The Death Of Anna Karina – Lacrima/Pantera (Unhip, 2011)

Ricordo che quando mi dissero che The Death Of Anna Karina avevano svoltato in favore del cantato in italiano, subito ho avvertito una strana sensazione chiamata "Sindrome di Capovilla", uno strano effetto Emidio Clementi, senza ancora aver ascoltato una nota. E con tutto il rispetto per i nomi fatti sopra, una band con una discreta personalità, magari sarebbe potuta finire in un calderone poco distinguibile in mezzo ad altri nomi ben più spendibili. Con i DOAK i pareri spesso, da quello che ho potuto cogliere, sono stati sempre abbastanza netti, senza troppe sfumature (una su tutte: meno personali dei connazionali With Love). Questo disco sicuramente spaccherà ancora di più i fronti e le convinzioni di ognuno. Dopo poco più di un lustro dal New Liberalistic Pleasures, la Morte di Anna Karina torna dal Blocco A con Lacrima/Pantera e gli spasmi di Giulio Bursi che tanto rimarcavano una delle caratteristiche del gruppo, lasciano il posto a invocazioni e colte citazioni (da Brecht a Samuel Beckett a Camus) che però, a differenza di colleghi più ermetici e involuti, sono chiari e comprensibili, come dovrebbe essere quando non si hanno più vie di scampo ("Quando Non Abbiamo Più Nessuna Scelta Allora Verrà La Scelta?" Tratta dall'intensa Gli Errori. E Di Fronte A Noi Il Nulla). Siamo ormai lontani dai fasti screamo degli esordi. Già una svolta c'era stata con il precedente disco: rimangono le azzeccate influenze wave, rimane pure la rabbia hardcore degli inizi tra Jesus Lizard, New Order e Refused e una capacità di scrittura sempre sopra la media. Dal vivo la band ha sempre, o quasi, convinto per compattezza e precisione; ora dopo l'ingresso dell'ex cantante dei Mourn (Adriano, il batterista dei DOAK viene proprio dal gruppo di Guastalla), sono rimasto un po' più freddino nel giudizio, a dire il vero. Il contrappasso, e non me l'aspettavo, lo fa il disco che inanella sin dall'inizio una scarica di brani: dal riff che non lascia scampo di Sparate Sempre Prima Di Strisciare, al giorno infinito di Quello Che Non C'è. Poi si precipita nell'abisso wave di Dissoluzione, con quel basso schiacciasassi o nell'incedere funereo di Anticipazione della Notte. C'è qualcosa di fiero, di ineluttabile in questi pezzi, c'è un senso del tragico (sempre presente a dire il vero nei lavori del gruppo) portato a livelli estremi. Pure il proverbiale urlo disumano dei live "Placanicaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!" viene rielaborato nell'invettiva Il Vile Omicidio, aggiornato ai casi Aldrovandi o Cucchi. Non fatevi ingannare, come è successo a me, se al minuto 1.33 della prima traccia sembra di sentire un Vasco, chiaramente incazzato che canta "Perché non è possibileeeeeeee …"; è un'impressione che svanisce in 3 secondi netti lasciando il posto ad una cavalcata lacerante. In chiusura Strumentale, quasi una pausa da quel vomitare continuo di testi scuri come la pece e privi di speranza alcuna, prima del più tragico e assurdo racconto che possiate aver mai sentito, recitato nel brano Per Scherzo. Horror vacui, la notte, il nulla. Come direbbe un collega: "la muerte y la mierda. Olè!" Anni fa per descrivere la grandezza di un disco dei Death un recensore di Metal Shock, di cui non ricordo il nome, scrisse più o meno che "tra Angeli Morbidi, Corpi Cannibali, Atei e Deicidi, la Morte è e resta una sola". Qua tanto per fare della prosopopea, direi che al teatrino della politica (e degli orrori) preferisco la tragica nouvelle vague della Morte di Anna Karina.

