Monosonik – Mechanical Fluxus (Ticonzero, 2011)

Ero già rimasto favorevolmente colpito dall’esordio di questo gruppo che coinvolge un ex Templebeat e TH26 (una collaborazione con Maurizio Bianchi all’attivo). Credo vengano da Cagliari e da Treviso e a dispetto dei preconcetti sull’isola o sull’intera penisola fanno un suono che sicuramente non vive nel passato ma che si trova ben piantato nel presente della musica elettronica. Intelligent Dance Music? Più o meno, comunque pur trattandosi di un disco con una serie di tracce composte dal gruppo e da una serie di remix, l’idea omogenea di un lavoro ritmico, molto notturno e quasi ballabile resta.
Si tratta di un disco molto fine in cui le migliori qualità dell’esordio dei Monosonik riemergono senza nessuna difficoltà e con questo intendo dire che troverete suoni molto equilibrati, ritmiche quadrate e fruscii ben ambientati nel contesto sonoro. Gli arrangiamenti dimostrano come le tracce siano state organizzate con molta intelligenza e senza preoccuparsi esclusivamente di far suonare tutto in modo efficace e senza perdere di vista l’idea globale della “canzone”. In un certo modo Mechanical Fluxus si trova situato in un contesto post techno al quale avevano attinto anche molti altri musicisti elettronici giapponesi, sia che si trattasse di misconosciuti (ma non per questo meno interessanti) progetti come Matik sia gente con un nome ben più consolidato come Yoshihiro Hanno. Non pensiate erroneamente che qui troverete glitch e fruscii digitali e tappeti ambient simil orientali da uscita in stile 12K, il disco è molto più ritmico, molto più quadrato e soprattutto molto europeo. I lavori di remixaggio delle varie tracce ad opera di Simon Balestrazzi, Scrawled, SShe Retina Stimulants e Simone Scara non fanno scadere per nulla il resto del disco anzi, nel caso di Simone Scara direi che si tratta di aver portato all’eccesso i suoni e miscelando il cocktail con un gran bel gusto. Musica elettronica, post-techno e lontanamente imparentata con alcune cose fuoriuscite dal giro industriale (Coil, Daf, Pan Sonic… scegliete voi). Vista l’arretratezza e la scarsa attenzione che in questo paese viene prestata all’elettronica non-italo-disco o simile non so se raccoglieranno quello che meritano, ma resta che i Monosonik, tanto come Teardo e Bernocchi in un altro contesto, stanno portando avanti una tradizione che troppo spesso viene dimenticata.

Tagged under: , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Raising Fear - Mythos (Dragonheart/SPV, 2005)

La nuova promessa del power metal! segnalano le prime note biografiche di questa scoppiettante formazione nostrana. Sound tedesco postbellico (Helloween,…

15 Aug 2006 Reviews

Read more

Belp - Hippopotamus (SVS/Schamoni Music, 2018)

Il tedesco Sebastian Schnitzenbaumer è attivo dal 2013 con il monicker Belp e produce musica elettronica principalmente per la sua…

19 Jun 2018 Reviews

Read more

Makhno/HaveyousaidMakhno - Digital 7” (Neon Paralleli/Brigadisco/HYSM?/Wallace, 2013)

L'alias di Paolo Cantù torna a farsi sentire con un 7" digitale, presentato con grafica e immagini del vinile come…

02 Jul 2013 Reviews

Read more

Nedry - In A Dim Light (Monotreme, 2012)

Si dice che nel Regno Unito si stia evolvendo una nuova scena musicale tutta dedita a sonorità che, fino a…

12 Apr 2012 Reviews

Read more

Kotha – XI (This Winter Will Last Forever, 2017)

Make Sodapop metal again, part. 2. Dopo Boslide è l’ora di Kotha, progetto esordiente che esce per un’etichetta che è…

12 Jun 2017 Reviews

Read more

Fine Before You Came + Vulturum – 25/09/09 Arci Kroen…

Lontani nello stile musicale ma vicini nello spirito, essendo nati, in tempi diversi, dal substrato della scena punk hardcore degli…

13 Oct 2009 Live

Read more

Me Raabenstein - R (Nonine, 2012)

L'eterno ritorno di Me Raabenstein, ma non in senso ebraico e neppure in termini di tematiche, è semplicemente che questo…

04 May 2012 Reviews

Read more

OvO – Crocevia (Load, 2009)

Tornano gli OvO e questa volta la release è 100% "made in Usa" come buona parte delle armi con cui…

10 Jan 2009 Reviews

Read more

Muviments Festival – 28-29/12/11 Itri (LT)

C’era bisogno, per chiudere decentemente un 2011 non propriamente esaltante sul fronte dei concerti, di un festival come si deve…

13 Jan 2012 Live

Read more

Adam McBride-Smith - Good And Gone (Autoprodotto, 2007)

La materia dell'Americana, più o meno rimaneggiato folk tradizionale degli States, mi ha sempre lasciato abbastanza interdetto. Mica ho mai…

07 Dec 2009 Reviews

Read more

Dead Boomers/Crow + Rushford/Talia + Hamann + Brennan/Butler - 24/10/10…

E' domenica sera ma la musica dal vivo non si ferma a Melbourne e la nostra scelta si orienta sul…

22 Sep 2010 Live

Read more

Six Twilights - S/T (Own, 2007)

La Own si consacra all'indie pop, anche se non proprio quello convenzionale che le permetterà la scalata delle classifiche, non…

07 Sep 2007 Reviews

Read more

Body Bag Redemption – The Exclusive Fun Of Fishing In…

Cosa si potrà dire di un EP di circa 9 minuti? Nulla, se non che è il seguito di altre…

17 Oct 2021 Reviews

Read more

Mulatu Astatke - Mulatu Steps Ahead (Strut, 2010)

Mi sono avvicinato quasi per caso alla musica di Mulatu Astatke giusto poco prima di ascoltare questo suo nuovo disco…

27 Mar 2010 Reviews

Read more

Davide Cedolin - Embracing the Unknown (Torto, Marsiglia 2021)

Un sonaglino, la chitarra che si fa sentire, limpida, agra…poi parte la voce di Davide Cedolin e 70 anni di…

08 Feb 2022 Reviews

Read more

Pixies - 05/06/10 Piazza Castello (Ferrara)

Io ci provo, ardentemente, a ricacciare i cattivi pensieri e l'evidente e incipiente vecchiaia, ma il mondo non mi aiuta.…

22 May 2010 Live

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top