since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Snail Mail – Lush (Matador, 2018)

Quanti dischi indierock avete sentito in questi anni che avevano tutto al posto giusto ma non vi dicevano in realtà nulla? Io parecchi e ci provo sempre (da un certo punto di vista devo avere una qualche fede incrollabile, forse nella musica?): suoni perfetti, estetica curatissima, magari anche ottime recensioni, link, condivisioni, radio show, headliner…

Read more

Skrima – Tapes (Disasters By Chioce, 2018)

Debutto che viene da lontano per Skrima, progetto di Salvo Pinzone in cui come dichiarato dal titolo sono proprio i nastri ad avere un ruolo centrale: Tapes è infatti composto da registrazioni di suoni e rumori elaborate nei primi anni ottanta con strumentazione analogica. I sei brani risultanti per venticinque minuti di musica non sentono…

Read more

Belp – Hippopotamus (SVS/Schamoni Music, 2018)

Il tedesco Sebastian Schnitzenbaumer è attivo dal 2013 con il monicker Belp e produce musica elettronica principalmente per la sua etichetta Schamoni Music, realtà che colpevolmente non conoscevo: rimedio con questo Hippopotamus che è un disco intrigante e fruibile su diversi piani di lettura. Lungi da me parlare di “dance intelligente” (non vorrei cadere nel…

Read more

Marcus Fischer & Simon Scott – Shape Memory (12K, 2018)

Compagni di etichetta, l’americano Marcus Fischer e l’inglese Simon Scott si sono incontrati a Portland per registrare questo disco avendo a disposizione una sola giornata: campioni e suoni già scambiati in anticipo in rete, i due si sono dedicati a tornire suoni ambientali nella galleria d’arte S1, che offre anche uno spazio dove suonare e…

Read more
Back to top