Koji Asano – Travel Coupons (Solstice, 2012)

Il compositore Koji Asano pubblica Travel Coupons, il suo primo disco dell’anno 2012, come sempre rigorosamente autoprodotto sulla sua etichetta Solstice; il sempre prolifico giapponese non dà tregua ai suoi ascoltatori con continue uscite anche abbastanza ravvicinate tra di loro, questa registrazione è infatti la sua uscita numero 47 dal suo esordio Solstice del 1995: una serialità e una precisione tutta orientale. Due brani per un’ora di musica impostata su una straniante rielaborazione elettronica dei suoni di una orchestra. Il primo pezzo dura circa dieci minuti e mi ricorda quell’attimo magico in cui l’orchestra procede ad accordare gli strumenti, solo che questo tipo di sonorità è resa qui con artifici digitali ed è usata come “strumento” da suonare per tutta launghezza del brano, teso e sferzante. Più rilassata è l’atmosfera crepuscolare che si percepisce nel secondo pezzo, dove il mescolone “contemporaneo” di suoni d’orchestra rovesciati e reimpastati fa quasi pensare ad una sorta di drone obliquo, capace di proseguire inesorabilmente per più di tre quarti d’ora, mettendo alla prova la vostra resistenza: sarà premiata se presterete attenzione ai microsuoni che si rincorrono via via all’interno delle folate sonore della composizione e ad echi e fraseggi apparentemente persi nel mare magnum di note stiracchiate. Un altro tassello nella discografia del nostro, verboso ma interessante e coinvolgente.


http://www.kojiasano.com/

Tagged under:

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Shonen Knife – Pop Tune (Damnably, 2012)

"Quando le vidi la prima volta dal vivo, mi trasformai in una isterica ragazzina ad un concerto dei Beatles". Queste…

12 Sep 2012 Reviews

Read more

The Star Pillow - Symphony For Intergalactic Brotherhood (Boring Machines,…

Cosa si può ancora dire della musica di The Star Pillow? Col suo progetto Paolo Monti  esplora le possibilità espressive…

11 Aug 2018 Reviews

Read more

?Alos/Xabier Iriondo - Endimione (Brigadisco, 2012)

Il sodalizio fra Stefania Pedretti/?Alos e Xabier Iriondo, che avevamo sperimentato con il 7” su Tarzan Records, esordisce sulla lunga…

23 Oct 2012 Reviews

Read more

Franklin Delano - Come Home (Ghost, 2006)

Non c'è bisogno di presentazioni, in campo di cantautorato indie rock le quotazioni dei Franklin Delano, già altissime, si riconfermano…

03 Apr 2007 Reviews

Read more

Francesco Meirino - Beyond Repair (Sincope, 2014)

Lo spagnolo Francesco Meirino, di stanza a Losanna, ha danni abbandonato il suo vecchio moincker Phroq per portare avanti a…

07 May 2015 Reviews

Read more

Lite - Filmlets (Transduction, 2007)

I giapponesi hanno una cultura che non sono mai riuscito a capire bene: riescono a inglobare elementi dall'esterno in modo…

26 Jan 2007 Reviews

Read more

C'mon Tigre - S/T (Autoprodotto, 2014)

Misterioso duo i C'mon Tigre: non si sa niente sull'identità di questi due nostri connazionali, tranne che hanno collaborato per…

12 Dec 2014 Reviews

Read more

Sir Richard Bishop & W. David Oliphant / Karkhana with…

Carte Blanche è il nuovo split pubblicato dalla Unrock nella Saraswati Series, un interessante tassello di musiche altre che vanno…

04 Apr 2019 Reviews

Read more

Nightstick - Death To Music (Relapse, 1999)

Ad oggi l'ultimo lavoro dato alle stampe di una tra le più misconosciute, ma soprattutto sottovalutate heavy band americane…

23 Jan 2008 Reviews

Read more

Kitchen Door - Sodapop Edition n.6

No, non è il caldo ad averci dato alla testa. L'ultima puntata della stagione è un mix di poesia aulica,…

08 Jun 2010 Podcasts

Read more

K'An – Anima (Ōnyūdō, 2013)

È un esordio che lascia il segno quello del romano Paolo Bellipanni, ispirato e ricco di riferimenti ma non facilmente…

04 Apr 2014 Reviews

Read more

Replace The Battery - Daily Birthday (In The Bottle, 2010)

Non male, l’esordio di questo quintetto padovano che risponde al nome di Repalce the Battery. Però. Citano Explosion In The…

26 Jan 2011 Reviews

Read more

The Psychic Paramount – II (No Quarter, 2011)

Formati da 2/4 dei Laddio Bolocko, il chitarrista Drew St. Ivany ed il bassista Ben Armstrong, a cui va ad…

27 Mar 2011 Reviews

Read more

Fuh – Dancing Judas (Smartz/Escape From Today, 2010)

I Fuh vengono da Canale, Cuneo, Piemonte. E’ necessario specificarlo perché la geografia riveste una certa importanza in questo caso.…

18 Mar 2010 Reviews

Read more

April Fools Day - 9th (Junk, 2008)

Chi dice che la Spagna non ha nulla da offire in ambito indipendente? Etichette come la Elefant Records e festival…

28 Nov 2008 Reviews

Read more

The White Mega Giant - Antimacchina (Shyrec/Up To You, 2011)

Quando siamo arrivati ad un punto di rigetto verso qualsiasi nuova band giovane, magari italiana, che ripropone in pieno…

23 Feb 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top