Babau – Papalagi (Arte Tetra/Narvalo, 2015)

Arte Tetra, piccola etichetta marchigiana devota al nastro magnetico (ha in catalogo non solo cassette ma anche un VHS) si presenta a noi con la seconda uscita dei Babau, che segue l’EP d’esordio Tapes From The Bedroom. Loro, i Babau, sono due dei quattro membri degli ottimi Tetuan, nonché 100% dei boss dell’Arte Tetra. Tutto in famiglia, insomma.
Partiti come gruppo ambient/post-rock affascinato dalle sonorità exotiche,i due marchigiani sono andati via via arricchendo il proprio bagaglio culturale e vedendo la varietà contenuta in Papalagi –frutto anche dell’apporto di alcuni collaboratori- direi che hanno portato a termine il loro giro del mondo. Qui dentro, in soli 25 minuti, ci trovate davvero di tutto, anche all’interno di un unico brano. Si prenda Faus, che parte come un’oscura cerimonia crowleyana (ma forse la voce che si sente è di un “normale” stregone) e poi diventa un ritmatissima cantilena voodoo che onestamente si fa fatica a prendere sul serio ma non dimeno risulta trascinante e d’effetto. Mi verrebbe da accostarli ai Lourdes Rebels, che abbiano recensito di recente, ma questi sono ancora più apolidi, meno rigorosi nel combinare le influenze e decisamente scanzonati: nei loro pezzi si è ovunque e in nessun luogo allo stesso tempo, persi in mezzo ai canti di chissà quale popolazione e alle chitarre wah-wah (Ila No Kuaili) o sulle ali di una chitarra placidamente post-rock  che finisce per girare su melodie orientaleggianti (Palo Majombe). Per godersi Papalagi non c’è da pensare troppo, il suo intento non è essere un saggio etnografico, bisogna invece accettare di farsi disorientare da una musica che è eccentrica nel senso più pieno del termine.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Eremite - Dragonarius (Taxi Driver, 2013)

Esordio genovese con tutte le caratteristiche per accattivarsi gli amanti di ogni declinazione di (post) metal moderno. Le elucubrazioni di…

07 May 2013 Reviews

Read more

Plunkett - 14 Days (Autoprodotto, 2006)

Lascia perdere le tue “10 ragazze per me”. Piuttosto, 14 giorni ti posson bastare? Ne mancano proprio 14 alla fine…

16 Dec 2006 Reviews

Read more

AVSA – Parallels (Manyfeetsunder/Concrete, 2017)

Sarà che mi riduco sempre ad ascoltare e recensire i dischi a tarda ora, ma ammetto di essere rimasto disorientato…

27 Nov 2017 Reviews

Read more

St.Ride – Deutschland Femdom (Solar Ipse, 2016)

Il corpus immenso della discografia degli St.Ride (tredici album, se non ho contato male), coi suoi continui mutamenti stilistici ed…

21 Sep 2016 Reviews

Read more

Planet Brain - Forecasts EP (Function, 2011)

Dopo l'album d'esordio nel 2007 e uno split coi londinesi Lebatol due anni fa, l'etichetta inglese Function Record pubblica il…

11 Jan 2012 Reviews

Read more

Sparkle In Grey - The Calendar (Grey Sparkle/Under My Bed/Old…

Arrivo con una stagione di ritardo a parlare del nuovo lavoro degli Sparkle In Grey che pubblicano un disco a…

06 Nov 2014 Reviews

Read more

Giovanni Lami – Bias (Consumer Waste, 2016)

Forse mai ci è capitato di trattare di un progetto simile a quello che Giovanni Lami ha elaborato per Bias,…

12 Sep 2016 Reviews

Read more

Spite Extreme Wing - Vltra (Avantgarde/Masterpiece, 2008)

Ritorna per quello che sembra un epitaffio l"'ultima ala dello sdegno". Un album nero, innovativo, con un suono privo di…

07 Jul 2009 Reviews

Read more

Steven Blush - American Punk Hardcore (Shake, 2007)

In attesa di vedere finalmente il film, ecco American Hardcore traduzione di un libro di Steven Blush che rischia di…

24 Apr 2007 Reviews

Read more

Bachi Da Pietra - Non Io (Wallace, 2007)

Se Bruno Dorella fosse nato a Chicago, ora sarebbe sulla copertina di The Wire, abbracciato a Nick Horby, in posa…

03 Jun 2007 Reviews

Read more

Abysmal - The Plague/Bleak Serenades/333 EP (Autoprodotto, 2007/2008)

In un epoca di sovraesposizione, di vendita, di mercificazione dell'orrore, di prostituzione mediatica ed estremo decadimento intellettuale, fa grande…

05 Oct 2010 Reviews

Read more

Johnny Mox – We = Trouble (Musica Per Organi Caldi,…

Non assomiglia a nulla della roba che si sente in giro, il nuovo disco di Johnny Mox, che sembra affondare…

21 May 2012 Reviews

Read more

Nedry - In A Dim Light (Monotreme, 2012)

Si dice che nel Regno Unito si stia evolvendo una nuova scena musicale tutta dedita a sonorità che, fino a…

12 Apr 2012 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 25 (16/04/15)

Puntata numero venticinque della terza stagione di The Sodapop Fizz, questa volta l'ospite di Emiliano e Stefano è Gianluca Becuzzi che porta…

20 Apr 2015 Podcasts

Read more

Houstones - S/T (Old Bicycle/Soppressa, 2016)

Audiotape azzurro, serigrafato e numerato con inserto interno.  Rock ad ampio respiro, incastonato in una costellazione tra Seattle, Steve Wynn…

19 Oct 2016 Reviews

Read more

Tongs - Jazz With The Megaphone? (Long Song, 2009)

Disco che suona parecchio intrigante alle mie orecchie questo Jazz With The Megaphone?, frutto della collaborazione tra Luca Serrapiglio, Antonio…

02 Feb 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top