Roberto Bertacchini – Cotraddizioni (Phonometak, 2011)

Roberto Bertacchini è purtroppo uno dei segreti meglio celati della musica di casa nostra. Se negli anni ’70 un personaggio di tale caratura avrebbe avuto diritto almeno a una piccola ribalta, a fianco dei Mauro Pelosi e Juri Camisasca, oggi deve accontentarsi di un ruolo di ultranicchia nell’asfittica scena musicale della penisola. È un peccato per lui, ma soprattutto per tutti quelli che ben difficilmente avranno modo di ascoltarlo.
Già impegnato dietro ai tamburi con Starfuckers e Sinistri e più di recente in duo con Xabier Iriondo (che qui registra e produce) a nome Shipwreck Bag Show, proprio dal free-garage delirante di quest’ultimi parte per realizzare questo suo esordio solista, 20 minuti contenuti in un CD-R 3″ con copertina in pelle e tessuto. La ricetta è semplice: un ritmo, molto spesso disarticolato, sopra dell’elettronica sporchissima e maleducata, una chitarra o delle tastiere e a sovrastare tutto la voce, che intona melodie improbabili. In un contesto così scarno risaltano particolarmente i testi, accreditando Bertacchini come uno dei migliori autori, almeno in ambito rock: nella prima parte del disco lo stile musicale, che si stacca lentamente dai canoni degli Shipwreck, accompagna testi infantili, per tema o struttura; poi le soffici atmosfere orientaleggianti di 1986 sfociano nell’amara presa di coscienza di Vivere, i CCCP rivisti e corretti con voce e basso, che a sua volta porta alla riscoperta della vena socio-poetica con la narrativa Sterminatore Sociale e il punk pasoliniano di A Favore Della Borghesia. Gli oltre cinque minuti di delirio isolazionista che va sotto il nome di Prepara Futuro Oscuro chiudono un dischetto tanto breve quanto intenso, una perla che meriterebbe di essere esposta alla vista (e all’ascolto) di tutti.

Tagged under: , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Horchata Vs. Sil Muir - S/T (Taâlem, 2008)

Con colpevole ritardo recensisco questo cd 3", che da tanto tempo staziona tra le pile di dischi in "heavy rotation",…

01 Sep 2009 Reviews

Read more

Il Torquemada - The Killer EP (Jestrai, 2008)

Trovo bizzarro che una band, o chi per essa, per presentare la propria musica senta la necessità, come prima cosa, …

07 Jun 2008 Reviews

Read more

Ovo - Miasma (Artoffact, 2020)

Gli Ovo sono una delle realtà più seminali della scena europea degli ultimi vent’anni. Partiti da una visione punk sperimentale…

25 Mar 2020 Reviews

Read more

Marcus Fischer & Simon Scott - Shape Memory (12K, 2018)

Compagni di etichetta, l'americano Marcus Fischer e l'inglese Simon Scott si sono incontrati a Portland per registrare questo disco avendo…

17 Jun 2018 Reviews

Read more

Kajkyt – II (God, 2013)

Se non sbaglio è la prima volta che, su queste pagine, incontriamo Slobodan Kajkut in carne e ossa, dopo aver…

16 Jan 2014 Reviews

Read more

Hobocombo - Now That It’s The Opposite, It’s Twice Upon…

Hobocombo su disco, finalmente. Dopo averli apprezzati al No Fest di Torino la scorsa estate, per il gruppo di Andrea…

18 Feb 2011 Reviews

Read more

AA.VV. - Squashing Charms (Kosmik Elk Mind, 2007)

E' interessante, ascoltando questa raccolta assemblata per la sesta uscita marchiata Kosmik Elk Mind, come alcune delle caratteristiche che…

17 Jan 2008 Reviews

Read more

Marraffa/Giust/Vasi/Tabellini - Old Red City (Setola Di Maiale, 2010)

Ennesimo live che coinvolge Giust ed altri improvvisatori che negli ultimi anni sono comparsi parecchie volte in quello che Stefano…

10 Mar 2011 Reviews

Read more

Kinetix/Pylone - Sonology (Sound On Probation, 2010)

L'etichetta francese Sound On Probation è il mezzo che il musicista elettronico Laurent Perrier usa per pubblicare in completa autonomia…

04 Nov 2010 Reviews

Read more

Adriano Zanni – Disappearing (Boring Machines, 2017)

Arriva l’annunciato e atteso album di Adriano Zanni e – sorpresa! – non è come ce lo aspettavamo. Della recente…

05 Jan 2018 Reviews

Read more

Tiziano Milani, Luca Rota - The City Of Simulation (Setola…

Un progetto molto interessante quello che mi trovo fra le mani, infatti a dispetto delle molte baggianate che cercano di…

30 Apr 2010 Reviews

Read more

Ada-Nuki - S/T (Whosbrain, 2008)

Ada-Nuki propone una formula che potrebbe ormai dirsi classica e consolidata, il duo basso e batteria, arricchendola di voce, effetti…

17 Dec 2008 Reviews

Read more

Marta De Pascalis – Anzar (Tapeworm, 2016)

Il secondo lavoro della musicista italo-berlinese, stavolta pubblicato su nastro dall’inglese Tapeworm, è racchiuso in una copertina in bianco e…

30 Nov 2016 Reviews

Read more

Schonwald - Amplified Nature (Panoplie, 2009)

A quanto pare la 5 Roses oltre ad ingrandirsi sta diventando un’agenzia di promozione sia per la roba estera che…

17 Mar 2009 Reviews

Read more

Neal Morse - One (InsideOut, 2004)

Vi interessa un parere sul Prog da profana? Dio esiste. Non me ne ricorderò più solo quando bestemmio. Per chi…

25 Sep 2006 Reviews

Read more

Sic Alps + Movie Star Junkies – 28/04/12 – Interzona…

Ci volevano proprio i Sic Alps per decidermi ad uscire di casa, stasera. Il fatto che fossero spalleggiati dai Movie…

18 May 2012 Live

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top