Paolo Sanna – Improvvis(e)azioni (TiConZero, 2009)

Che questo del batterista Paolo Sanna sia un lavoro fatto col cuore lo si capisce, prima ancora che ascoltandolo, dalla curatissima copertina in carta ruvida, decorata da un collage diverso per ognuna delle 300 copie e autografata. L’ascolto, gratificato da una registrazione che valorizza ogni strumento ed ogni suono, ne dà graditissima conferma.
Sei tracce (la settima è una breve sequenza da mettere in loop a piacimento), equamente divise fra quelle in cui Sanna agisce da solo, quelle dove lavora in duo e quelle in gruppo, sempre con compagni diversi, senza tuttavia che l’opera perda unità e coesione. Il titolo ci rivela chiaramente come siano stati costruiti i pezzi, a sorprendere è semmai il fatto che, anche quando siano impegnati più musicisti, tutti si cimentino con strumenti a percussione, salvo rare eccezioni: ne esce un album d’atmosfera come difficilmente ci si potrebbe attendere da un armamentario strumentale così limitato, almeno dal punto di vista delle soluzioni melodiche. Il limite viene aggirato valorizzando al massimo i riverberi naturali e le potenzialità delle percussioni metalliche e dei piatti, non di rado sfregati, che creano suoni prolungati su cui i battiti possono stendersi a loro piacimento. In osservanza dello spirito free che permea l’operazione, difficilmente troviamo strutture ritmiche vere e proprie, le percussioni sono invece suonate in modo quasi impressionista, coi colpi come rapide pennellate che lasciano il proprio segno il tempo necessario perchè un altro ne prenda il posto. È musica in forma libera estremamente misurata, che non eccede mai, giocando anzi su delicatissimi equilibri: nemmeno l’ascoltatore meno addentro alla materia avrà mai l’impressione che si stia facendo del semplice casino, sarà anzi piacevolmente sorpreso nel trovare brani così espressivi come la spettrale Sun (Naoto Yamagishi alle percussioni ed Elia Casu alle onde radio), la drammatica e quasi industrial Bhopal (Alessandro Olla, Stefano Vacca e Elia Casu ai piatti) o le delicate melodie (qua sì, dovute alla chitarra preparata dell’assiduo Casu) di Kee (for Derek Bailey). Nelle note di copertina si legge che Improvvis(e)azioni è dedicato a quei musicisti che consapevolmente viaggiano ai margini e si tengono lontani dal mainstream: teoria e pratica si fondono perfettamente, non poteva esserci un tributo migliore.

YouTube

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Dusted - Total Dust (Polyvinyl, 2012)

Nome sconosciutissimo ai più, Dusted non è altro che il progetto di Brian Borcherdt tastierista e co-fondatore dei ben più…

06 Aug 2012 Reviews

Read more

Moodring – Scared Of Ferret (Silber, 2009)

Gruppo nato da una delle costole degli americani Rollerball (l'ennesimo; D'Annunzio, fosse vivo, creperebbe d'invidia) i Moodring schierano i veterani…

25 Nov 2009 Reviews

Read more

AA.VV. - The Fall Will Probably Kill You (Bearsuit, 2010)

Ennesima raccolta della Bearsuit, etichetta inglese della quale ci siamo già occupati sia nel caso di altre raccolte che in…

07 Jan 2011 Reviews

Read more

?Alos/Xabier Iriondo – S/T 7" (Tarzan/Bar La Muerte, 2011)

Avevamo colpevolmente lasciato indietro questo dischetto che associa la voce di Stefania Pedretti/?Alos alla musica di Xabier Iriondo, due personaggi…

05 Sep 2012 Reviews

Read more

Antonio Raia & Renato Fiorito - Thin Reactions (Non Sempre…

Quando c’è da fare un passo avanti, ma anche solo rompere la noia di un periodo che, musicalmente parlando, non…

12 Dec 2021 Reviews

Read more

Bobby Soul E Les Gastones - 28/06/09 (Nervi - GE)

Non sarebbe nostra intenzione dare spazio ai deliri del bieco Radu Kakarath: i suoi folli progetti, chi ci segue…

07 Sep 2009 Live

Read more

Gabriele Lunati - Nico, Bussando Alle Porte Del Buio (Stampa…

La bionda chanteuse dei Velvet Underground nella loro incarnazione più magica: un'eroina (di nome, di fatto e forse di più),…

17 Oct 2006 Reviews

Read more

Justin Marc Lloyd – Funeral (Sincope, 2012)

Uno dei tanti fuoriusciti dal giro HC dei '90 fulminati sulla via del rumore (sebbene militare in un gruppo powerviolence…

12 Feb 2013 Reviews

Read more

Pan del Diavolo - 23/08/09 Festa Di Radio Onda D'Urto…

Se il valente Giorcelli, con gentile signora, si sobbarca i quasi 400 chilometri che dividono Brescia dalle spiagge della…

24 Sep 2009 Live

Read more

Rollerball - 4 Corners (Wallace, 2014)

Caso strano i Rollerball: seppure in giro da molti anni, con una discografia importante a cui è difficile stare…

12 Mar 2014 Reviews

Read more

The Unit Ama - s/t (Gringo, 2006)

Partire da una base molto semplice. Lavorarci sopra. Ricamare. E poi strappare tutti i fili inutili, tutti gli ornamenti e…

16 Jul 2006 Reviews

Read more

Bachi Da Pietra - Habemus Baco (Wallace/Tannen/La Tempesta, 2015)

Abbiamo il Baco, e sono già dieci anni, due lustri che Giovanni Succi e Bruno Dorella calpestano la terra, ben…

20 May 2015 Reviews

Read more

Peter Laughner & Lester Bangs - the famous Lester Bangs…

[Warning: questa recensione è apparsa su This Heart webmagazine, ma siccome non lo legge nessuno, la ripropongo. Perchè sì e…

03 Sep 2006 Reviews

Read more

Adamennon - Nero (Autoprodotto, 2011)

Torna con un nuovo album, dalla sua dimora persa nell’Appennino tosco-emiliano, il musicista che si cela dietro al nome di…

16 Sep 2011 Reviews

Read more

AA.VV. – Crepe (VacuaMœnia, 2014)

La pratica di field recordings è sempre più diffusa, dalle nostre parti. Certo, non è una cosa originale, ma il…

28 Jul 2014 Reviews

Read more

Le origini documentate di una specie rumorosa

Tre brani clamorosi che anticipano nettamente la nascita del noise (così come lo percepiamo con le orecchie di oggi) ai…

27 Feb 2011 Articles

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top