since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Barn Burning – Werner Ghost Truck (Tarnished, 2007)

Barn Burning è il titolo di un racconto di Faulkner: se conoscete questo scrittore e date una occhiata al campo di grano in copertina potrete già capire che in questo disco c'è spazio per il folk e il country. In più se vi dico che sono sotto l'ala protettrice di Robert Fisher dei Willard Grant Conspiracy (ospite in un pezzo) i vostri sospetti saranno confermati, ma c'è dell'altro. Ascoltando questo disco vengono in mente pure… i Joy Division! quando l'ho letto nel comunicato stampa non ci credevo, eppure è così, anche se pensare Ian Curtis in trasferta da Manchester a Nashville mi fa uno strano effetto. Non che l'amalgama riesca male, anzi: l'allegria non è decisamente di casa ma i pezzi sono davvero riusciti. La voce sofferta di Anthony Loffredio è accompagnata da una chitarra acustica ed elettrica a tratti indierock (molto Red House Painters, come in Flailing, la mia preferita) e dall'immancabile violino, i brani hanno personalità e non sono mai banali; al secondo disco, i Barn Burning sono di Rhode Island e nonostante da quelle parti in questo periodo ci sia molto hype per la Load Records, a occhio e croce c'è posto anche per l'indie rock misto al country… Myspace qui.

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top