Adamennon – Mortuary Chambers (Autoprodotto/Corpocavernoso, 2010)

Il nuovo, sofferto parto dell’oscuro Adamennon, musicista dark-ambientale e adepto del culto del Megawolf, lascia poco spazio all’immaginazione fin da dai titoli del disco e delle canzoni, che ci prospettano un lugubre e poco rassicurante viaggio attraverso tre camere mortuarie. In realtà ad ogni stanza, contraddistinta dal numero ordinale, è associato un sottotitolo e questo varia un po’ la prospettiva, facendoci partecipare a un percorso dantesco, forzando in quella direzione anche l’immaginario evocato dall’ascolto. Chamber I – L’antro sembra voler misurare lo spazio attraverso il suono, rendendo mediante la scelta dei toni e la lunghezza, invero un po’ eccessiva, l’ampiezza e l’oscurità del luogo. È classico dark ambient, che procede lento, con solo qualche suono più intelliggibile in secondo piano a spezzare la monotonia della formula. L’arrivo del tragehttatore, in Chamber II – La Barca Del Non Ritorno, è descritto da un piano minimalista, cristallino e discontinuo, che si sposa con sorprendente efficacia all’atmosfera scura che caratterizza il lavoro. L’abbinamento è decisamente insolito ma molto ben realizzato, una variazione sul tema che sa evolvere la materia senza tradirne lo spirito; verrebbe quasi da dire che comunichi un senso di serenità, sebbene data dalla rassegnazione ad un destino ormai inevitabile. A livello musicale ed espressivo siamo nel momento più alto del disco, al climax della narrazione, se così vogliamo intenderlo. Con l’ultimo pezzo si ritorna nell’alveo scuro caratteristico del genere: La Porta Dell’Inferno, tiene fede al proprio nome attraverso spirali di synth scurissimi che portano, in un moto ascensionale, fantasmi di suoni, voci, rumori. È come guardare oltre il bordo dell’abisso e sentire il gemito e gli strepiti dei dannati. Se la musica proposta vi fosse sembrata eccessivamente inquietante, vi consolerà pensare che si finisce con l’inizio di una condanna. Eterna. Coerentemente con la musica veicolata, Mortuary Chambers esce in box serigrafato a mano nero su nero, in due edizioni da 23 CD ciascuna (qui potete vedere i particolari dell’artwork ed ascoltare i pezzi in anteprima).

Tagged under:

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Nembrot - S/T (Officine Frog ,2008)

Io e l'ordine non siamo mai stati i migliori amici e purtroppo, pur cercando disperatamente di metterci una toppa, crescendo…

16 Jul 2009 Reviews

Read more

Merzbow – MONOAkuma (Room40, 2018)

Se un amico neofita mi chiedesse 10 dischi fondamentali per comprendere il genere noise, tra quei dieci ce ne sarebbero…

13 Dec 2018 Reviews

Read more

Zu – 20/08/10 Festa di Radio Onda d’Urto (Brescia)

Riprende la stagione concertistica dopo un'estate trascorsa senza grandi sussulti. Sarà che sono ancora in clima da giorni vacanzieri, ma…

04 Jul 2010 Live

Read more

Simon Reynolds - Post-Punk 1978-1984 (ISBN, 2007)

Intimidisce, al primo impatto, questo volume di Simon Reynolds. Saranno le più di 700 pagine, saranno i 35 euro del…

30 Sep 2007 Reviews

Read more

Aidan Baker - The Sea Swells A Bit... (A Silent…

Potremmo dire che il signor Aidan Baker è il canadese preferito dagli italiani insieme al circuito Constellation e, anche se…

16 Feb 2007 Reviews

Read more

Balestrazzi, Eastley, Olla, Z'EV - Floating Signal (TiConZero, 2009)

Andando oltre le decine di migliaia di speculazioni che si possono fare sulla musica sperimentale, le performance e sull'improvvisazione, in…

22 Dec 2009 Reviews

Read more

The Postal Service - Give Up - Deluxe 10th Anniversary…

Quando metto su Give Up e parte The District Sleeps Alone Tonight non mi rassicura per niente pensare che questo…

14 May 2013 Reviews

Read more

Z - Mikabe (Transduction, 2007)

Poco tempo fa si sentiva parlare di un gruppo emocore che si chiamava There A Light That Never Goes Out…

09 Mar 2007 Reviews

Read more

Peter Kernel - White Death Black Heart (On The Camper,…

Dalla Svizzera con furore. E' proprio il caso di dirlo, visto che mi ero imbattuta in un live dei Peter…

26 Oct 2011 Reviews

Read more

Barachetti/Ruggeri – White Out (Ribéss/DreaminGorilla, 2016)

Luca Barachetti (già voce nei post-blues Bancale) ed Enrico Ruggeri (ex Hogwash e da tempo impegnato come solista presso tutt’altri…

09 Sep 2016 Reviews

Read more

Night Of The Speed Demons – 21/10/11 C.S.A. Dordoni (Cremona)

Il ritorno dei vecchi miti (se di ritorno si può palare, non avendo mai messo piede da queste parti) muove…

04 Nov 2011 Live

Read more

Your Anguish – Heroes & Zeroes (Autoprodotto, 2013)

Heroes & Zeroes, terza prova dei torinesi Your Anguish dopo l’esordio omonimo del 2009 e il Desertified EP del 2010,…

20 Sep 2013 Reviews

Read more

Fabio Orsi - The New Year Is Over (Silentes, 2012)

Mastodontica uscita per Fabio Orsi, infatti questo The New Year Is Over è addirittura un triplo: genericamente sono molto scettico…

09 Jul 2012 Reviews

Read more

M.B. - I.B.M. (Final Muzik, 2012)

Continuano le ristampe della serie Final Muzik Eighties e per la terza uscita arriva in catalogo addirittura Maurizio Bianchi con…

03 Apr 2013 Reviews

Read more

Sodapop Fizz – Anno 3 Puntata 1 (09/10/14)

Prima puntata della terza stagione di The Sodapop Fizz: Emiliano e Stefano in diretta ogni giovedì dalle 21:00 alle 22:30…

20 Oct 2014 Podcasts

Read more

Owen - Ghost Town (Polyvinyl, 2011)

L'anima sentimentale dei Kinsella, - non Sophie, quella del libro I Love Shopping e I Love Shopping…

14 Oct 2011 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top