Monosonik – Mechanical Fluxus (Ticonzero, 2011)

Ero già rimasto favorevolmente colpito dall’esordio di questo gruppo che coinvolge un ex Templebeat e TH26 (una collaborazione con Maurizio Bianchi all’attivo). Credo vengano da Cagliari e da Treviso e a dispetto dei preconcetti sull’isola o sull’intera penisola fanno un suono che sicuramente non vive nel passato ma che si trova ben piantato nel presente della musica elettronica. Intelligent Dance Music? Più o meno, comunque pur trattandosi di un disco con una serie di tracce composte dal gruppo e da una serie di remix, l’idea omogenea di un lavoro ritmico, molto notturno e quasi ballabile resta.
Si tratta di un disco molto fine in cui le migliori qualità dell’esordio dei Monosonik riemergono senza nessuna difficoltà e con questo intendo dire che troverete suoni molto equilibrati, ritmiche quadrate e fruscii ben ambientati nel contesto sonoro. Gli arrangiamenti dimostrano come le tracce siano state organizzate con molta intelligenza e senza preoccuparsi esclusivamente di far suonare tutto in modo efficace e senza perdere di vista l’idea globale della “canzone”. In un certo modo Mechanical Fluxus si trova situato in un contesto post techno al quale avevano attinto anche molti altri musicisti elettronici giapponesi, sia che si trattasse di misconosciuti (ma non per questo meno interessanti) progetti come Matik sia gente con un nome ben più consolidato come Yoshihiro Hanno. Non pensiate erroneamente che qui troverete glitch e fruscii digitali e tappeti ambient simil orientali da uscita in stile 12K, il disco è molto più ritmico, molto più quadrato e soprattutto molto europeo. I lavori di remixaggio delle varie tracce ad opera di Simon Balestrazzi, Scrawled, SShe Retina Stimulants e Simone Scara non fanno scadere per nulla il resto del disco anzi, nel caso di Simone Scara direi che si tratta di aver portato all’eccesso i suoni e miscelando il cocktail con un gran bel gusto. Musica elettronica, post-techno e lontanamente imparentata con alcune cose fuoriuscite dal giro industriale (Coil, Daf, Pan Sonic… scegliete voi). Vista l’arretratezza e la scarsa attenzione che in questo paese viene prestata all’elettronica non-italo-disco o simile non so se raccoglieranno quello che meritano, ma resta che i Monosonik, tanto come Teardo e Bernocchi in un altro contesto, stanno portando avanti una tradizione che troppo spesso viene dimenticata.

Tagged under: , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Claudio Rocchetti ‎- Some Songs (Backwards, 2014)

Un dodici pollici inciso su un lato solo, con serigrafia sul lato B e copertina con foto di Fabio Orsi:…

16 Jun 2015 Reviews

Read more

Key-Lectric - Blanking Generator (Stuprobrucio, 2009)

Ho avuto l’occasione di sentire in concerto Key-Lectric durante una loro lontana trasferta eporediese e di quella sera mi era…

23 Apr 2009 Reviews

Read more

Bobby Soul E Les Gastones - 28/06/09 (Nervi - GE)

Non sarebbe nostra intenzione dare spazio ai deliri del bieco Radu Kakarath: i suoi folli progetti, chi ci segue…

07 Sep 2009 Live

Read more

Khem – The Cross (Old Europa Cafè, 2013)

Ancor più che un collettivo, come essi stessi si definiscono, Khem mi pare essere un’entità dotata di un proprio carattere…

18 Apr 2014 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 21 (12/03/15)

Puntata numero ventuno della terza stagione di The Sodapop Fizz: Andrea Valentini è ospite di Emiliano e Stefano con una abbondante…

16 Mar 2015 Podcasts

Read more

Marta De Pascalis – Quitratue (Autoprodotto, 2014)

Marta De Pascalis l’abbiamo conosciuta grazie alla compilation Burnt Circuits Kept Under My Bed, dove si segnalava con uno dei…

20 Feb 2015 Reviews

Read more

G. C. Neri - Logos (Black Widow, 2008)

Forse un po' in anticipo sui tempi di uscita, segnalo comunque questo nuovo progetto del polistrumentista genovese Giorgio C.…

11 May 2008 Reviews

Read more

Benjamin Finger / Mia Zabelka / John Hegre - Live…

Ancora un’occasione per apprezzare il gioco di contrasti e la ricerca linguistica di Benjamin Finger di cui già avevamo potuto…

13 Sep 2019 Reviews

Read more

Luca Sigurtà - Bliss (Fratto9 Under The Sky, 2012)

Luca Sigurtà pubblica per la Fratto9 di Gianmaria Aprile il disco solista Bliss, che va ad aggiungersi ad una folta…

24 May 2012 Reviews

Read more

Wojaz - Hengienmaa (Future Lunch, 2017)

Hengienmaa di Wojaz, one man band finlandese qui alla terza prova, ci è arrivato per tramite di Paolo Monti/The Star…

24 Jul 2017 Reviews

Read more

Amusin' Projects - Mistery In The Making, Vol. 3 (Autoproduzione,…

Rimaniamo in ambito bizarre, ma stavolta su differenti coordinate. Amusin Projects, autentica dichiarazione di intenti, è il progetto dietro cui…

19 Sep 2021 Reviews

Read more

Donato Epiro – Fiume Nero (Black Moss, 2014)

Era un po’ che Donato Epiro, impegnatissimo coi suoi Cannibal Movie, non si faceva vivo con un disco a suo…

22 May 2014 Reviews

Read more

NG + Camerata Mediolanense + Khem + (r) – 21/06/2014…

Si festeggia il solstizio d’estate nei sotterranei del Ligera, un evento per  pochi intimi caratterizzato da un’atmosfera rilassata e familiare.…

11 Jul 2014 Live

Read more

37500 Yens - Astero (Distile, 2007)

Mi scuso per la banalità e per la noia che provoco nel continuare a ripeterlo, se rock dev'essere e proprio "post rock"…

16 Sep 2007 Reviews

Read more

CorLeone – Blaccahènze (Etnagigante, 2013)

È davvero un piacere ritrovare Roy Paci nelle vesti di musicista hard e sperimentatore con cui lo avevamo conosciuto ai…

19 Mar 2013 Reviews

Read more

Little Black Dress - Dunes EP (Idol, 2013)

Gli EP sono creature strane. Benedetti se si deve parlare di qualcosa che è mediocre, terribilmente dolorosi se si tratta…

02 Aug 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top