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Rara Avis – Mutations/Multicellulars Mutations (dEN, 2013)

Prendete Stefano Ferrian al sax tenore e soprano, Simone Quatrana al piano, Luca Pissavini al contrabbasso e SEC_ ai nastri…

30 Apr 2013 Reviews

Read more

Sodapop Fizz – Anno 3 Puntata 7 (20/11/14)

Settima puntata della terza stagione di The Sodapop Fizz: Emiliano e Stefano in diretta questa volta si dedicano a due…

24 Nov 2014 Podcasts

Read more

Alcalde De La Noche - Fantasía Ibiza (Marsiglia, 2020)

La musica truzza ha un nuovo re, anzi un nuovo sindaco: Alcalde De La Noche, il progetto italo disco dei…

11 Aug 2020 Reviews

Read more

Versus The Mirror - Home (Equal Vision, 2006)

Oggi sono andato a curiosare sul sito dei Versus The Mirror per dare una occhiata e ho letto che si…

27 Feb 2007 Reviews

Read more

Hermann Kopp + Lorenzo Abattoir – Psicopompo (4iB, 2015)

Hermann Kopp e Lorenzo Abattoir non si sono mai incontrati, magari non lo faranno neppure mai. Si incontra però la…

20 Jul 2015 Reviews

Read more

Airchamber 3 - Crumble (Amirani, 2008)

L’approccio non è dei più semplici, i rumorismi e le frequenze gelide e austere di In A Foreign Land, il…

05 Jun 2009 Reviews

Read more

Centauri - S/T (Lepers, 2014)

In un periodo in cui persino i beniamini Woods non danno le stesse identiche sensazioni di una volta, in zona,…

16 Jul 2014 Reviews

Read more

Fuzz Orchestra – 09/09/10 Locanda di Campagna (Lonato – BS)

Riparte la stagione concertistica della Locanda (stasera è il terzo appuntamento) e arrivano i Fuzz Orchestra, che già qualche volta…

14 Jul 2010 Live

Read more

Lydia Lunch’s Big Sexy Noise – 18/12/10 Latteria Artigianale Molloy…

Mi ero messo nell'ordine di idee di sottopormi a una lunga fila a cinque gradi sotto zero per assistere al…

04 Jan 2011 Live

Read more

The Star Pillow - Fattore Ambientale (Autoprodotto, 2012)

The Star Pillow è il duo formato da Paolo Monti e Federico Gerini a base di suggestioni cinematiche e sognanti…

18 Dec 2012 Reviews

Read more

Johnny Grieco - Affanno D’Artista (Snaps, 2009)

Il leader e indiscusso frontman dei Dirty Action torna con un lavoro che fin dalla cover è una dichiarazione…

15 Mar 2010 Reviews

Read more

Fausto Balbo - Login (Afe/Snowdonia, 2012)

Dopo che negli ultimi anni ha pubblicato un live assieme agli St.Ride e un disco con Andrea Marutti, Fausto Balbo…

30 Jan 2013 Reviews

Read more

The Letter Yellow - Walking Down The Streets (Autoprodotto, 2013)

E' una bella cover dove campeggiano cerchi concentrici colorati come lo spettro della luce ad introdurmi nel mondo dei Letter…

30 Oct 2013 Reviews

Read more

Nufenen - Lamo La Stiabe (Eisfabrik, 2009)

Strani davvero questi svizzeri. Benchè strutturalmente semplici, il loro rifuggire esplicitamente da etichette formali prestabilite li rende intriganti e…

16 Dec 2009 Reviews

Read more

LvQ – (Y) (Autoprodotto, 2009)

Il passo più duro è stato mettere il CD nel lettore, superando la paura di trovarsi davanti all'ennesimo gruppo di…

27 Nov 2009 Reviews

Read more

Luciano Maggiore & Francesco Fuzz Brasini - How To Increase…

Eravamo stati fra i pochi, lo scorso anno, a non entusiasmarci per l'esordio di Luciano Maggiore e Francesco Brasini: fra…

04 Dec 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top