since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Masoko – Bubu’7te (Snowdonia, 2006)

Se non avessi dei chiari preconcetti sui rigidi preconcetti dei signori padroni di Snowdonia, svilirei l'annessione dei Masoko nei propri ranghi come il tentativo che *TUTTE* le etichette stanno facendo negli ultimi anni di pescare gruppi con tiro più o meno postbritpunk e sbancare.
Se anche la Warp può avere un gruppo come i Maximo Park, perchè non mettere l'accento su un gruppo italiano che canta in italiano e che, probabilmente, dal vivo intrattiene e, non vergogniamoci, smuove sicuramente? Il problema della registrazione è che ad un buon volume di voce, che, ovviamente, è importante, non sta dietro una punta pestona nel suonato. Intendiamoci, il disco è ben suonato, non sbavato, non esagerato, dosato… Ecco, forse pure troppo dosato. Non dimentichiamoci che questa musica dovrebbe proprio esser figlia bastarda di un punk post '77. Che ora in Inghilterra ritirino fuori i primi Clash, non vuol dire che qui si debba fare altrettanto. Però spingere di più si. E sbracare, termine squisitamente tecnico, i suoni si. "Sono molto più cool di te e non ti dirò perchè" cantano in Cool e la disquisizione sui testi, cui in generale, cullati dall'ignorare con ignoranza i testi in inglese, torna a essere parte integrante delle recensioni. Non so se questa sia una voluta o meno conseguenza delle scelte di Cinzia e Alberto, che pubblicano solo materiale in lingua madre, ma ci obbliga a metterci in riga e obbedire. Riconosciamo una buona padronanza della metrica, che permette loro di non forzare dentro la battuta indicibili sequele di sillabe, inutili alla musica ma fondamentali alla comprensione del testo. I riferimenti musicali sono quelli alla nuova ondata di gruppi inglesi, ma anche a certi Blur nei cori. Cerco di sforzarmi e pescare autarchicamente qualche possibile epigone italiano mentre canticchio i controcanti di Costretto; forse qualche puntata di Gaznevada e Camerini? Nel complesso è una buona prima prova che speriamo sia, la prossima volta, pimpata violentemente da una produzione di quelle più ricche di steroidi e, con buona probabilità, ce li troveremo in classifica su em-tivì.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top