Tindersticks – Ypres (Lucky Dog/City Slang, 2014)

Non sorprende affatto vedere i Tindersticks, rinomata band inglese di “pop orchestrale da cameretta”, alle prese con un lavoro musicale di sonorizzazione di una mostra museale permanente. Passati, tra i fasti di critica e pubblico, gli anni ruggenti dei Novanta ora il gruppo di Stuart Staples, un po’ ingolfato quando si tratta di forma canzone, rida fiato all’antico amore per i lavori che abbracciano la musica in senso lato.  E se i vecchi Tindersticks si erano lasciati apprezzare per il piglio e la qualità delle loro colonne sonore per film, ora la scommessa è quella di una musica “senza inizio e fine” come dicono loro stessi, che sappia raccontare una mostra permanente sulla “Grande Guerra” visitabile presso l’In Flanders Fields World War One Museum. Parte dalla cittadina belga di Ypres (lo Ieperfest che si tiene in loco è molto noto nell’ambito hc/metal) la scommessa di Staples, proprio lui ora il detentore del marchio Tindersticks e autore di gran parte della musica di questo disco, album peraltro totalmente privo della sua voce baritonale e calda. Dei Tindersticks c’è l’allure e il gusto musicale, l’idea alla base del percorso che viene rievocata in maniera splendida dall’orchestra condotta da Andrew Skeet. La proposta era arrivata nelle mani di Staples nel 2011: si chiedeva di tracciare un percorso sonoro per commemorare i 100 anni dal primo conflitto mondiale che, proprio a Ypres, in Belgio aveva avuto i suoi soli scampoli di battaglia prima di affossarsi in una putrida e logorante guerra di posizione. Dalle migliaia di morti di Ypres, distrutta quasi completamente si snoda questa colonna sonora che cresce lentamente tra le varie stanze del museo pur con la consapevolezza e la volontà di non voler insinuarsi troppo ma di rimanere un amaro sottofondo. La resa su disco non è affatto malvagia ma, chiaramente, manca una percezione di totalità che solo una visita al museo può garantire. La cupa poesia del trittico Whispering Guns lascia spazio alla relativa sonorità che i creatori (a fianco a Staples il bassista dei Tindersticks Dan Mckinna) hanno affidato a Sunset Glow, forse l’apice del percorso che si chiude (almeno su disco) con The Third Battle Of Ypres, concepita come vera e propria colonna sonora di una video installazione di Klaus Verscheure. Avvolgente, poetica e struggente nel suo lirismo questa nuova “avventura” dei Tindersticks rimane comunque una parte a se stante nel loro percorso discografico: l’ambizione sottesa al progetto e i risultati interessanti ne fanno comunque una tappa di grande rilievo, dove il rapporto viscerale tra musica, storia e arte si fonde con la carne e il sangue della realtà e porta il lavoro diverse spanne sopra i vuoti e noiosi esercizi stilistici dei rumoristi fai da te, aizzati “pour épater le bourgeois”.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Attilio Novellino - Strängar (Forwind, 2020)

Sicuramente per un musicista come Attilio Novellino l’aggettivo “poliedrico” non è usato a sproposito: da lui non si sa mai…

06 Oct 2020 Reviews

Read more

Filtro – Materia (Dokuro, 2018)

Il ritorno di Filtro, progetto di Angelo Bignamini (The Great Saunites, Lucifer Big Band) e Luca De Biasi (Satantango, Vhd…

10 Apr 2018 Reviews

Read more

Luca Formentini - Intra (Subcontinental, 2022)

È impossibile isolarci dal mondo che ci circonda. È però molto semplice immergerci, in un contesto, in una situazione, in…

01 May 2022 Reviews

Read more

Slagr - Dirr (Hubro, 2018)

Settimo disco nella discografia degli Slagr, Dirr è opera di questo trio norvegese che si muove lungo coordinate di minimalismo…

11 Apr 2018 Reviews

Read more

Holy Hole – Plan Z (Autoprodotto, 2012)

Dalla Toscana, via Berlino, arriva questo EP degli Holy Hole: chitarre loopate e processate fino a sciogliersi in un ambient…

18 Dec 2012 Reviews

Read more

Library Tapes + Saija/Presti Duo - 04/03/09 Enosteria (Brescia)

Inizia con un nome internazionale un nuovo corso dell'Enosteria di Brescia, che da stasera abbandona il filone cover band…

24 Mar 2009 Live

Read more

Runes Order - Re: Murders (Luce Sia, 2018)

Per la serie "recuperi e ricorsi storici" la Luce Sia si tuffa nelle tenebre del passato per riesumare un altro…

07 Feb 2019 Reviews

Read more

The Star Pillow Meet Bruno Romani – Via Del Chiasso…

Chissà se siano i musicisti, influenzati dall’aria di casa Setola Di Maiale, a produrre musica così fresca e intrigante o…

26 Jun 2014 Reviews

Read more

Black Lava - Lady Genocide (Hellbones, 2019)

Schegge radioattive scagliate in una corsia d'ospedale e conficcate sulle pareti bianche. Questa è la perfetta sintesi del progetto condiviso…

05 Jul 2019 Reviews

Read more

Pan del Diavolo - 23/08/09 Festa Di Radio Onda D'Urto…

Se il valente Giorcelli, con gentile signora, si sobbarca i quasi 400 chilometri che dividono Brescia dalle spiagge della…

24 Sep 2009 Live

Read more

Corpoparassita - Il Trapasso Nei Voti Battesimali (Buh, 2011)

Nuovissimo CDr per i Corpoparassita che sancisce il definitivo abbandono di quei suoni sci-fi che me li rendevano un po'…

01 Jun 2011 Reviews

Read more

Arrington De Dionyso’s Malaikat Dan Singa - Open The Crwon…

Ritorna Arrington De Dionyso con un nuovo disco su K records: l'ultima volta lo avevamo lasciato a fare jam ad…

22 May 2013 Reviews

Read more

Text Of Light - Un Pranzo Favoloso / A Fabulous…

Facendo Un Pranzo Favoloso a base di improvvisazione avant-free-jazz la cosa più difficile é digerirlo... Anche se trovare il momento…

24 Dec 2007 Reviews

Read more

Artifact Shore - Fun Is Near (Interference Shift, 2007)

In questo mini cd della durata di venti minuti circa, gli Artifact Shore dimostrano che alla facciazza di quelli che…

04 Apr 2008 Reviews

Read more

Snail Mail - Lush (Matador, 2018)

Quanti dischi indierock avete sentito in questi anni che avevano tutto al posto giusto ma non vi dicevano in realtà…

03 Jul 2018 Reviews

Read more

The Ex + Ililta Band - 21/03/09 Interzona (Verona)

Trent'anni (beh, qualcuno quasi cinquanta, mi sa...) e non sentirli. Gli olandesi The Ex, in occasione del trentennale, battono…

28 Mar 2009 Live

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top