since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: cannibal movie

Donato Epiro – Fiume Nero (Black Moss, 2014)

Era un po’ che Donato Epiro, impegnatissimo coi suoi Cannibal Movie, non si faceva vivo con un disco a suo nome e ne sentivamo un po’ la mancanza. Fiume Nero conferisce dignità vinilica ad alcuni brani già pubblicati nel 2009 e 2010 su un CDr e un nastro per l’americana Stunned Records, ma appare comunque un’opera assai coerente e coesa. …

Read more

Cannibal Movie – Mondo Music (Yerevan Tapes, 2012)

Dopo l’acclamato Avorio in cui venivano tirati in ballo, in modo molto azzeccato, addirittura gli Oneida di Rated O (anche se qui l’assetto è volutamente più artigianale ma non meno privo di fascino), torna il duo Cannibal Movie che in totale libertà affonda il suo coltello sacrificale in quel filone documentaristico orrorifico chiamato Mondo Movie, volto con il capostipite Mondo Cane all’inzio degli anni sessanta, più a impressionare un pubblico in cerca di sensazioni forti, che a cercare una qualche spiegazione socioculturale (pur presente, quasi a voler giustifcare l’operazione).

Read more

AA. VV. – Brigadisco 4 – Capropoli (Brigadisco, 2012)

Le compilation della Brigadisco si preoccupano, di anno in anno, di fornire una panoramica sui gruppi che transitano dalle parti di Itri, nelle varie sedi in cui l’etichetta e la Cineteca Atomica del Garigliano organizzano le serate. E dato che da quelle parti passano quasi tutti, queste raccolte finiscono per rappresentare un po’ lo stato dell’arte della scena indipendente italiana, o come accidenti volete chiamarla. …

Read more

NOfest! 2012 – 22/06/12 Spazio 211 (Torino) Prima parte

Ci sembra inutile, nel presentare la quarta edizione del Nofest!, aprire la con la solita tirata sulla qualità della proposta musicale. È idea consolidata, e assolutamente veritiera, che a questo appuntamento ci si vada soprattutto per l’ambiente, per il pubblico non solo di addetti ai lavori, per la cucina, per gli eventi collaterali che poi così collaterali non sono, contribuendo in maniera essenziale a connotare le tre serate più come una festa che non come un festival. Poi è ovvio, ci sono i gruppi, e a conferma di una qualità che è nel DNA dell’evento, c’erano un discreto numero di nomi che ci avrebbero probabilmente convinto a presenziare anche senza gli incentivi sopraelencati. …

Read more
Back to top