Angelo Bignamini – Decay (Luce Sia, 2017)

The Great Saunites, Lucifer Big Band, Billy Torello, Filtro… Ad elencare tutti in progetti in cui è coinvolto Angelo Bignamini da Lodi rischio di esaurire le battute a disposizione per la recensione. Stavolta però si presenta a suo nome con un nastro per l’ineffabile Luce Sia dove, in mezz’ora, il musicista ci mostra il suo lato più intimo e introverso ma anche il più poetico. Se, come ci dice il titolo, il tema è la decadenza si tratta di una decadenza evocata in spazi ampi, pervasi da un’atmosfera livida che il musicista contempla quasi con malinconia. Siamo fra elettroacustica e post-industrial ma con un senso del limite nell’uso del rumore che rende l’ascolto decisamente interessante, permettendo di cogliere sfumature e profondità altrimenti illeggibili nelle distorte frequenze noise. I nastri e gli effetti che vengono infatti manipolati senza mai eccedere in distorsione e volume, generando un suono ruvido ma ovattato che viene poi assemblato senza abbandonarsi a uno stile informale ma dando ordine, ritmo ed equilibrio alle parti. Se sul primo lato i buoni momenti non mancano – a partire dal noise granulare dell’inizio che sfocia in una foresta di battiti riverberati – è sul secondo che il lavoro trova la sua coesione e massima compiutezza. Il suono guadagna profondità, gli spazi evocati da percussioni dubbate e lentissime e spipoli elettronici sono grandiosi ma descritti con pochi tratti/suoni così da evitare ogni magniloquenza e la sensazione è la stessa che si ha nell’assistere a distanza, affascinati e inquieti, allo scatenarsi di un temporale. Antichi studi di storia dell’arte mi fanno venire in mente il termine “sentimento del sublime” e direi che si adatta alla perfezione a questa musica. Come accennavamo all’inizio Decay è interessante se inserito nella discografia di Bignamini ma non è indispensabile contestualizzarlo per capirlo: il contesto se lo costruisce benissimo da sé.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Nudist - See The Light Beyond The Spiral (Santavalvola/Taxi Driver/Shove/Deathcrush/Oniric/DioDrone,…

Nella più contemporanea tradizione sludge, il viatico dei nostrani Nudist fuoriesce istantaneamente dall'atmosfera come attacca l'apripista Horror Vacui. Immediatamente veniamo…

01 Apr 2015 Reviews

Read more

Keiji Haino, Merzbow, Balazs Pandi - Become The Discovered, Not…

Dopo An Untroeblesome Defencelessness, tornano a fare danno i maestri del rumore Keiji Haino e Merzbow assieme al sodale Balasz…

18 Oct 2019 Reviews

Read more

Z’Ev & Simon Balestrazzi – Reverbalizations (Boring Machines, 2014)

Se faceste una rapida ricerca in rete rimarreste sorpresi nello scoprire quanti dischi siano stati registrati in caverne: non solo…

17 Jun 2015 Reviews

Read more

Pierre Bastienne - Visions Of Doing (Westernvynil, 2008)

Pensavo che la Westernvynil fosse per il pop di gusto o comunque per la musica easy listening e tutto sommato…

11 Nov 2008 Reviews

Read more

Fabio Orsi/My Cat Is An Alien - For Alan Lomax…

Alan Lomax, ovunque ora si trovi, sarà felice di questo disco tributo dato che raggruppa una vera spremuta di buon…

02 Apr 2007 Reviews

Read more

Ooopopoiooo - 18/05/2014 Teatro Santissima Trinità (Verona)

Cambio di location per le serate dell'associazione Morse, un nomadismo utile a farci conoscere nuovi spazi e realtà: questa è…

30 May 2014 Live

Read more

Monno – Ghosts (Conspiracy, 2009)

Anche il doom cerca vie per evolversi, superare la lezione dei maestri senza tradirne lo spirito. I Monno, da Berlino…

14 Dec 2009 Reviews

Read more

RD - Bodies Inspected (Luce Sia, 2020)

Dub post-atomico, apparentemente disarticolato, ma che si struttura nell'inesorabile incedere addizionando continui blip e pattern cigolanti. Bodies Inspected è il…

15 Nov 2020 Reviews

Read more

Robair/Ezramo/Fenech/Buchler/Ulva - Popewaffen (Corvo, 2011)

Combo in cui si trovano Gino Robair (che oltre ad una carriera come insegnante, improvvisatore ed altro ha collaborato "solo"…

26 Jul 2011 Reviews

Read more

Ieper Hardcore Fest 2012 - 10-12/08/12 Ieper (Belgio)

In questo 2012 ricorre il ventennale dello Ieperfest e gli organizzatori hanno scelto una scaletta celebrativa: di conseguenza ci sono…

22 Sep 2012 Live

Read more

Noise Fall – Demo 2009 (Autoprodotto, 2009)

Non so se i Noise Fall vorrebbero ricordare più gli Screaming Trees, i Mudhoney o gli Alice In Chains, ma…

29 May 2010 Reviews

Read more

Alice Kundalini & Luca Sigurtà - Love, Noise and Yoga

21:17 di un qualsiasi sabato sera. Ho appena chiuso un’operazione economica virtuale che in un paio di settimane porterà dal…

22 May 2022 Articles

Read more

Giuda - Racey Roller (White Zoo, 2011)

Disco dell' anno senza dubbio. Frizzante ed effervescente rock'n' roll che sta a Slade e The Ruts tanto quanto…

13 Oct 2011 Reviews

Read more

Paolo Spaccamonti - Buone Notizie (Bosco, 2011)

Gradito ritorno di Paolo Spaccamonti dopo un gradevole esordio che aveva lasciato ottime impressioni. La semplicità si conferma una delle…

04 May 2011 Reviews

Read more

Sparkle In Grey - The Calendar (Grey Sparkle/Under My Bed/Old…

Arrivo con una stagione di ritardo a parlare del nuovo lavoro degli Sparkle In Grey che pubblicano un disco a…

06 Nov 2014 Reviews

Read more

Vanessa Van Basten - La Stanza Di Swedenborg (Eibon, 2006)

Uno dei gruppi genovesi più "chiaccherati" del momento? Non saprei, non abitando neppure nella Superba dura valutarne la fama in…

26 Feb 2007 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top