K11 Pietro Riparbelli With Influx – He Tries To Come To Us (Radical Matters, 2013)

Di He Tries To Come To Us vi avevamo già parlato in occasione della performance di K11 allo spazio Superfluo di Padova, un paio di anni fa. Ora il progetto si amplia secondo linee guida coerenti e giunge a noi con un VHS che ci proietta con forza in una realtà altra, simile ma non perfettamente coincidente con la nostra. Sul nastro, con la parte visuale a cura del duo Influx, ritroviamo le stesse immagini che vengono proiettate durante le esibizioni dal vivo, ma qui assumono il carattere di un’esperienza sensoriale autonoma e indipendente, fruibile da chiunque sia ancora dotato di un lettore adatto al supporto. Un’esperienza che si rivela ancor più significativa, coinvolgente e, nell’invadere il nostro spazio domestico, in una certa misura inquietante.
Non ci sono titoli di testa: appena inseriamo la cassetta e lo schermo si illumina, veniamo catapultati senza preamboli all’interno del vecchio ospedale psichiatrico di Volterra e attraverso lenti piani sequenza ci aggiriamo in stanze disadorne, con le pareti scrostate e sporche, i soffitti sfondati, le grandi finestre sbarrate, gli infissi divelti. Siamo alla ricerca dei graffiti che Oreste Fernando Nannetti, in arte N.O.F., ha inciso in un misterioso alfabeto durante il suo ricovero nella struttura, ma raramente come in questo caso il percorso conta più del raggiungimento della meta. Visivamente siamo a metà strada fra The Blair Witch Project e le sequenze oniriche de Il Signore Del Male di John Carpenter: i movimenti di macchina sono lenti ma scossi da repentini spostamenti, mentre i colori ci appaiono saturi e alterati dai cambi di frequenza dovuti alla sensibilità ai campi magnetici delle radio cineprese, sensibilità che non di rado provoca la deformare delle immagini stesse. La musica, composta da materiale captato ed elaborato all’interno dell’edificio, è un bordone che oscilla fra picchi di rumore e improvvisi momenti di quiete e sembra trasudare dalle pareti, generarsi dagli spazi che attraversiamo. Da sempre la musica di Pietro Riparbelli richiama alla mente immagini e luoghi, e il fatto di trovarla così strettamente legata ai visual avrebbe potuto in qualche modo disinnescarne il potere evocativo. Tutt’altro: in He Tries To Come To Us immagini e suono non arrivano mai a fissarsi in una forma definita, non ci danno alcuna certezza, immergendoci anzi in un mondo fluttuante, come se la ricerca dell’opera di un uomo che ha visto oltre questa realtà si trasformasse essa stessa in un’esperienza liminare. In una discografia che conta diverse opere importanti, questo lavoro si segnala certamente come uno dei più significativi.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Fuzz Orchestra – Morire Per La Patria (Wallace/Boring Machines/Brigadisco e…

Tornano col loro noise '70 diversamente strumentale, cinematografico e politicizzato, i Fuzz Orchestra e, per la prima volta su disco,…

20 Dec 2012 Reviews

Read more

Trapcoustic - Rugiada (Tape, Union Editions 2022)

Registrare la prima parte di una trilogia dei fenomeni il giorno di natale, nel 2020, dà un tono al proprio…

06 Mar 2022 Reviews

Read more

Nekrasov/Humiliation – Split CD (New Scream Industry, 2009)

Con un po' di ritardo, ma anche questo CD viene dagli antipodi portato a mano dal nostro boss, mi appresto…

18 Jan 2011 Reviews

Read more

Maurizio Abate – A Way To Nowhere (Boring Machines/Black Sweat,…

Membro del collettivo Eternal Zio e collaboratore dei più svariati musicisti (Jooklo Duo, Kawabata Makoto degli Acid Mothers Temple, BeMyDelay…)…

05 Jun 2014 Reviews

Read more

dQtç – Nullachtfünfzehn (Invaders, 2011)

Si definiscono un trio di improvvisazione noise ma Antoine Läng, voce ed elettronica, Vincent Membrez, synth, e Lionel Friedli, batteria,…

07 Dec 2011 Reviews

Read more

Made In Mexico - Guerrilaton (Skin Graft, 2008)

C'è qualcuno, nel folto e preparato pubblico di Sodapop, che creda ancora in Babbo Natale? Poche mani vedo, bene. Alla…

23 Jan 2009 Reviews

Read more

Marraffa/Giust/Vasi/Tabellini - Old Red City (Setola Di Maiale, 2010)

Ennesimo live che coinvolge Giust ed altri improvvisatori che negli ultimi anni sono comparsi parecchie volte in quello che Stefano…

10 Mar 2011 Reviews

Read more

Noise Cluster – Planet Of The Lost Dolls (Luce Sia,…

Sono una nostra vecchia conoscenza i Noise Cluster, nome dietro cui si celano Flavio Derbekannte e Arianna Degni Lombardo, solitamente attivi…

25 Oct 2017 Reviews

Read more

IQ+1 ‎– Conversaphone Plus (Mappa Editions, 2019)

Un ensemble piuttosto interessante quello degli IQ+1 che con il nuovo album costruisce un linguaggio che si fa ben apprezzare,…

09 Feb 2019 Reviews

Read more

Aucan – Dna EP (Africantape/Ruminace, 2010)

È un laboratorio, questo EP, dove gli Aucan manipolano il proprio codice genetico partendo dal presupposto che "il domani è…

08 Feb 2010 Reviews

Read more

Andrea Rottin - Songs About Nightmares (Madcap Collective, 2008)

La Madcap continua imperturbabilmente nel suo percorso all'insegna del folk, per dirla tutta: dell'indie-folk. Anche questo disco firmato Andrea Rottin…

27 Jan 2008 Reviews

Read more

A Spirale - Agaspastik (Fratto9 Under The Sky/Deserted Factory, 2009)

Il trio composto da Maurizio Argenziano, chitarra, Mario Gabola, sax, e Massimo Spezzaferro, batteria, arriva con Agaspastik al suo terzo…

15 Oct 2009 Reviews

Read more

Fine Before You Came + Vulturum – 25/09/09 Arci Kroen…

Lontani nello stile musicale ma vicini nello spirito, essendo nati, in tempi diversi, dal substrato della scena punk hardcore degli…

13 Oct 2009 Live

Read more

A Sphere Of Simple Green - With An Oblique Glance…

Gli A Sphere Of Simple Green sono un trio formato da Adriano Orrù al contrabbasso, Silvia Corda al piano preparato…

05 Feb 2018 Reviews

Read more

Orange - Certosa (Midfinger, 2009)

L'album degli Orange arriva nelle mie mani corredato da un semplice booklet contenente i testi dei brani, e nulla più.…

03 Oct 2009 Reviews

Read more

Il Guaio - S/T (Lingua, 2014)

Dalla Lingua Records, satellite dell' universo Minus Habes, arriva questa interessante deriva electro pop. Il Guaio è un piacevole incrocio…

17 Jul 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top