Vs. Antelope – S/T (Arctic Rodeo, 2011)

Escono per la tedesca Artic Rodeo (recorz) i VSA, così come al gruppo piace chiamarsi. La label di Amburgo tratta, con una certa predilizione per le uscite in formato vinile, un genere dedicato a tutti quelli che ancora oggi sono giustamente ancora invischiati con un piede nella fanghiglia (emocristiana) del post hardcore di fine anni novanta. In questo caso poi non si parla di nuovi e improbabili emuli, ma del debutto di una line up con alle spalle una storia di tutto rispetto, dal batterista Chris Daly ex Texas Is The Reason e Jets To Brazil (all'epoca assieme a Blake Schwarzenbach dei Jawbreaker), al chitarrista Jim Kimball già in J-Majesty e Retisonic. A volte mi chiedo che fine facciano tutti questi personaggi una volta che le band di riferimento finiscono per diventare nomi di culto. Con i Vs. Antelope abbiamo una possibile risposta. Ultimamente lo spazio vitale di ascolto per le recensioni è diventato l'automobile, vista anche la buona resa e il lungo tragitto casa lavoro/ lavoro casa. Abbandonato il divano di un tempo, quindi, speravo in coinvolgimento emotivo nel carburatore, invece l'accelerazione a 36 anni suonati è stata peggio del solito. Poco ci mancava al sorpasso di un'ape guidata dal nonnino con dito medio alzato. Alla soglia dei quaranta la band, come spesso accade in questi e in molti altri casi, trova facile terreno in un (indie) rock melodico abbastanza tradizionale (non mancano le ruvide ballad come Forgotten Ways), anche se ben fatto. E pur conservando un approccio lontano dalle major e memore di qualche stacchetto dei fasti passati (Coalition). Se il riff iniziale di Brown Bells è una promessa solo in parte mantenuta, ci si chiede in molti punti se la batteria (ma a volte anche la sezione ritmica in toto) abbia il freno a mano tirato, perchè purtroppo sembra procedere per stanchezza al minimo sindacale e col pilota automatico inserito: tanto, da far perdere mordente a brani davvero coinvolgenti, che avrebbero potuto avere una diversa resa (Boy With Your Heart, Woodstock Mountains, Notice Of Eviction). Tutto ciò a maggior ragione vista la buona capacità di scrittura e visto che le canzoni conservano un notevole instinto pop, come giustamente sottolinea  la press sheet. VS. Antelope è stato registrato presso i Brooklyn Love Studios di Ian Love (Rival Schools) e, a detta dei non pochi difetti di cui sopra e pur non cambiando la vita a nessuno, risulta tirando le somme un lavoro piacevole e orecchiabile, anche se il convento poteva offrire sicuramente una prestazione maggiormente degna di nota.

Tagged under: , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Swims - Ep (Distile, 2007)

Altro ottimo esempio di come cambino i tempi e di come l’oceano sia sempre più piccolo, avvicinando i due continenti…

26 Mar 2007 Reviews

Read more

On Fillmore/Pupillo, Kazuhisa, Yasuhiro - Phonometak Series #7 (Phonometak/Wallace, 2010)

Era un da un po' di tempo che mi chiedevo che fine avessero fatto questi due geni, perché al di…

26 Mar 2010 Reviews

Read more

Nuno Moita/Matteo Uggeri - Bathala (Old Bicycle, 2013)

Provate a prendere il vostro registratore digitale o a cassette o minidisk che sia, e andare in giro a registrare…

07 Apr 2014 Reviews

Read more

Micah Gaugh Trio - The Blue Fairy Mermaid Princess (Africantape,…

 Jazz, free, songwriting... non vi basta? Bello, bello, bello. Potrei chiudere qui e dirvi di andare a recuperare questo disco,…

05 Apr 2013 Reviews

Read more

Audrey - The Fierce And The Longing (Tenderversion, 2008)

Le Audrey sono un gruppo femminile scandinavo e The Fierce And The Longing è il loro secondo disco; non avendole…

10 May 2008 Reviews

Read more

Giulio Aldinucci - Tarsia (Nomadic Kids Republic, 2012)

Il nuovo lavoro di Giulio Aldinucci esce per una etichetta giapponese e questo mi conferma l'idea che mi ero fatto…

13 Nov 2012 Reviews

Read more

Monsieur Gustavo Biscotti - S/T (6X6, 2008)

Era cosa impensabile, anche solo poco tempo fa, trovare a Mantova quattro musicisti interessati a sviluppare un progetto non banale…

12 Dec 2008 Reviews

Read more

Taub - The Wrong Path (Bearsuit, 2010)

Dietro alla sigla Taub, di cui avevamo già recensito un ottimo lavoro qualche tempo fa, si nascondono Harold Nono e…

13 Sep 2010 Reviews

Read more

Freshkills - Creeps And Lovers (Arclight, 2005)

Che cazzo gli ha preso al mondo? Se in questa recensione riuscissi a rispondere a questa domanda sarei probabilmente in…

06 Jan 2007 Reviews

Read more

My Dear Killer – The Electric Dragon Of Venus (Boring…

Sorprende vedere come un'etichetta nota per la musica di ricerca come la Boring Machines stia, col tempo, accogliendo sotto la…

13 Mar 2013 Reviews

Read more

Hermetic Brotherhood Of Lux-Or - Sex And Dead Cities (Boring…

In questi ultimi anni nessuno ha saputo raccontare la Sardegna, il suo spirito, la sua storia e il suo presente,…

27 Dec 2019 Reviews

Read more

Liars – 28/05/13 Interzona (Verona)

Torna in Italia in gruppo newyorkese, per presentare l'ormai non recentissino WIXIW e immancabilmente fa tappa a Interzona, con cui…

21 Jun 2013 Live

Read more

Little Black Dress - Dunes EP (Idol, 2013)

Gli EP sono creature strane. Benedetti se si deve parlare di qualcosa che è mediocre, terribilmente dolorosi se si tratta…

02 Aug 2013 Reviews

Read more

Toilet Door n.7 - Siamo Uomini O Conigli?

Direttamente dal cortile di Sodapop ecco la compilation per allietare i vostri amichetti domestici: una manciata di pezzi per gli…

23 Jun 2012 Podcasts

Read more

Giacomo Papetti/Emanuele Maniscalco/Gabriele Rubino - Small Choices (Aut, 2013)

E pensare che ho conosciuto Davide solo due anni fa, ad un mini festival in quel di Bologna e…

20 Jun 2013 Reviews

Read more

Mathians / Dot (.) - Split 7" (Dufresne, 2006)

In periodi di “downtuning, doom, sludge” e rallentamenti vari, nel mentre della quasi beatificazione di O'Malley (Sunno))), Khanate, etc.) in…

15 Oct 2006 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top