meno quel senso di serena meditazione che pervade tutto il disco, semmai il rumore aiuta a evitare un’eccessiva astrazione, contribuendo a mantenere il tutto, pur appartenente a un piano astrale assai elevato, profondamento umano. Quella di Dissangue è musica che si muove calma e libera lungo percorsi non segnati e che potrebbe venir danzata, con passi lenti e leggeri. In realtà a quale genere o filone appartenga non è poi così importante, l’impressione è anzi che questa sia solo una delle possibili forme che un simile incontro possa generare; importa invece il suo saper essere la chiara testimonianza di uno stato di grazia durante il quale ognuno dei due musicisti ha trasceso sé stesso dando vita a un’opera rara e preziosa, che merita tutta la vostra attenzione. Ulteriormente arricchito, sul piano visivo, dalle curatissime grafiche di Petulia Mattioli, Dissangue esce in CD limitato e 200 copie e in cassetta a cura della Tulip di Claudio Rocchetti: affrettatevi.

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Spock’s Beard - Octane (SPV/InsideOut, 2005)

Per carità, non vi inganni la pompa di benzina! Non siamo dinnanzi agli ennesimi imitatori dei Kyuss né tanto meno…

15 Sep 2006 Reviews

Read more

Mondongo - Transparent Skin (Megaplomb, 2011)

Degna accoppiata di Megaplomb che assieme al ritorno dei Calomito fa uscire questi Mondongo, un gruppo nuovo solo nel nome…

25 Jul 2011 Reviews

Read more

Stefano Ferrian - Amphetamine (dE-NOIZE, 2011)

Un esordio? Non esattamente, visto che si tratta sì del primo disco solista di Stefano Ferrian, ma stiamo comunque parlando…

15 May 2011 Reviews

Read more

3eem - Matilda (White Label Music, 2008)

Dopo un CD ed un 7" su Small Voices, i 3eem pubblicano adesso in UK per la label di un…

15 Apr 2008 Reviews

Read more

Bogong In Action - And That If Piggod! (HysM/Lemmings, 2011)

Questo EP di otto minuti, seconda prova dei Bogong In Action dopo un limitatissimo split tape, inizia con una chitarra…

10 Jan 2012 Reviews

Read more

Giacomo Baldelli - New York City Tracks (Halidon, 2022)

Ricordate ancora quel momento di anni fa, il momento in cui per la prima volta vedeste New York? Pensateci…l’aeroporto, i taxi,…

14 Sep 2022 Reviews

Read more

Pretty Flowers - EP (Bananaseat, 2005)

Che poi a me queste cose piacciono pure... indierock che tende al punkrock con singalong a manetta e con armonie…

09 Sep 2006 Reviews

Read more

Drieu – La Distruzione (Autoprodotto, 2019)

Strano a dirsi, ma mettendo insieme esponenti del miglior post-HC (Burning Defeat), dello storico HC italico (Crash Box), dell’oi! più…

31 Mar 2020 Reviews

Read more

Scarnella/Fluorescent Pigs - Phonometak Series #8 (Phonometak/Wallace, 2010)

Nuovo vinile per la label di Iriondo coadiuvata dalla Wallace di Mirko Spino e ancora una volta si tratta di…

01 Oct 2010 Reviews

Read more

Heroin In Tahiti - Sun and Violence (Boring Machines, 2015)

Se con Death Surf c'era chiaro riferimento allo spaghetti western, qui, per mole e durata, già si parla di kolossal,…

30 Mar 2015 Reviews

Read more

Mike Cooper - Tropical Gothic (Discrepant, 2018)

Nomen omen, titolo che rispecchia a pieno le intenzioni di Mike Cooper nella stesura di Tropical Gothic. Un lavoro che…

16 Oct 2018 Reviews

Read more

Plakkaggio - C.D.G. 7'' (Hellnation, 2014)

Abbandonata l' HC  con cui li avevamo ascoltati fino a ieri ritorna il power trio di Colleferro: sempre combattivo, sempre…

03 Sep 2014 Reviews

Read more

Messa In Piaga - Undelicate Sound Of Powder (LR l'oretta…

Ritorna la piaga dai meandri del passato. Sempre  più free, uncompromising e nonsense, stavolta propugna cinque pezzi a metà strada…

10 Aug 2020 Reviews

Read more

Luca Majer - Matita Emostatica (Volo Libero edizioni)

Questo libro più CD edito da Volo Libero e mandatomi dallo stesso Majer, non raccoglie solo alcune memorie dell'autore relative…

16 Nov 2011 Reviews

Read more

Dylan Henner - Flues Of Forgotten Sands (Dauw, 2022)

L’amicizia è importante. Le connessioni sono importanti ed i consigli sono vitali. Non ho mai incontrato dal vivo Tiberio Faedi (voce dietro…

08 Aug 2022 Reviews

Read more

Yalda - Tavallodi Digar ( CD Taxi Driver, 2022)

A novembre dello scorso anno Massimo Perasso mi passa un live degli Yalda, conoscendo la mia passione per le voci…

23 Jun 2022 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top