since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: teatro degli orrori

Zu – 20/08/10 Festa di Radio Onda d’Urto (Brescia)

Riprende la stagione concertistica dopo un'estate trascorsa senza grandi sussulti. Sarà che sono ancora in clima da giorni vacanzieri, ma di tutto il ben di Dio (?) che la serata offre, Bologna Violenta, Zu e Teatro Degli Orrori, finisco per vedermi solo i secondi, trattenuto da un felafel guadagnato dopo un'infinita attesa durante il concerto del primo e respinto dalla poca voglia di stare in mezzo alla bolgia dei fan urlanti per gli ultimi. Solo Zu quindi, sappiate accontentarvi. …

Read more

Le-Li – My Life On A Pear Tree (Unhip/Garrincha, 2010)

Parlavamo tempo fa di pop pandistelle, ed eccolo qua il regalo perfetto per Emiliano Zanotti, il debutto di Le-Li: qui è tutto un bigino di certe sonorità scacciapensieri, fino a sfiorare la copia di mille riassunti ma senza farti dimenticare quanto ti possa essere piaciuto il genere. Leli (ovvero Elisa De Munari) è una ragazza vicentina, che dopo un diploma in contrabbasso e dopo aver fatto il dams a Bologna, imbraccia la chitarra e si immerge nel mondo fatato di canzoni sussurrate e filastrocche che si consumano come neve al sole. …

Read more

Kitchen Door – Sodapop Edition n.4

Ultima puntata dell’anno. Anche dalle parti di Kitchen Door, laggiù nella pianura, tira aria di buonismo natalizio, che si traduce in una selezione più delicata del solito, con uno sguardo alla tradizione e non priva di una certa spiritualità. A tutti voi i più servili auguri per un distinto Natale e un rispettabile anno nuovo. …

Read more

Carlo Pastore – Se Fai Un Bel Respiro (Mondadori, 2009)

Basta, per giustificare la recensione di Se Fai Un Bel Respiro su queste pagine, i gruppi citati (dagli At The Drive In ai Pan Sonic) e parafrasati (dal Teatro Degli Orrori alle solite Luci Della Centrale Elettrica) o la copertina disegnata dal chitarrista degli Altro? Forse, ma solo il fatto che l'autore sia quel Carlo Pastore fondatore di Rockit, direttore artistico del Mi Ami, discografico con l'etichetta Sangue Disken e DJ col collettivo musicale dallo stesso nome, è ragione più che sufficiente.

Read more
Back to top