Testing Vault – The Living, The Dead, The Sleepers And The Insomniacs (EEEE, 2022)

Mi risparmio dal contare le uscite di Testing Vault per dirvi a che numero ordinale corrisponda questa (se volete, c’è Discogs), così come dal trovarle una collocazione nell’universo dei progetti di Daniele Santagiuliana, che, vi basti sapere questo, pur nella loro varietà, ruotano intorno a un’idea chiara e profondamente coerente. Va da sé: chiara, ma oscura nella sua essenza. Testing Vault dà in genere corpo alle visioni più vicine al post-industrial e al dark-ambient, ma le ultime uscite dell’autore ci hanno insegnato che il genere è, per lui, qualcosa di assolutamente relativo  (La Cupa, pubblicata a suo nome, non si colloca troppo distante da qua, come atmosfere): partiamo dunque da zero.
I poli nominati ne titolo sembrerebbero suggerire un album di contrasti; in realtà The Living, The Dead, The Sleepers And The Insomniacs marca un’equidistanza: non si è né morti né vivi, ma appartenenti contemporaneamente ad entrambe le condizioni, sospesi in un eterno dormiveglia. L’ascoltatore, ma probabilmente anche l’artista, è immerso in una specie di liquidi amniotico da dove percepisce quello che accade all’esterno, ma senza esserne mai pienamente partecipe, nel bene e nel male: le melodie che arrivano non danno sollievo, ma nemmeno si è sopraffatti dai rumori che talvolta irrompono in questo spazio. Non si tratta propriamente di una comfort zone, ma di uno spazio di consapevolezza che ci permette di affrontare gli agguati noise e le voci catacombali (ma sono davvero voci?) del brano che dà il titolo all’album, o la marcia massimalista verso il baratro, che non si raggiunge mai, di Prosthetics, o ancora la catarsi sonora di Repeting The Falling Sequence, che parrebbe schiacciarci con le sue cadenze da fonderia. Allo stesso modo apprezziamo, senza illuderci che rappresentino una serenità duratura, la perla coiliana di Selecting A Ghost o gli strati di synth disturbati della quasi conclusiva, e dal titolo assai evocativo, The Tunnel Lights Are All Flickering. Durante l’ascolto un po’ si cade verso il fondo, un po’ si emerge: non si riprende mai del tutto il respiro nè si arriva mai in piena luce, ma nemmeno si precipita inesorabilmente. Tuttavia non c’è traccia di ignavia né di nichilismo: fedele all’assunto per cui “the price we pay for existance is eternal warfare” (ancora i Coil, dal loro manifesto del 1983), Santagiuliana affronta la materia col dovuto senso drammatico senza scadere in tragedie o patetismi, accettando il conflitto come processo generativo dell’esistenza. Non sarà una cosa carina (Testing Vault è quanto di più lontano possiate pesare dal “carino”), ma così è e ci si può e deve preparare: The Living, The Dead, The Sleepers And The Insomniacs ci dice che si può fare.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Ask The White - Sum And Subtraction (Ammiratore Omonimo /…

I componenti del duo Ask The White hanno già un notevole percorso artistico alle spalle. Isobel Blank, cantautrice e artista…

12 Oct 2018 Reviews

Read more

The Hand To Man Band - You Are Always On…

La sola parola supergruppo credo faccia mettere mano alla fondina a più di un lettore... e invece questa volta dietro…

06 Nov 2012 Reviews

Read more

Athletic Automation - A Journey Through Roman’s Empire (Skin Graft,…

Steve Mattos, chitarra, già con Arab On Radar, e Patrick Crump, batteria, formano insieme gli Athletic Automation,…

13 Nov 2007 Reviews

Read more

Joe Petrosino - Rockammorra (Essonamò Rec, 2009)

Se negli ultimi anni abbiamo un po' patito l'assenza di un nuovo rappresentante della musica partenopea più contaminata, credo…

17 Dec 2009 Reviews

Read more

Francesco Giannico/Zac Nelson – Les Nomades Paysages (HYSM?/Lemming, 2013)

Zac Nelson lo avevamo conosciuto come eclettico musicista pop in un bel disco uscito su Second Family un paio di…

23 Jan 2014 Reviews

Read more

Luminance Ratio / Steve Roden - Split 7" EP (Fratto9…

Mini in coproduzione tra la Fratto9 Under The Sky di Gianmaria Aprile e la Kinky Gabber di Luca Sigurtà (qui…

17 May 2012 Reviews

Read more

Vieri Cervelli Montel - I (Tanca, 2022)

Quel che appare chiaro ascoltando per le prima volte il lavoro di Vieri Cervelli Montel è la sua capacità lirica,…

29 Jul 2022 Reviews

Read more

Very Short Shorts – Background Music For Bank Robberies (Bar…

Assolutamente particolare la proposta di questo trio, che mi sbilancerei a definire jazz folk rock, fin dalla strumentazione utilizzata: violino,…

20 Mar 2011 Reviews

Read more

Murder - Tu M'Uccidi (Autoprodotto, 2010)

Sorpresa sorpresa! I Murder ti ammazzano sul serio, ma né di noia né dalle risate. Al secolo Carlo Marrone…

21 Mar 2010 Reviews

Read more

23RedAnts & Pablo Orza - Nothing Here Is What It…

Il sodalizio fra i 23RedAnts (Macarena Montesinos al violoncello e Niet F-n all’elettronica) e il chitarrista Pablo Orza ha funzionato…

14 Apr 2017 Reviews

Read more

Map 71 - Void Axis (Fourth Dimension Records/Foolproof Projects, 2018)

Lisa Jayne (parole e voce), scrittrice e performer attiva nella scena out e fetish di Essex, e Andy Pyne…

18 Sep 2018 Reviews

Read more

Daniele Santagiuliana – Doppelganger (Looney-Tick, 2015)

Sono diverse le cose che Daniele Santagiuliana produce sotto mentite spoglie e tutte meritevoli: The Anguish, Anatomy (con Cristiano Deison),…

31 Dec 2015 Reviews

Read more

Low - Double Negative (Sub Pop, 2018)

Quest'estate si è iniziato a parlare di Double Negative, disco che porta i Low verso sonorità più elettroniche: l'uscita è…

08 Oct 2018 Reviews

Read more

Icydawn - Rituals Of Obsession (Luce Sia, 2020)

Ancora una ristampa, ancora un recupero per Luce Sia: questa volta l'artefice è il mentore stesso dell'etichetta (Sacha Rovelli) che,…

01 Jun 2020 Reviews

Read more

Turnstile - Nonstop Feeling (Reaper, 2015)

Per tutti voi che amate le sonorità più muscolari e il groove pesante potrebbe essere arrivato uno dei dischi…

04 Mar 2015 Reviews

Read more

Stop The Wheel - Morning (Madcap, 2006)

Amo passare il mio tempo, qualcuno direbbe sprecare, il mio tempo nei negozi dell'usato. E non parlo di dischi. I…

14 Jul 2006 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top