since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: death in june

Blood Axis + Rosa Rubea + Roma Amor – 23/06/2013 The Theatre (Rozzano – MI)

Era evento assai atteso la calata degli americani Blood Axis, illustri portabandiera del folk pagano e capitanati da quel Michael Moynhyan che rappresenta una delle figure più coerenti e delle menti più lucide della cultura apocalittica degli ultimi vent’anni. Ci era quindi impossibile mancare a una delle due date italiane e per ovvie ragioni di distanza, si opta quella milanese a scapito di quella romana, dove di spalla si esibivano Ain Soph e Malato. …

Read more

The Swans + Xiu Xiu – 23/03/13 Interzona (Verona)

E venne il giorno, anzi, la notte degli Swans, inevitabilmente fredda e piovosa nonostante la primavera già ufficialmente iniziata da quarantotott’ore. È senza dubbio l’evento dell’anno, coronamento di una stagione, quella dell’Interzona, all’insegna della qualità, fatta di pochi nomi molto selezionati: i biglietti sono praticamente tutti esauriti in prevendita e qualche sprovveduto ritardatario sarà costretto a trovare una meta alternativa per la serata. Per chi riesce a entrare si prospetta tuttavia una serata decisamente impegnativa. …

Read more

HMWWAWCIAWCCW? – S/T (Boring Machines/Avant!, 2012)

L’esordio sulla lunga distanza degli How Much Wood Would A Woodchuck Chuck If A Woodchuck Could Chuck Wood?, terzetto torinese che già avevamo conosciuto per lo split insieme ai Father Murphy, porta a compimento il percorso iniziato con le prime esibizioni dal vivo. Finalmente possiamo dare un nome ai brani che tante volte abbiamo sentito e che nel corso del tempo hanno assunto la forma che oggi ascoltiamo. …

Read more

Xiu Xiu + Three In One Gentleman Suit – 27/10/12 Auditorium Malkovich (Sommacampagna – VR)

Ci sono gruppi che, pur apparendo a fine corsa per quel che riguarda la qualità delle produzioni discografiche, vale sempre la pena vedere dal vivo, non tanto, o almeno non solo, per la possibilità di ascoltare il vecchio repertorio, quanto per il fatto che spesso, dal palco, riescono a trasmettere un’intensità che in studio evidentemente si perde, dando linfa a pezzi in partenza non felicissimi. Le ultime produzioni della band di Jamie Stewart conservano poco dell’antico splendore, ma essendo la loro fama dal vivo di tutto rispetto, mi reco fiducioso all’appuntamento di questa sera. …

Read more
Back to top