D.B.P.I.T. / Xxena – Alien Symbiosis (Deserted Factory, 2008)

Per chi non si ricordasse D.B.P.I.T. sta per Der Bekannte Post-Industrielle Trompeter che al secolo è Flavio Rivabella, quest’ultimo oltre ad aver fatto uscire già un bel po’ di materiale a nome suo ha collaborato e/o fatto comparsate con Novy Svet, Circus Joy, Macelleria Mobile Di Mezzanotte, Lendormin, Claudedi degli Ain Soph, e Kenji Siratori fra i più conosciuti.
Se già conoscete i suoi lavori in solo sapete che bene o male si può parlare di Residents andati a male nel giro post-industriale a botte di Throbbing Gristle, kraut e acidume vario, in quest’occasione invece, per la collaborazione con Xxena, il Nostro mette un po’ da parte la tromba (o almeno il suono più riconoscibile dello strumento) per lavorare sull’effettistica. Dimostrando che i titoli dei dischi non vengono sempre dati a caso, le sonorità del cd sono parecchio sci-fi (che sta per “science fiction” per l’appunto), molto più del solito, tanto che ci sono voluti ben sette minuti della seconda traccia perché riconoscessi qualcosa più caratteristico di Rivabella. Nessuno stravolgimento radicale, anzi pur trattandosi di una collaborazione alcune di queste influenze si possono sentire molto attenuate in altri dischi di D.B.P.I.T., ma trattandosi di una collaborazione giustamente è questione di trovare un terreno comune che in questo caso è una deriva spaziale di fruscii, suoni di synth, tappeti di delay, alcuni echi di voci e di tromba che comunque non riescono mai a venire a galla dal pantano che li sommerge in uno svilupparsi affannoso di tracce. Per certi versi sembra di sentire dei vecchissimi lavori dei Current 93 o qualcosa dei Nurse With Wound anche se non così kraut e nemmeno così “denso” come gli ultimi lavori degli inglesi. Se per le prime tre tracce si va di scarsa melodia e di suoni sci-fi a fiotti, nella quarta (quella che preferisco) emerge persino una melodia minimale che si muove su di un loop, quest’ultimo poi si colora di suonini che lo legano non facendo uscire fuori tema il lavoro e così la traccia finisce per essere quella con il più alto effetto ipnotico. Collaborazione a tutto tondo quindi, pur non trovandosi in un’altra galassia rispetto ad altri lavori di D.B.P.I.T. si discosta un po’ dai suoi dischi in solo.

Tagged under: , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

16 Barre / Watch The Dog - Li Ho Visti…

Il problema principale di un certo di tipo di hip hop è la più completa e totale autoreferenzialità, benché…

11 Dec 2009 Reviews

Read more

Carla Dal Forno - Top Of The Pops (Autoprodotto, 2018)

Ci risiamo, è sempre evidente quando senti una canzone di Carla Dal Forno. Idee chiare e gestione intelligente di pochi…

21 Oct 2018 Reviews

Read more

Massimo Volume + Bancale - 26/07/09 Musical Zoo Festival (Brescia)

Onore al merito delle nove realtà bresciane (tutte rigorosamente ignorate nel fumetto/report sulla scena locale pubblicato su…

02 Sep 2009 Live

Read more

Chris Brokaw - Gambler’s Ecstasy (Damnably, 2012)

Come accennato qualche recensione fa a proposito di Geoff Farina e altre vecchie glorie, la Damnably, in Europa, sta diventando…

11 Dec 2012 Reviews

Read more

Incoming Cerebral Overdrive - Controverso (SupernaturalCat, 2009)

La Supernatural Cat riesce a sorprenderci ancora una volta, rivelandosi come forse la più attenta ed intelligente etichetta di musica…

06 Dec 2009 Reviews

Read more

AIPS Collective – Postcards From Italy (Oak, 2013)

L’Archivio Italiano dei Paesaggi Sonori è un collettivo di musicisti il cui intento è quello di promuovere la cultura del…

14 Jan 2014 Reviews

Read more

Low Low Low La La La Love Love Love -…

Mi piacciono i gruppi che (almeno apparentemente) non fanno niente per essere facilmente ricordati per il loro nome: questi Low…

23 Dec 2007 Reviews

Read more

Arg - AnimaLI (Creative Sources, 2008)

Arg è uno degli innumerevoli lavori del nuovo corso della Creative Sources e sono parecchi gli italiani che ne hanno…

06 Feb 2009 Reviews

Read more

Sigillum S - Emptiness Spheres (Luce Sia, 2020)

Rarefatto e speziato ritorno per i tecnopadri dell'area grigia. Power trio a tutti gli effetti quello che incarna le nuove…

02 Feb 2021 Reviews

Read more

Le-Li - My Life On A Pear Tree (Unhip/Garrincha, 2010)

Parlavamo tempo fa di pop pandistelle, ed eccolo qua il regalo perfetto per Emiliano Zanotti, il debutto di Le-Li: qui…

24 Mar 2010 Reviews

Read more

Si Non Sedes Is - Father Of All Lies (Sangue/Fallo/Escape…

Un malinconico struggimento ammanta questa nuova prova dei romani Si Non Sedes Is (se non siedi vai) e conferma ancora…

25 Nov 2014 Reviews

Read more

Zelda - S/T (Autoprodotto, 2006)

Gli Zelda mi hanno mandato questo demo un anno fa: l'ho messo da parte per recensirlo (anche se con il…

11 Nov 2007 Reviews

Read more

Cobra Experience – 04/11/10 Locanda Di Campagna (Lonato - BS)

Ultimo concerto dell'anno alla Locanda (si riprenderà a primavera) con il nome da me più atteso, quei Cobra Experience che…

21 Sep 2010 Live

Read more

Iron Molar/Peacemaker - Split CD (Fucking Clinica, 2008)

Il nuovo parto della Fucking Clinica è gemellare, siamese e internazionale. Ad accompagnare il secondo passo degli Iron Molar nell'inferno…

23 Feb 2009 Reviews

Read more

PAQ – Block Notes (Neguse Group, 2010)

Nel continuo rimando di riferimenti che scatta nella mia testa quando mi metto ad ascoltare un disco, c’è la solita…

20 Oct 2010 Reviews

Read more

Green Fog Festival - 16/09/06 Festa dell'Unità (Genova)

"Genova crescerà, crescerà, crescerà". Iniziamo citando le parole di Davide dei Meganoidi alla fine della serata per testimoniare che, per…

17 Sep 2006 Live

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top