Penelope Sulla Luna – Enjoy The Little Things (I Dischi Del Minollo, 2011)

Ultimi giorni del 2011 e ascolto un lavoro fatto di suoni che si adattano a raccordare il passato col futuro.
L’EP di cui parlo è stato registrato in presa diretta all’Igloo Audio Factory (che ha già visto al lavoro Giardini Di Mirò e Gazebo Penguins) quest’estate dai quattro membri che danno vita alla band formatasi da cinque anni. Nonostante un pò di cambi di formazione che hanno rallentato non poco la loro attività, i Penelope Sulla Luna hanno sfornato un album tre anni fa – My Little Empire – che, non solo è stato abbondantemente promosso durante un’intensa attività live, ma ha ricevuto ottime recensioni in patria e all’estero (da brava esterofila noto e riporto con piacere questo tipo di informazioni). Enjoy The Little Things, invece, precede di qualche mese l’uscita della nuova fatica dei quattro e propone pochi, ma sentitissimi, pezzi strumentali che molto probabilmente da Fnac (evviva la pubblicità occulta… altro che i poliziotteschi anni ’70 coi loro J&B) inquadrerebbero nella categoria post rock. I Mogwai più caldi, i God Is An Astronaut meno prolissi, i 65 Days Of Static meno elettronici. Giusto per dare un’idea di quello che fa sperare che la primavera (quando uscirà l’album numero due) arrivi presto e che, nel frattempo, canta, anzi, suona, un inverno languido e malinconico – I Read Lullabies -, ma anche fiero e rigido – To Kill You In Your Sleep -. Si sa che la luna è spazio e significato di sogni e poesia, mi domando, mentre ascolto questi racconti – o “raccolta di istantanee” come le definisce la band – ben congegnati e ispiranti, se la scelta del nome Penelope è da riferirsi alla nobile moglie di Ulisse dalla pazienza e amore incrollabili. Quattro pezzi dalla costruzione melodica molto ben calibrata alla faccia di chi dice che il post rock ormai è morto. I Penelope Sulla Luna sono vivi (e lottano insieme a noi). Eccome.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Scosse Elettriche - Rock Cut (MC Non Piangere, 2022)

Registrato nel corso del 2020 da Davide Zolli e Riccardo Sinigaglia. Batteria e percussioni il primo, piano, tastiere, sintetizzatori e…

17 May 2022 Reviews

Read more

K-Branding - Alliance (Humpty Dumpty, 2011)

Giovani promesse crescono e vengono mantenute, proprio come nel caso di questi ragazzi belgi: ricordo di aver recensito il loro…

15 Apr 2011 Reviews

Read more

Sneers - Tales For Violent Days (LP God Unknown, 2022)

Quinto disco in 9 anni per Maria Greta e Leo, ovvero gli Sneers. Una continuità che non dà adito a cedimenti,…

29 Mar 2022 Reviews

Read more

Vitas Guerulaitis – S/T (Cheap Satanism, 2011)

Tempo fa (quando? boh!) l'avrebbero chiamato art-rock, per dare un nome a certi ritmi sghembi e a voci storte e…

16 Dec 2011 Reviews

Read more

Wound/Keziah Mason – Split Tape (Teen Action, 2016)

La perseveranza, quella di stampo prettamente diabolico, è certamente l’elemento che più caratterizza il progetto Wound di Massimo Onza (anche…

24 Feb 2017 Reviews

Read more

Callers - Fortune (Westernvinyl, 2008)

Qualche tempo fa avevo parlato positivamente dei Balmorea e rimanendo sullo strumentale-melodico credo che avessero fatto un buon lavoro, a…

07 Sep 2008 Reviews

Read more

Lucertulas + Kelvin + Putiferio | Robot Macina Fest -…

Partiamo dalla fine: come concludere meglio una serata di musica se non beccando Max Pezzali all'autogrill, per di più accompagnato…

08 May 2011 Live

Read more

Hexen & Wailing Of The Winds - S/T (Diazepam, 2014)

Dopo l'esordio in cassetta sulla sua Diazepam e il CD su Paradigms, Wailing Of The Winds arriva alla terza uscita…

16 Dec 2014 Reviews

Read more

Dead Boomers + GNAUMGN + Undecisive God - 12/10/10 Bar…

Ogni martedì sera al Bar Open c'è la serata sperimentale/rumorista Mess+Noise curata da Sean Baxter, noto soprattutto come batterista free…

06 Sep 2010 Live

Read more

Daniele Brusaschetto – Cielo Inchiostro (Bosco, 2012)

Daniele Brusaschetto è purtroppo uno dei segreti meglio custoditi della musica italiana. Non solo della musica underground, indie, indipendente o…

28 Jan 2013 Reviews

Read more

Olyvetty - Nothing To Eat 10” (A Dear Girl Called…

Quinta produzione e quinto tipo di supporto testato (dopo il 7", il CD-R, l'LP one side e la cassetta) per…

22 Dec 2009 Reviews

Read more

Thollem McDonas/William Parker/Neils Cline - The Gowanus Session (Porter, 2012)

Ensemble che appare funanmbolico già solo dopo avere letto i nomi dei tre musicisti coinvolti, e conferma questa prima idea…

04 Jan 2013 Reviews

Read more

Metafora 28 - Riflessioni Di Una Mente Distorta (Autoprodotto, 2007)

Ancora robusta musica contemporanea e grazie a Dio suonata come una volta. Connubio abbastanza felice tra NO-FX e chitarroni…

21 Jan 2008 Reviews

Read more

Low Low Low La La La Love Love Love -…

Continua la carriera discografica di questa band inglese che risponde al nome bizzarro di Low Low Low La La La…

01 Dec 2009 Reviews

Read more

RUMUR Volume 1 – 16-17/11/2019, Musil (Cedegolo – BS)

Una rassegna come RUMUR avrebbe meritato un tempo ben maggiore di quello che, per problemi di lavoro e faccende domestiche,…

03 Dec 2019 Live

Read more

In Zaire + Johnny Mox + Liir Bu Fer –…

Pochi, pochissimi intimi questo venerdì, segno di una situazione che finirà per lasciare solo macerie e il rimpianto di molti,…

28 Nov 2009 Live

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top