Gurubanana – Karmasoda (Shyrec, 2011)

Se uno dice "pop rock", voi cosa pensate? Possono due paroline così generiche inquadrare la sostanza di un disco? Non saprei, rispondetevi da soli, quello che voglio dire è che Karmasoda alle mie orecchie suona pop rock. Insomma, ascoltandolo mi vengono in mente R.E.M., mentre l’eclettismo di certi passaggi mi rimanda direttamente ai Deus, ma per certi versi anche i Pulp potrebbero fungere da termine di paragone (o, perché no? The Pretenders!). Le canzoni suonano tutte molto calibrate, si comprende che dietro c’è la ricerca e la volontà di scrivere un buon pezzo originale.
Certo, non tutto mi piace allo stesso modo, e per quanto la melodia sia ovviamente uno dei punti focali del disco, quello che ascoltandolo mi salta maggiormente all’orecchio è il lavoro di produzione: stilisticamente non un pezzo è uguale all'altro, eppure si capisce che la mano dietro a tutto quanto è la stessa, e questo per come la vedo io è un ottimo indizio delle capacità di chi ha pensato questo disco. Forse l'unico ingrediente che manca per farmi dire che Karmasoda è veramente un buon disco, o meglio visto che in realtà lo è, per farmi dire che è qualcosa di più di un buon disco è il mordente, l'energia (in Piemonte diremmo il "gheddu", perdonate l’intrusione dialettale), e non intendo dire il ritmo sostenuto, quello c'è pure, ma è come se ci fosse qualcosa che stenta a venire fuori e rimane sotto e si intravede appena. Trovatelo e sarà la chiave di tutto. (O magari è solo questione di alzare il volume delle cuffie? Ascoltate il disco che, a parte tutte le mie elucubrazioni mentali, ne vale la pena).

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Colleen Green - Sock It To Me (Hardly Art, 2013)

In heavy rotation in macchina da settimane, il disco di Colleen Green verrà testè premiato con una recensione incensante. Drum…

18 Sep 2013 Reviews

Read more

Camion - A Serenade For Yokels (Autoprodotto, 2011)

Appena mi è capitato fra le mani il disco di questo terzetto romano non ho potuto non pensare che avessero…

27 May 2011 Reviews

Read more

Germanotta Youth – The Harvesting Of Souls (Wallace, 2011)

Si contano ormai sulle dita di cento mani i progetti a cui Massimo Pupillo degli Zu collabora in maniera più…

02 Feb 2011 Reviews

Read more

Lucertulas – The Brawl (Robotradio/MacinaDischi, 2010)

E venne il giorno della Lucertola. Dal precedente Tragol Del Rova ci dividono due anni e mezzo e decine di…

30 May 2010 Reviews

Read more

Taub - The Wrong Path (Bearsuit, 2010)

Dietro alla sigla Taub, di cui avevamo già recensito un ottimo lavoro qualche tempo fa, si nascondono Harold Nono e…

13 Sep 2010 Reviews

Read more

Konstrukt & Keiji Haino - A Philosophy Warping, Little By…

L’ensemble free-impro turco Konstrukt, dopo aver condiviso dischi e performance con artisti importanti della scena improv internazionale, invita a collaborare…

01 Sep 2018 Reviews

Read more

Iceburn/Ascend/Eagle Twin: la poetica del ghiaccio e del fuoco di…

Riprendiamo e concludiamo il racconto delle vicende di Gentry Densley e delle sue creature, ripartendo dall'ultimo periodo degli Iceburn, quello…

06 Mar 2012 Articles

Read more

Attilio Novellino/Collin McKelvey - Hyperhunt (Random Numbers, 2017)

La Split Series della Random Numbers nasce con l’intento di documentare su nastro la scena italiana più sperimentale. Questo quinto…

02 Mar 2018 Reviews

Read more

Maurizio Abate – A Way To Nowhere (Boring Machines/Black Sweat,…

Membro del collettivo Eternal Zio e collaboratore dei più svariati musicisti (Jooklo Duo, Kawabata Makoto degli Acid Mothers Temple, BeMyDelay…)…

05 Jun 2014 Reviews

Read more

?Alos - Yomi, L'Oscura Terra Dei Morti (Bar La Muerte,…

Per questo 10", che fa da ponte tra Ricamatrici e un nuovo disco già in preparazione, Stefania Pedretti sceglie di…

14 Feb 2011 Reviews

Read more

Gino Dal Soler – The Circle Is Unbroken (Tuttle, 2011)

Molti dei libri delle edizioni Tuttle prendono le mosse da articoli e rubriche di Blow Up e vengono integrati e…

07 Oct 2011 Reviews

Read more

Enkil/La Furnasetta – Industrial Archeology (Luce Sia, 2019)

Chi si appresta all’ascolto di Industrial Archeology, cassetta split pubblicata da Luce Sia, non può farsi illusioni: il titolo e…

27 Aug 2019 Reviews

Read more

Celtic Frost - Monotheist (Century Media/Prowling Death, 2006)

Quante volte Thomas G. Warrior ci avrà rimuginato sopra negli ultimi dieci anni? Me lo sono spesso domandato. Molte volte…

29 Jul 2006 Reviews

Read more

Papiro – Rise (Solar Ipse, 2019)

Marco Papiro lo ricordo bene alla chitarra degli svizzeri Mir, autori di uno splendido album omonimo - uscito per Wallace…

13 Mar 2020 Reviews

Read more

Shonen Knife – Free Time (Damnably, 2011)

Ho scoperto le Shonen Knife anni fa grazie ad uno splendido split 7" in compagnia degli Shudder To Think (senza…

25 Oct 2011 Reviews

Read more

Natural Assembly - Army Of Departure (Avant!, 2012)

Duo londinese completamente immerso nella tradizione della dark wave ottanta questi Natural Assembly, in pieno stile Avant! direi. L'etichetta bolognese…

09 Jan 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top