Plasma Expander – S/T (Wallace/Here I Stay, 2007)

L’ennesimo frutto del sottobosco che esordisce su Wallace? Degli esordienti?…direi che sì per la prima, visto tratta di un esordio, ma che no, non sono esordienti visto che il gruppo include membri dei Bron Y Aur.
Come il confetto Falqui basta la parola ed è subito: “rock”, ma attenzione, perchè a differenza del gruppo di origine Fabio Cerina non fa nulla di troppo “seventies” e di tanto meno krautesco, anzi, se fossimo yenkee forse diremmo “dear ol’ post rock the way it was meant to be”. E se siete di quelli che “la Wallace fa-roba-strana-ma-i-Rosolina-mi-piacciono-perché sono-melodici-hanno-gli-arpeggi-e-sono-divertenti”, raddrizzate bene le antennine perché allora i Plasma Expander potrebbero divertirvi parecchio visto che oltre ad una perizia rock da matematici di Chicago abbinano un po’ di sano gusto per la melodia. I referenti sono più che mai americani, da alcuni Gastr Del Sol solari (scusate il gioco idiota) ai Golden, dai Windosor For The Derby non ancora cantautoral-Gira-agli-Shellac mazzulatori, insomma avrete capito che si tratta di melodia ma anche di “rock” di quello bello solido. C’è spazio per qualche deviazione vagamente free, ma melodie aperte e per nulla depressive e tiro la fanno da padrone tanto che a tratti viene quasi un po’ da fare “head-banging”. Ogni tanto fa capolino la voce, ma di base si tratta comunque di rock strumentale (non per nulla ho menzionato i Golden e non i Trans Am, ma a tratti ci starebbero anche loro a tratti). Brutto fare paragoni ma senza dubbio meglio di molte cose di genere sentite in questo ambito, sia per il tiro che per il gusto, molto meno sperimentatori degli Aur ma si potrebbe scrivere che sono prodotti diversi di una cultura simile e questo è quello melodico. Vi ricordate quei gruppi minori come Dianogah, Hurl, ed alcune derive più fisiche di Rex e soci?…beh, se vi mancano questo è pane per i vostri denti.

Tagged under: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Black Lava - Lady Genocide (Hellbones, 2019)

Schegge radioattive scagliate in una corsia d'ospedale e conficcate sulle pareti bianche. Questa è la perfetta sintesi del progetto condiviso…

05 Jul 2019 Reviews

Read more

Eine Stunde Merzbauten - 7305 (Autoprodotto, 2014)

Gli Eine Stunde Merzbauten sono la nuova mutazione dei Napalmed, da sempre creatura di RadeK.K., ultimamente ancora di più dopo…

03 Dec 2014 Reviews

Read more

Sebastiano Meloni/Adriano Orrù/Tony Oxley - Improvised Pieces For Trio (Big…

Nella mole di cd che riceviamo e che escono, purtroppo ho accumulato un po' di ritardo nel recensire questo lavoro…

30 Sep 2010 Reviews

Read more

Brian Peterson - Burning Fight (Revelation, 2009)

E' un periodo in cui mi rendo sempre più conto di quanto il tempo scorra veloce, il peggio è che…

25 Feb 2010 Reviews

Read more

Blake/e/e/e - Border Radio (Unhip, 2008)

Archiviati i Franklin Delano, Paolo Iocca, anche qui accompagnato da Marcella Riccardi, torna in pista con il nuovo progetto Blake/e/e/e.…

12 Nov 2008 Reviews

Read more

Doppler - Songs To Defy (SK, 2008)

Fa piacere notare che sotto il profilo musicale Lione non si sia mai addormentata. Se negli anni novanta ne…

21 Nov 2008 Reviews

Read more

Shonen Knife – Free Time (Damnably, 2011)

Ho scoperto le Shonen Knife anni fa grazie ad uno splendido split 7" in compagnia degli Shudder To Think (senza…

25 Oct 2011 Reviews

Read more

AA.VV. – Metallo Liquido, L’Heavy Metal Come Forgia (L’Arca E…

Sarà un segno dei tempi che stiamo attraversando, ma sempre più spesso mi trovo  a pronunciare il termine “metal”, un…

11 Dec 2015 Reviews

Read more

Chapter 24 & Philippe Petit - The Red Giant Meets…

Continua, evidentemente con reciproca soddisfazione, il sodalizio fra il musicista francese e l'etichetta italiana, dopo il disco che Philippe Petit…

17 Mar 2011 Reviews

Read more

Le Singe Blanc – Babylon (Bar La Muerte, 2010)

Nuova prova discografica per il trio francese di Metz. La ricetta cambia poco rispetto al precedente BaïHo (la recensione è…

30 Mar 2011 Reviews

Read more

Low Low Low La La La Love Love Love -…

Continua la carriera discografica di questa band inglese che risponde al nome bizzarro di Low Low Low La La La…

01 Dec 2009 Reviews

Read more

Sparkle In Grey - The Calendar (Grey Sparkle/Under My Bed/Old…

Arrivo con una stagione di ritardo a parlare del nuovo lavoro degli Sparkle In Grey che pubblicano un disco a…

06 Nov 2014 Reviews

Read more

Airportman & Tommaso Cerasuolo – 23/04/10 Tipo 00 (Brescia)

Una tribute band, seppur sui generis, questo è quel che è il progetto messo insieme dai cuneesi Airportman con Tommaso…

28 Apr 2010 Live

Read more

Adamennon - Ades (Shove, 2015)

Riprende la marcia Adamennon. Dopo lo spilt con Altaj, che avevamo segnalato come percorso un po’ laterale, Ades è un…

30 Mar 2016 Reviews

Read more

Coconuts - S/T (No Quarter, 2010)

Alla terza nota di questo disco mi sono sorpreso a dire: "ma questi sono australiani!" ed in effetti ci ho…

02 May 2010 Reviews

Read more

Junkfood – Transience (Parade/Trovarobato, 2011)

Parade è la costola della Trovarobato che si occupa di dare visibilità a musiche che presso l'etichetta madre difficilmente troverebbero…

27 Jul 2011 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top