Neubau – Rymdmyr (Digital Nonine, 2008)

Nuova etichetta di elettronica da Berlino, per quanto di "elettronica" si tratti il termine tutto sommato va relativamente stretto alla label tedesca. Non sapevo nulla della Nonine, come non sapevo nulla di parecchie cose, ma a differenza delle "parecchie cose", ascoltando Neubau (ma anche altri gruppi del catalogo come gli Slowcream) sono rimasto ben impressionato dalla gran classe di questi crucchi. So che quanto sto per dire è discutibile, ma resta che sono convinto del fatto che alcune delle migliori uscite elettroniche che ho sentito in questi anni, quanto meno in ambito europeo, sono arrivate tutti dal paese di Karl Heinz Rummenigge.
Anche se molto più morbido, questo CD mi ricorda alcune delle cose fra minimal e strane che ogni tanto buttava fuori la Sonig, dissonanze o no resta tutto molto soft e con un effetto "blu notte" che fa da collante per buona parte dell’ascolto. Elettronica gentile, ma non per questo melensa, pallosa e cosa più importante è molto diversa da quella quasi-soft, quasi-minimal dei fratelli del sol levante. Tanto per essere chiari, questa semmai è la terra del "sol mancante" e Arno Steinacher per quanto gioviale, certe cose le avrà nel genoma, nonostante ciò non preoccupatevi perchè non si tratta di nulla di particolarmente cupo, semmai di quel sano grigiore e quella freddezza che fa immediatamente classe e mitteleuropa. Pastiches digitali fra loop di voci, suoni di laptop, collages futuribili e dissonanze amichevoli tanto da non dare mai quel fastidio che invece regala molta music digitale della zona, sicuramente non tutte le tracce sono ugualmente fruibili, ma l’astrazione di questo Rymdmyr è controllata e non deve dare per forza sui nervi, anzi. Cazzo ragazzi, vi ricordate di Buck Rogers? Era quel telefilm dove il protagonista si ritrovava sospeso per cinquecento anni e poi si svegliava e si integrava in una società del futuro; beh se lo ricordate e non avete neppure dimenticato come si immaginavano le musiche del futuro quelli che negli anni Ottanta avevano prodotto questo telefilm immondo (http://www.fablibrary.com/buckrogers.htm)? Ok, se ricordate tutte queste cose, oltre a venir premiati per il vostro grado di "nerditudo maxima", potete anche immaginare che quella musica non era poi così diversa da Neubau e quindi direi che l’armageddon è già dietro l’isolato.

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Putiferio - Ateateate (Robotradio, 2008)

Altro gruppo per il quale partivo prevenuto in base al nome e cri**o i**io non è un buon segno! Spero…

05 May 2008 Reviews

Read more

Mob - Polygon (Quatermain, 2007)

Quando mi capita di immergermi in ben due dischi provenienti dallo stesso sottobosco, mi viene da domandarmi subito quale sia…

18 Nov 2007 Reviews

Read more

The Young Gods – 3/11/2018, Workout Pasubio (Parma)

Il Rumore Del Lutto, festival che indaga i confini fra vita e morte, è ormai un appuntamento fisso dell’autunno parmigiano,…

08 Nov 2018 Live

Read more

Kongrosian Meets Oreste Sabadin - Bootstrap Paradox (Aut, 2010)

Oltre ad Oreste Sabadin al clarino, dietro al nome Kongrosian compaiono Alberto Callodei al clarino basso, Alessio Faraon alla tromba,…

24 Jul 2010 Reviews

Read more

Zu & Eugene S. Robinson - The Left Hand Path…

Questo malevolo patto non è fatto per creare simpatie o mettere di buon umore, ma piuttosto per immmergerci dentro un…

28 Nov 2014 Reviews

Read more

Bachi Da Pietra - Habemus Baco (Wallace/Tannen/La Tempesta, 2015)

Abbiamo il Baco, e sono già dieci anni, due lustri che Giovanni Succi e Bruno Dorella calpestano la terra, ben…

20 May 2015 Reviews

Read more

Merzbow + Sshe Retina Stimulants + Der Weze - 12/04/12…

Sono davvero pochi i nomi della scena industriale che non abbiano calcato i palchi nostrani negli ultimi tempi (ultimo annunciato…

20 Apr 2012 Live

Read more

En-Dome - Urpunkt (Luce Sia, 2018)

Proseguiamo ulteriormente il progetto Luce Sia con gli En-Dome, un duo formato da Andrea Bellucci e Gianluca Favaron, dedito ad…

21 Nov 2018 Reviews

Read more

Divus – S/T (Boring Machines, 2017)

Il torto peggiore che si possa fare a Divus è rivelare chi si nasconde dietro al suo nome. Facciamolo: Luciano…

17 May 2017 Reviews

Read more

Svart1 - Frozen Chants (Luce Sia, 2018)

Frozen Chants è un viatico ultraterreno diviso in dodici tracce, benché formalmente si abbia la percezione che sia sempre lo…

15 Jan 2019 Reviews

Read more

The Star Pillow – Invisible Summer (Midira, 2017)

Mi chiedo come Paolo Monti trovi il tempo per combinare le mille uscite discografiche (proprie e in compagnia, ultima Daimon…

05 May 2017 Reviews

Read more

M.B. - I.B.M. (Final Muzik, 2012)

Continuano le ristampe della serie Final Muzik Eighties e per la terza uscita arriva in catalogo addirittura Maurizio Bianchi con…

03 Apr 2013 Reviews

Read more

Obsil - Vicino (Psychonavigation, 2011)

Esce per l'etichetta inglese Psychonavigation questo Vicino di Giulio Aldinucci, in arte Obsil, il terzo disco dopo un paio usciti…

09 Dec 2011 Reviews

Read more

dUASsEMIcOLCHEIASiNVERTIDAS – 4 (Eclectic Polpo, 2012)

E' una grande sorpresa l'ascolto di questo entusiasmante combo portoghese dall'impossibile nome di dUASsEMIcOLCHEIASiNVERTIDAS (si, so cosa significa, qualche anima…

13 Apr 2012 Reviews

Read more

Gianluca Becuzzi - Memory Makes Noise (Small Voices, 2006)

Gianluca Becuzzi, che per chi di voi ha dimestichezza con il panorama italiano era ed è Kinetix, fa parte di…

25 Feb 2007 Reviews

Read more

Acid Baby Jesus - Selected Recordings (Slovenly, 2014)

Interessantissima seconda uscita per questa bizzarra formazione greca che all'occasione si è rifugiata in un'isoletta dell' Egeo al fin di…

27 Jan 2015 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top