The Necks – Body (Fish of Milk/ReR Megacorp, 2018)

Nuovo disco dei Necks uscito in estate ma che di certo si farà apprezzare per più di una stagione. Ogni volta che si parla di loro non si può fare a meno di notare la classe con cui portano avanti il progetto oramai da trent’anni. Quel saper coniugare cerebralità, profonda cura del suono e costante necessità espressiva risultando allo stesso tempo avvolgenti e calorosi è una cosa molto rara.
Chris Abrahams (piano), Tony Buck (batteria), e Lloyd Swanton (basso) al giro di boa del ventesimo album continuano a non deludere le aspettative. Anche stavolta la complessità compositiva gode di arrangiamenti puntuali di rara fattura, trasmettendo la sensazione profonda di una musica vissuta interiormente, agita con quell’indiscussa personalità che permette di disco in disco di essere ogni volta diversi eppure sempre con un tocco immediatamente riconoscibile.
L’unica traccia di cinquantasei minuti di Body richiama la consistenza di un mondo tangibile espresso attraverso uno studio personale sul concetto di groove. Ritmo che viene scandito con ostinazione attraverso sospensioni stratificate, dove le ipnotiche sovrapposizioni statiche hanno l’andamento dei dettagli a spingere il suono. Più sanguigno dei suoi predecessori, questo lavoro ci fa conoscere il lato più viscerale dei Necks, dove nelle suggestive rarefazioni di raccordo tra i momenti più compatti spuntano chitarre acustiche (passione fino a poco tempo fa inconfessata di Tony Buck) a dare sostanza e profondità. Fino a un’inaspettata quanto godibile e incisiva apertura rock vera e propria, una intensa cavalcata pulsante che ribolle di tutta la visionarietà delle genuine scorribande kraut dei Neu!; fuga che con elegante progressione viene poi sublimata lentamente in un affascinante ambient fatto di incastri minimi, poetici accordi di pianoforte, barlumi cristallini ed elettronica distensiva. Ancora diversi e ancora un gran bel disco di classe.

Tagged under: , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Cursive + Green Like July - 19/05/12 Twiggy Club…

'I sogni son desideri di felicitààà...' e con un maggio che pare - oggettivamente dal punto di vista meteo e…

08 Jun 2012 Live

Read more

Appliance - Re-Conditioned (RROOPP, 2010)

Etichetta interessante la RROOPP, si concentra su pochissime uscite, una all'anno e poi stampa un triplo cd di una formazione…

03 Nov 2010 Reviews

Read more

Sparkle In Grey - Two sing too swing (Grey Sparkle…

Un album lungo vent’anni. Questo è per me il sunto dell’ultima fatica degli Sparkle In Grey che sono tornati con questo…

04 Nov 2021 Reviews

Read more

The War On Drugs - Wagonwheel Blues (Secretly Canadian, 2008)

Pare, dico pare, che, come al solito, il mercato underground si sia per primo adeguato alle novità tecnologiche contemporanee. Evidente…

04 Oct 2008 Reviews

Read more

The Star Pillow – 12/11/2016 Olandese Volante (Gazzuolo – MN)

È davvero un caso più unico che raro che qualcosa di veramente interessante passi dalla provincia mantovana, specie per la…

18 Nov 2016 Live

Read more

Low + Pikelet + Ponzu Island - 21/10/10 The Forum…

L'ultima delle tre serate che dedichiamo al Melbourne festival è quella dei Low ed è per me quella con le…

16 Sep 2010 Live

Read more

AA. VV. - Italian Resonances -Dronegazers? (Oak, 2014)

Fare il punto sulla stato dell’elettronica italiana maggiormente orientata alla ricerca non è facile, soprattutto per via delle molte uscite…

09 Jul 2014 Reviews

Read more

Noise Fall – Demo 2009 (Autoprodotto, 2009)

Non so se i Noise Fall vorrebbero ricordare più gli Screaming Trees, i Mudhoney o gli Alice In Chains, ma…

29 May 2010 Reviews

Read more

Carla Bozulich – 8/12/12 Lenz Teatro (Parma)

Carla Bozulich dal vivo a Parma, nell'ambito del festival Natura Dèi Teatri organizzata dal Lenz, è un'occasione da non perdere,…

14 Dec 2012 Live

Read more

Corpoparassita - Il Trapasso Nei Voti Battesimali (Buh, 2011)

Nuovissimo CDr per i Corpoparassita che sancisce il definitivo abbandono di quei suoni sci-fi che me li rendevano un po'…

01 Jun 2011 Reviews

Read more

Les Spritz - …To The Prior (Salottino Prod, 2008)

Chitarre acuminate come rasoi, sound dislessico, stop and go inattesi, la ritmica di una mietitrebbia: tutti requisiti che definiscono…

26 Mar 2009 Reviews

Read more

Encode – Core (Ghost, 2011)

Incollati a piedi saldi negli anni '90 ma con voglia di rimettersi in pista, dopo un esordio  di ben 8…

20 Apr 2011 Reviews

Read more

Steinebach - Derotation (Sincope, 2013)

Per quello che si capisce da una veloce ricerca in rete Martin Steinebach nella vita di tutti i giorni è…

27 Feb 2014 Reviews

Read more

Hey!Tonal - S/T (Africantape, 2009)

Innanzitutto la line-up: Kevin Shea (Storm & Stress, Get The People, Talibam!, Coptic Light, People…), Mitch Cheney (Rumah Sakit, Sweep…

27 Mar 2009 Reviews

Read more

Sleepmakeswaves - ...And So We Destroyed Everything (Monotreme, 2013)

Questo è un album di debutto. Incredibile pensarlo tale, vista la maturità sonora che il quartetto di Sydney in questione…

09 Dec 2013 Reviews

Read more

Gerda - Black Queer (Wallace/Shove, 2018)

Come sempre imprevedibili i Gerda ci arrivano sotto la faccia con l'ennesimo lavoro slabbrato, zoppicante ma anche potente e disperato…

26 May 2018 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top