Unknown Mortal Orchestra – II (Jagjaguwar, 2013)

Galeotto fu un tranquillo giovedì sera di chiacchere nel pub di fiducia, saltano fuori nomi di possibili futuri live che meriterebbero e succede: ti fanno ascoltare un paio di minuti di canzone di cui ti innamori perdutamente senza apparente motivo e che, almeno per un mesetto, ti tormenterà. E’ così che ho conosciuto gli Unknown Mortal Orchestra, il loro secondo lavoro uscito a inizio mese e Faded The Morning, che mi ha stregato. C’è da dire che tutto II è stregante, a partire dalla cover che vede protagonista una bella, nuda e giovane Janet Farrar, strega wicca inglese molto famosa. Per chi crede che chi ben comincia è già a metà dell’opera, ci tengo a dire che l’incipit della prima traccia recita in un sussurro “Isolation can put a gun in your hand” (di Beatlesiana memoria, anche musicalmente parlando) e dà inizio a un qualcosa di bello e indefinibile. Il disco è un contenitore di indie-pop dal sapore cantautorale – sopra a tutto, la splendida Swim And Sleep (Like A Shark) -, sonorità che non lesinano rimandi a gente tipo Hendrix, infarcite come sono di wah-wah e distorsioni grasse anni ’70 – One At The Time, Opposite Of Afternoon, No Need For A Leader -, pur non mancando toni decisamente elettronici – From The Sun – e, oh, come mi piace immaginare che a Brian Eno questo disco piaccia immensamente! Eclettico ed eterogeneo, non una traccia che delude, niente fuori posto, ogni singola nota che funziona e, nel mentre, esalta le altre. Viene da pensare che Ruban Nielsen, il leader neozelandese del trio che ha sede a Portland, proprio quel Portland, il neo-ombelico del mondo musicale, sia già in odore di genio, soprattutto ascoltando anche l’album d’esordio (pubblicato solo meno di un anno e mezzo fa), già a livelli alti per quel che mi riguarda, e di cui non riesco a non linkare un video che, vuoi perchè sposa lo stile ironico-retrò che tanto mi fa sorridere, vuoi perché è un bel pezzo, spero incuriosisca. Tenendo conto che II è ancora più bello.

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Slumberwood - Yawling Night Song (A Silent Place, 2009)

I gruppi che ti mandano un cd senza scritto un cazzo, anche un semplice: "oh, minchia... tipo, io ti mando…

03 May 2009 Reviews

Read more

Alessandro Fiori - Mi sono perso nel bosco ( 42,…

Perdersi nel bosco può essere una cosa tremenda oppure bellissima. Scatenare il panico oppure aprire porte inaspettate. Alessandro Fiori mi…

12 May 2022 Reviews

Read more

Sodapop Fizz – Anno 3 Puntata 8 (27/11/14)

Ottava puntata della terza stagione di The Sodapop Fizz: Emiliano e Stefano in diretta da soli per la defezione dell'ospite,…

01 Dec 2014 Podcasts

Read more

Belanov - Paragraph (Dying Giraffe, 2008)

Dopo essere recentemente passati per l'Italia in occasione di un minitour che ha toccato esclusivamente il nord della Lombardia (!)…

24 Oct 2008 Reviews

Read more

Holy Hole – Plan Z (Autoprodotto, 2012)

Dalla Toscana, via Berlino, arriva questo EP degli Holy Hole: chitarre loopate e processate fino a sciogliersi in un ambient…

18 Dec 2012 Reviews

Read more

Me Raabenstein - R (Nonine, 2012)

L'eterno ritorno di Me Raabenstein, ma non in senso ebraico e neppure in termini di tematiche, è semplicemente che questo…

04 May 2012 Reviews

Read more

McKenzie - Ep (Black Candy/La Lumaca, 2016)

Per certi versi potremmo definire questi giovani calabresi i Mclusky di casa nostra anche se, musicalmente, non siamo esattamente sulle stesse coordinate…

07 Dec 2016 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 38 (16/07/15)

Puntata numero trentotto della terza stagione di The Sodapop Fizz, Emiliano e Massimo con una scaletta estiva ma non del…

19 Jul 2015 Podcasts

Read more

Cigno - Morte E Pianto Rituale ( Autoprodotto, 2022)

L’attacco da subito il tono all’ambiente. Diego Cignitti suona veemente un pianoforte là, in fondo alla sala, annebbiato da quella…

10 Apr 2022 Reviews

Read more

Aspec(t) – Abattoir (Nuun, 2011)

Arrivati al terzo album il duo napoletano degli Aspec(t) (gente di A Spirale, SEC_ e Weltraum) e dopo un titolo…

14 Feb 2012 Reviews

Read more

Connect_icut - Small Town By The Sea (Aagoo, 2014)

Torna su Aagoo con un altro disco Connect_icut, dopo l'interessante Crows & Kittywakes & Come Again dell'anno scorso: e non…

23 May 2014 Reviews

Read more

Nido Di Vespe - Primo Sangue (Autoprodotto, 2009)

Ancora turbamenti tardo-adolescenziali ad alzo zero esattamente come per gli Inkarakua. L'unica differenza è che, in questo caso, il…

28 Jun 2010 Reviews

Read more

Julia Ensemble – S/T (Altrove, 2011)

Pianoforte, chitarra, batteria e contrabbasso, questo il nucleo sonoro centrale dei Julia Ensemble, a cui si aggiungono una pletora di…

11 May 2012 Reviews

Read more

Murder - Tu M'Uccidi (Autoprodotto, 2010)

Sorpresa sorpresa! I Murder ti ammazzano sul serio, ma né di noia né dalle risate. Al secolo Carlo Marrone…

21 Mar 2010 Reviews

Read more

Pest Sound - 76 Kilos Laughing (Stuntkite, 2006)

Mi scoccia ripetermi (bugiardo) eppure è strano come a volte un disco formalmente perfetto non arrivi dove dovrebbe. Pest Sound…

28 Mar 2007 Reviews

Read more

Ocean Music

O del perdersi e ritrovarsi quando passano le glaciazioni e le ere si consumano come noccioline al circo. Era il…

13 Jun 2010 Articles

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top