The Great Saunites – The Ivy (Neon Paralleli/HYSM?/Verso Del Cinghiale/Villa Inferno/Terra Cava/Lemming, 2013)

Torna a farsi sentire, con un vinile in tiratura limitata, il duo lodigiano, di cui avemmo modo di parlare un paio di anni fa. La formula a due non cambia, ma stavolta si registra la presenza di un ospite (Luca Ciffo della Fuzz Orchestra, in un pezzo e nelle vesti di produttore) e una maggior varietà di strumenti rispetto al classico basso/batteria, cosa che influenza evidentemente la direzione musicale: anche se restiamo nell’ambito di un solido rock strumentale, il gruppo non si preoccupa di seguire alcuna tendenza e se ne esce con un disco dove la bassa lombarda e il Texas della Trance Syndicate si sovrappongono in un’immagine sfocata.
La partenza di Cassandra, velocità sostenuta su strade polverose, ci fa pensare che nulla sia cambiato dal precedente Delay Jesus ’68 e ci inganna, perché questa volta i The Great Saunites decidono di battere percorsi meno lineari e già Medjugorje, pur sfoggiando un suono solidamente noise, coi suoi synth che si stendono eterei sullo sfondo, dà un senso di spazialità alla Hawkwind (magari quelli rivisti in chiave più moderna nella tribute compilation su Neurot di tre anni fa) davvero inatteso. Da qui in poi è tutto uno mutare di scenari, fra chitarre gilmouriane che si stendono morbide su tappeti di filed recordings, voci e battiti irregolari (Bottles & Ornaments) e le delicatezze di Ocean Raves (invero il momento meno memorabile del disco). L’apice lo si raggiunge sul lato B, occupato da un unico brano diviso in vari movimenti, che consta di cavalcate epiche adornate da arpeggi riverberati e melodie incompiute, schianti nel caos dopo accelerazioni forsennate e addirittura un pezzo cantato (recitato, per essere più precisi) che mescola insieme dark/ folk alla Swans/Angels Of Light e svisate di chitarra e sintetizzatore in odore di jazz. Pur continuando a rifuggire la forma-canzone in The Ivy c’è meno aria di jam session: il gruppo mostra di voler provare a sperimentare nuovi linguaggi, anche a scapito della coesione delle varie parti. Ne esce un disco che sa volgere la disomogeneità  a proprio favore, mettendo in mostra diversi spunti interessanti, molti già ben a fuoco, altri che potrebbero venire sviluppati in futuro: c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Gastr Del Sol - Twenty Songs Less 7" (Minority, 2006)

Ebbene sì. Finalmente Jim O'Rourke ha capito che per lui non c'era davvero niente da fare di utile all'interno dei…

22 Jan 2007 Reviews

Read more

Xiu Xiu + Three In One Gentleman Suit - …

Ci sono gruppi che, pur apparendo a fine corsa per quel che riguarda la qualità delle produzioni discografiche, vale sempre…

09 Nov 2012 Live

Read more

Otomo Yoshihide & Paal Nilssen-Love - 19th of May 2016…

Nuova uscita per Otomo Yoshihide e Paal Nilssen-Love, duo chitarra e batteria con all’attivo un precedente lavoro del 2014, dopo…

27 Aug 2018 Reviews

Read more

Khem - Magma 4 (Luce Sia, 2019)

Seppure in eterno ritardo temporale rispetto all' uscita, è doveroso segnalare questo lavoro altamente concettuale: la band, o forse per…

16 Jan 2020 Reviews

Read more

Zu – Axion/Chthonian Remix 7” (Public Guilt, 2011)

È questa l'ultima uscita della formazione classica degli Zu con Jacopo Battaglia dietro le pelli, un 7" in edizione…

28 Feb 2011 Reviews

Read more

Lento - Earthen (Supernaturalcat, 2007)

Giusto pochi giorni fa, notavo su una rivista specializzata che finalmente qualcuno si è deciso a raccogliere in un unico…

19 Oct 2007 Reviews

Read more

Torche + Pelican - 04/10/08 Latte Più (Brescia)

Sperimentiamo oggi un nuovo genere di recensione: la recensione-Memento (se avete visto il film, capirete). Trattando di uno di quei…

02 Oct 2008 Live

Read more

Dispositivoperilanciobliquodiunasferetta – Rembrandt Era Eccezionale (UHR/Lemming/Respira, 2009)

Dobbiamo prendere atto che oramai i giovani musicisti crescono a pane e Battles come una volta si cresceva con i…

04 Nov 2009 Reviews

Read more

Vanessa Van Basten - 29/04/10 Locanda di Campagna (Lonato -…

Ritornano a farsi vivi, nell'amata Locanda di Campagna, i Vanessa Van Basten, dopo un anno sabbatico speso a migliorare la…

07 May 2010 Live

Read more

Luca Sigurtà - Bliss (Fratto9 Under The Sky, 2012)

Luca Sigurtà pubblica per la Fratto9 di Gianmaria Aprile il disco solista Bliss, che va ad aggiungersi ad una folta…

24 May 2012 Reviews

Read more

Ojra & Kiritchenko - A Tangle Of Makosha (Nexsound, 2010)

Ho visto che di recente qualcuno ha finalmente dato spazio ad un ottimo musicista come Kyriakides, ne sono felice, sia…

12 Apr 2010 Reviews

Read more

Centauri - S/T (Lepers, 2014)

In un periodo in cui persino i beniamini Woods non danno le stesse identiche sensazioni di una volta, in zona,…

16 Jul 2014 Reviews

Read more

That Fucking Tank + G.I. Joe 10/04/09 Arci Kroen (Villafranca…

Va in scena al Kroen la notte dei dui (si può dire "dui"? Vabbè, licenza poetica). I veneti G.I.…

21 Apr 2009 Live

Read more

Alessandro Ludovico – 25 Minus Habens eXperYenZ (Minus Habens/Edizioni Pool/Puglia…

Venticinque anni sono un bel traguardo per una label indipendente delle nostre parti, sebbene l'etichetta di italianità sia certamente restrittiva…

26 Jun 2013 Reviews

Read more

Chupaconcha - Mmxi Annus Conchae (Tan, 2010)

Non so se nel caso di questo duo parlerei di "fuga dei cervelli", semmai essendo un duo batteria-tromba parlerei di…

23 Apr 2011 Reviews

Read more

Cannibal Movie - Mondo Music (Yerevan Tapes, 2012)

Dopo l'acclamato Avorio in cui venivano tirati in ballo, in modo molto azzeccato, addirittura gli Oneida di Rated O (anche…

15 Jan 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top