Ovo – Abisso (Supernatural Cat, 2013)

Nonostante le numeroso uscite discografiche, anche su etichette di nome come Load e l’attuale Supernatural Cat e i palchi calcati ad ogni latitudine, gli Ovo hanno continuato ad essere uno dei segreti meglio custoditi dell’underground: al solito, troppo metallari per i punk, troppo punk per i metallari. Per tutti gli altri, probabilmente troppo e basta. Chissà che Abisso, dal suono rinnovato e arricchito da corposi inserti elettronici, a tutti gli effetti il loro album più accessibile, non permetta di aprire qualche porta.
Personalmente ho sempre considerato la miglior uscita del duo di Stefania Pedretti e Bruno Dorella l’eccellente disco di remix curato da Daniele Brusaschetto nel 2008, dove la musica del duo veniva innervata da massicce dosi di elettronica industriale: Abisso sembra ricollegarsi a quell’esperienza, pur senza trascurare quanto di buono maturato in questi ultimi anni, in special modo i progressi nella cura dei suoni. Proprio da questo punto di vista figura fondamentale, che agisce dietro le quinte ma fa sentire notevolmente il suo peso, è Rico Gamondi (Uochi Toki, La Morte), ormai indispensabile fonico dal vivo, praticamente il terzo Ovo, e qui nelle vesti di raccoglitore dei sampler che sono poi stati utilizzati nelle composizioni. A completare il quadro troviamo Giulio Favero al mixer e la masterizzazione di Giovanni Versari. Pur rimanendo riconoscibilmente un disco degli Ovo, Abisso ci mostra il gruppo in nuove e migliori vesti: abbandonati l’immagine e i residui di suono noise-freak si vira verso sonorità più monolitiche, dove i campionamenti, le drum machine e le chitarre maggiormente corpose creano un muro di rumore che non può non ricordare i Godflesh, come nella doppietta d’apertura Harmonia Microcosmica/Tokoloshi. Le atmosfere sofferte e il tribalismo post-atomico che già conoscevamo prendono così dimora in ambientazioni suburbane, mentre le strutture quadrate e i ritmi rallentati imbrigliano il caos improvvisativo che caratterizzava un tempo il suono del gruppo e che qui rimane una minaccia potenziale a cui solo raramente è concesso scatenarsi, come avviene nell’isterica e marziale Aeneis e in Pandemonio. Sono comunque molte le frecce nell’arco di questi nuovi Ovo: in A Dream Within A Dream la voce di Alan Dubin (OLD, Kanhate, Gnaw) si staglia su rarefatte ambientazioni post-metal prossimi agli Jodis, per poi duettare con quella di Stefania sul finale, Harmonia Macrocosmica è un’ipotesi di kraut-metal, Ab Uno accoglie, su una base melodica e dilatata, un campione di canto africano. Procedendo verso la fine il disco muta lentamente forma, perde un  po’ di pesantezza e guadagna pathos, così nell’ultimo pezzo in scaletta agli Ovo si uniscono Carla Bozulich e i suoi Evangelista per un blues lento e dolente distante dall’abituale suono del duo, ma vicino al loro spirito. Tutto sembra finito e invece una rumorosa ghost track, autentico fantasma del passato, irrompe a ricordarci che, sebbene si tratti di un album più accessibile dei precedenti (e a parere di chi scrive il migliore della discografia del gruppo), siamo pur sempre in ambito di musica estrema. Non c’è da stare tranquilli.

Tagged under: , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

K'An – Anima (Ōnyūdō, 2013)

È un esordio che lascia il segno quello del romano Paolo Bellipanni, ispirato e ricco di riferimenti ma non facilmente…

04 Apr 2014 Reviews

Read more

WOW - Falene (Maple Death, 2021)

Gli WOW, dacché li conosco e li ascolto, sono stati sempre portatori di due principi, stile ed eleganza. Progetto che…

16 Jan 2022 Reviews

Read more

Oxbow + Monsieur Gustavo Biscotti – 18/11/09 Arci Kroen (Villafranca…

Può capitare che uno stato d'animo non proprio sereno modifichi la percezione delle cose, è normale. Quindi ci sta che…

23 Nov 2009 Live

Read more

Olivier Brisson - Horizon Capiton (Nashazphone, 2018)

Olivier Brisson si definisce "musicista occasionale e manipolatore di percussioni e vari strumenti": Horizon Capiton è il suo primo disco,…

19 Feb 2018 Reviews

Read more

Pablo Montagne/Giacomo Mongelli - Crudités (Setola Di Maiale, 2011)

Nuovo disco per Pablo Montagne e Giacomo Mongelli, nuovamente su Setola Di Maiale e nuovamente gran bel lavoro anche se…

28 May 2011 Reviews

Read more

Paolo Sanna – Improvvis(e)azioni (TiConZero, 2009)

Che questo del batterista Paolo Sanna sia un lavoro fatto col cuore lo si capisce, prima ancora che ascoltandolo, dalla…

11 Mar 2013 Reviews

Read more

Il compleanno del Megawolf 2 – 05/02/11 Ekdina (Carpi -…

Strano animale il Megawolf che da un anno all'altro cambia la data del compleanno. Trattandosi comunque di una tremenda e…

26 Feb 2011 Live

Read more

Davide Maspero/Max Ribaric - Come Lupi Tra Le Pecore…

È un'opera monumentale quella messa insieme da Davide Maspero e Max Ribaric per i tipi della Tsunami, non solo per…

08 May 2013 Reviews

Read more

Carla Dal Forno - Top Of The Pops (Autoprodotto, 2018)

Ci risiamo, è sempre evidente quando senti una canzone di Carla Dal Forno. Idee chiare e gestione intelligente di pochi…

21 Oct 2018 Reviews

Read more

Penelope Sulla Luna - My Little Empire (Nagual, 2008)

I Penelope Sulla Luna fanno quello che quasi tutti intendono come post-rock strumentale anche se questi "tutti" tendono a dimetnicarsi…

18 Dec 2008 Reviews

Read more

R.U.G.H.E. - S/T (Niente, 2009)

Non amo molto il radical minimalismo delle edizioni Niente, però non c'è dubbio alcuno che l'etichetta fondata dagli St.ride fornisca…

22 Dec 2009 Reviews

Read more

Yann Novak - Blue.Hour (Farmacia901, 2012)

Yann Novak vive e lavora nella città di Los Angeles dove donnine prosperose e omaccioni muscolosi corrono al rallentatore sulla…

19 Apr 2013 Reviews

Read more

Barnacles - The Evening News (Arell, 2017)

Esordio sulla breve distanza per la nuova creatura di Matteo Uggeri, che come Barnacles pubblica su Arell (nel bel formato…

03 May 2017 Reviews

Read more

Orange - Certosa (Midfinger, 2009)

L'album degli Orange arriva nelle mie mani corredato da un semplice booklet contenente i testi dei brani, e nulla più.…

03 Oct 2009 Reviews

Read more

L'Océan - Primio (GP2, 2016)

L' Ocèan non è esattamente una band nel senso convenzionale del termine quanto un gruppo di improvvisazione nato nel 2006…

30 Jan 2017 Reviews

Read more

Whiting Tennis - Three Leaf Clover (Tarnished, 2007)

Non so se c'è qualcuno tra di voi che sia come me. Nel caso mi capirete e capirete questa recensione.…

10 Nov 2007 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top