Carlo Pastore – Se Fai Un Bel Respiro (Mondadori, 2009)

Basta, per giustificare la recensione di Se Fai Un Bel Respiro su queste pagine, i gruppi citati (dagli At The Drive In ai Pan Sonic) e parafrasati (dal Teatro Degli Orrori alle solite Luci Della Centrale Elettrica) o la copertina disegnata dal chitarrista degli Altro? Forse, ma solo il fatto che l'autore sia quel Carlo Pastore fondatore di Rockit, direttore artistico del Mi Ami, discografico con l'etichetta Sangue Disken e DJ col collettivo musicale dallo stesso nome, è ragione più che sufficiente.
Diciamolo subito: il libro vale pochino, dal punto di vista letterario. Romanzo di formazione vagamente autobiografico, specie di "Jack Frusciante quindici anni dopo", è una storia banalotta di noia provinciale, droghe leggere e speranze per il futuro, che sta alla letteratura come un brano del calibro di Frangetta de Il Deboscio sta alla storia della musica. A livello di scrittura c'è poco o punto da salvare e fra imbarazzante gergalità giovanile, aggettivi a (inutile) profusione e improbabili accostamenti sintattici, viene persino il dubbio che il manoscritto sia passato sotto gli occhi di un editor. Ma ovviamente non ci si può fermare al livello così superficiale: pensiamo davvero che il pur giovane Pastore scriva in questo modo elementare, ingenuo, spesso imbarazzante? Crediamo davvero che per l'esordio letterario la sua mente non sia riuscita a partorire nulla di meglio? Ovviamente no. L'opera va dunque inquadrata in un ambito più ampio, quello del progetto culturale che Pastore persegue ed esplica sulle pagine del blog e in alcuni video in tema che girano in rete. In quest'ottica la scrittura, caratterizzata da una descrittività ridondante che non lascia spazio al lettore e assegna all'autore la completa organizzazione del mondo oltre la pagina, si rivela veicolo di un ben preciso disegno egemonico di stampo carismatico-messianico. Così, quello che, a una lettura superficiale, appare come un "Moccia in salsa indie" si rivela a uno sguardo più approfondito il Mein Kampf di Carlo Pastore, un testo scritto in un linguaggio iniziatico che, nel suo essere o non essere compreso, marca da subito l'appartenenza o meno alla nuova ondata. Quelle che ad un adulto parranno probabilmente frasi vuote, finanche stupide, sono in realtà le parole d'ordine attraverso cui l'autore organizza le masse di adolescenti che al prossimo Mi Ami innalzeranno Se Fai Un Bel Respiro come fosse il loro Libretto Rosso, primo passo della strisciante rivoluzione indie-massonica che cambierà l'Italia negli anni a venire.
Il Carlo è il mio Pastore, non manco di nulla.

Tagged under: , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

The Doggs - Black Love EP (Autoprodotto, 2011)

Marcissimo e maleodorante EP imbrattato di Stooges, Velvet Underground e sferragliante punk anni settanta. Fa sempre piacere sentire che esiste…

16 Feb 2012 Reviews

Read more

Joan Jordi Oliver - Enlaire (LP Total Silence, 2022)

Devo essere onesto, non so molto di Joan Jordi Oliver. So che risiede a Zurigo, dove organizza in diversi spazi…

15 May 2022 Reviews

Read more

LaColpa - Post Tenebras Lux (Brucia, 2021)

Uscito in dicembre ma da considerarsi un prodotto dell'anno in corso LaColpa incarna l'ultima fatica di Davide Destro, ormai decano…

15 Feb 2021 Reviews

Read more

The Days Are Blood – S/T (Autoprodotto, 2013)

Ci sono duo strumentali e duo strumentali. Fatto salvi quelli dediti all'improvvisazione radicale che in linea di massima, lo sapete,…

10 Apr 2013 Reviews

Read more

Camilla Pisani - Frozen Archimia (Midira, 2020)

Camilla Pisani approda sulla tedesca Midira con un nuovo lavoro che esprime bene la consapevolezza della sua visione. I sei…

17 Mar 2020 Reviews

Read more

Nytt Land – 14/09/2019 VII Midgard Viking Folk Fest (Viadana…

Sono insolite connessioni culturali quelle che portano, in questa notte di luna piena e rossa, i siberiani Nytt Land (quattro…

17 Sep 2019 Live

Read more

WOW - Falene (Maple Death, 2021)

Gli WOW, dacché li conosco e li ascolto, sono stati sempre portatori di due principi, stile ed eleganza. Progetto che…

16 Jan 2022 Reviews

Read more

Swedish Mobilia – It's Not Jazz, It’s Worse (Auand, 2016)

Se non apprezzassimo da tempo gli Swedish Mobilia – il trio composto da Andrea Bolzoni alla chitarra ed elettronica, Dario…

21 Mar 2017 Reviews

Read more

Deison & Mingle – Innersurface (ST.AN.DA., 2017)

La nuova collaborazione fra Andrea Mingle Gastaldello e Cristiano Deison (se non si conta il miniCD d’esordio per il single…

27 Mar 2017 Reviews

Read more

Valla II – Lullabies (Autoprodotto, 2012)

Capita a volte, rovistando a caso nel ciarpame della rete, di pescare qualche perla. Così, poco tempo fa, ci è…

31 May 2012 Reviews

Read more

Anthony Cedric Vuagniaux - Le Clan Des Guimauves (Plombage/Suisa, 2014)

Il compositore svizzero Anthony Cedric Vuagniaux arriva alla terza uscita sulla lunga distanza, sempre restando nel genere della colonna sonora,…

31 Mar 2015 Reviews

Read more

Squadra Omega – Altri Occhi Ci Guardano (MacinaDischi/Sound Of Cobra/Outside…

È stato un periodo assai prolifico quello appena trascorso per  la Squadra Omega, che ha portato all’uscita di ben tre…

16 Oct 2015 Reviews

Read more

Donato Epiro – Fiume Nero (Black Moss, 2014)

Era un po’ che Donato Epiro, impegnatissimo coi suoi Cannibal Movie, non si faceva vivo con un disco a suo…

22 May 2014 Reviews

Read more

Furtherset - To Alter And Affect EP (-Ous, 2018)

Attivo già da qualche anno, Tommaso Pandolfi aka Furtherset ha pubblicato varie uscite e alcune presenze in contesti importanti dentro…

27 Apr 2018 Reviews

Read more

Dans Les Arbres - Volatile (Sofa, 2019) / Mausoleum (Bandcamp…

Dans Les Arbres è un ensemble composto dal clarinettista francese Xavier Charles e i norvegesi Christian Wallumrød (piano), Ivar Grydeland…

10 Jan 2020 Reviews

Read more

Barabba - Primo Tempo (Autoprodotto, 2022)

Notturno trip hop in italiano per alcuni dei volti più noti del panorama indie rock di casa nostra. Uno di…

05 Apr 2022 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top