Alcalde De La Noche – Fantasía Ibiza (Marsiglia, 2020)

La musica truzza ha un nuovo re, anzi un nuovo sindaco: Alcalde De La Noche, il progetto italo disco dei genovesi Michele Ferrero e Fabio Self. Il primo alla voce, synth e testi, il secondo alle basi. Dopo un ep d’esordio uscito un paio d’anni fa e intitolato Direccion Destroy e un singolo in omaggio di Sabrina Salerno, qualche settimana fa è uscito, per la storica Marsiglia Records, il secondo mini album di questo duo scalcagnato e irresistibile: Fantasía Ibiza. Le coordinate sono sempre le stesse: musica dance anni Ottanta e Novanta, con un pizzico di techno. Pensate a un improbabile mix di Fratelli La Bionda, Righeira e Gigi D’Agostino. A tutto questo, poi, aggiungente un cantato in spagnolo (Michele ha vissuto a Barcellona una decina d’anni) e dei testi che parlano della Spagna post franchista e delle giovani generazioni di tamarri nati dopo la fine della dittatura e pronti a divertirsi senza alcun freno. Questo secondo ep dell’Alcalde de la Noche si concentra sulla mitica isola di Ibiza, terra di marcioni, fricchetoni, hippie e dissidenti (ai tempi di Franco). Un luogo magico, anche per molti discotecari italiani che sognano di trascorrere le vacanze a ballare al Pacha chiavando e ballando tutta la notte. Proprio di questo parla di title-track che parte bella pesa, con una melodia martellante e dark. Come Siempre En El Pacha, dedicata alla storica discoteca di Ibiza, ha una base onirica che fa da contraltare alla voce salmodiante di Michele. Ruta Del Las Rulas, ode agli impasticcati di tutte le latitudini, parte con un synth selvaggio e si trasforma in una sorta di filastrocca malata tutta da ballare intorno a una falò sulla spiaggia. Con La Puesta Del Sol l’influenza dei Righeira è più chiara che mai, anche se i suoni sono aggiornati al decennio successivo (gli anni Novanta, che pervadono tutto il disco). Chiude l’ep Italianos Dance, un pezzo in spagnolo maccheronico che elenca i luoghi comuni degli italiani a Ibiza. La cassa pompa che è un piacere e le melodie metalliche e sintetiche della base, diventano rapidamente liquide e ossessive, come un bel viaggio dopo una scorpacciata di funghetti. Il disco perfetto per una giornata in spiaggia con gel, mascherina e distanziamento sociale.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

The Dutch Courage – An Antology Of Collected Wreckages (Under…

Echi di naufragi lontani. Registrato in un lasso di tempo che va dall’inverno del 1998 all’estate del 2003, An Antology…

10 Oct 2014 Reviews

Read more

AA.VV. - Damn! Freistil Samplerin #3 (Chmafu, 2013)

Arriva al terzo capitolo la compilation in collaborazione fra la Chmafu Records e il giornale Freistil che raccoglie i contributi,…

26 May 2014 Reviews

Read more

Joan Jordi Oliver - Enlaire (LP Total Silence, 2022)

Devo essere onesto, non so molto di Joan Jordi Oliver. So che risiede a Zurigo, dove organizza in diversi spazi…

15 May 2022 Reviews

Read more

Stearica/Acid Mothers Temple - Invade (Homeopathic, 2010)

Stearica e Acid Mothers Temple hanno fatto un tour assieme (entrambe le band sono uscite con un disco per la…

06 Nov 2010 Reviews

Read more

Slowcream - River Of Flesh (Nonine, 2010)

Tornano gli Slowcream di Me Rabenstein e il risultato tiene fede alle aspettative ed è anche sorprendente il fatto che…

01 Jan 2011 Reviews

Read more

Giulio Aldinucci - Spazio Sacro (Time Released Sound, 2015)

Giulio Aldinucci già da qualche anno produce musica tra il field recordings e l'elettronica ambientale e ultimamente è molto attivo:…

16 Mar 2016 Reviews

Read more

Ryoji Ikeda – 21/03/2015 Interzona (Verona)

Pochi eventi ma buoni, aveva annunciato l’Interzona per questa nuova stagione. Sul pochi avrei da ridire – semplicemente per il…

27 Mar 2015 Live

Read more

Bob Corn - Songs From The Spiders House (Fooltribe, 2006)

Tiziano Sgarbi (Tizio per chi gli è amico, l'uomo dietro la label Fooltribe) è un nome che da anni…

17 Jul 2006 Reviews

Read more

Ranter’s Bay & Pablo Orza - ειμαρμενη (Kaczynski, 2020)

Fra le infinite collaborazioni che costellano il catalogo della Kaczynski quella fra Ranter’s Bay e Pablo Orza non l’avevamo ancora…

07 Aug 2020 Reviews

Read more

Miss Massive Snowflake - Songs About Music (Wallace/North Pole, 2010)

Mr. De Leon qualcuno di voi se lo ricorderà per i Rollerball, come molti di voi sapranno questo è il…

16 Mar 2010 Reviews

Read more

Heroin In Tahiti – Death Surf (Boring Machines, 2012)

Il lato oscuro di Tahiti su Boring Machines: non musica da spiaggia o surf rock come lo intendiamo noi, al…

19 Jan 2012 Reviews

Read more

We Need You - S/T (Eh?, 2008)

Da free a free di recente ho ascoltato Talibam!/Jelousy Party che quando vanno liberamente lo fanno portandosi dietro un bel…

04 Dec 2008 Reviews

Read more

Bored Spies - Summer 720/Gerbils E (Damnably, 2013)

Ebbene sì, diciamolo: per alcuni come il sottoscritto il ritorno di Sooyoung Park (ex Seam, Bitch Magnet, EE, Team Xiaoping)…

10 Jun 2013 Reviews

Read more

Kongrosian - The Exit Door Leads In (Aut, 2012)

Non sempre quando si mettono assieme personaggi/musicisti importanti e con una lunga storia di collaborazioni la ciambella deve per obbligatorietà…

09 Jan 2013 Reviews

Read more

Drink To Me/Edible Woman - Split 7” (Smartz, 2009)

Smartz, etichetta canavesana da anni coinvolta in produzioni hardcore e d.i.y. (C.O.V., Distruzione, Arturo, Belli Cosi, Kafka, tra gli altri),…

19 Jun 2009 Reviews

Read more

Kinit Her - The Poet & The Blue Flower (Avant!,…

Una sorta di avvicinamento (super) uomo/natura, testa fra le nuvole, seduto su vette altissime e purissime: questa la copertina (opera…

18 Oct 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top