Z’Ev & Simon Balestrazzi – Reverbalizations (Boring Machines, 2014)

Se faceste una rapida ricerca in rete rimarreste sorpresi nello scoprire quanti dischi siano stati registrati in caverne: non solo musica di ricerca, ma anche gruppi rock, folk, addirittura gospel. Un conto è tuttavia sfruttare questi luoghi per le particolari qualità acustiche o simboliche, un altro è saperne cogliere lo spirito o addirittura evocarne gli spiriti. Proprio questo è quello che riesce a fare questo disco.
Alla base di questo lavoro c’è la performance di Z’Ev alla Cavità delle Cinque Colonne, presso Cagliari, durante il Signal Festival del 2007, alla quale si aggiungono alcune registrazioni live effettuate al KulturBunker di Colonia e il lavoro di editing, campionamento e sovrincisione di alcuni strumenti ad opera di Simon Balestrazzi. Difficile e inutile distinguere i contributi dell’uno e dell’altro, quello che importa è notare come il risultato abbia poco a che fare con la performance d’origine e sia invece un’opera dotata di una propria autonomia e di una fortissima personalità. I droni cupi e profondi fanno percepire il respiro della caverna e ne misurano gli spazi attraverso la risonanza, mentre le percussioni e gli altri strumenti (tsymbaly suonato con l’archetto, VCS 3) lo animano di presenze che ci arrivano dal passato: quelle di coloro che nello stesso luogo, in epoche remote, hanno suonato strumenti diversi ma in qualche modo uguali, ma anche di chi, in questa terra e in tempi più recenti, ha lavorato nelle profondità del suolo: si getta così, andando oltre il semplice fattore musicale, un ponte fra archeologia propriamente detta e la più recente archeologia industriale. Se riuscite a calarvi nell’atmosfera di Reverbalizations, operazione invero non difficile visto le capacità evocative della musica, sentirete il richiamo del ventre della terra, un suono che appare inquietante solo perché si è ormai disabituati ad ascoltarlo. In fondo l’idea di reverbalizzazione potrebbe venire intesa proprio come la volontà di spiegare con parole diverse qualcosa che un tempo conoscevamo bene e che ora facciamo fatica a comprendere: forse non tutto è perduto.

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

AA.VV. - L'Antologia Funk, Dagli Anni 70 Ad Oggi (Cramps,…

Ernesto de Pascale ed il prode Bobby Soul assemblano questa doppia raccolta su Cramps con trentatre tracce per altrettanti artisti:…

14 Jun 2010 Reviews

Read more

Bobby Soul & Blind Bonobos – Live At Meg Mell…

Ancora lui. Sempre lui. Maledettamente gigione, maledettamente educato, simpatico e dotato. Bobby Soul in una perpetua trasformazione di umori, non…

31 May 2013 Reviews

Read more

Svart1 - Frozen Chants (Luce Sia, 2018)

Frozen Chants è un viatico ultraterreno diviso in dodici tracce, benché formalmente si abbia la percezione che sia sempre lo…

15 Jan 2019 Reviews

Read more

Donato Epiro: free(ak)-folk, neo-psichedelia, ma non solo...

Cari ragazzuoli (pronunciato possibilmente con un marcato accento emiliano), appena dopo aver ascoltato Orange Canyon di Skullflower (a cui va…

09 Apr 2010 Interviews

Read more

Io Monade Stanca - In The Thermi Table (Canalese Noise,…

La provincia di Cuneo riserva sempre qualche bella sorpresa alle mie orecchie. Gli Io Monade Stanca propongono un rock storto…

13 Apr 2009 Reviews

Read more

Words And Actions / Red Sector A – Final Muzik…

Al quarto appuntamento il singles club della Final Muzik conferma la formula vincente di accostare nomi noti ad altri (relativamente)…

12 Sep 2014 Reviews

Read more

Aetnea – S/T (Autoprodotto, 2012)

Gli Aetnea arrivano dal comune di Trecastagni, provincia di Catania, ma non immaginate le "solite" cose in stile Uzeda o…

06 Jul 2012 Reviews

Read more

Matta-Clast - De Morbo (Autoprodotto, 2013)

Garbato ed eccentrico rock elettrico per questo prolifico trio perugino qui ormai giunto, tra lp e mini, alla quinta uscita.…

09 Jan 2014 Reviews

Read more

Malagnino Marino Josè - 16-11-2008 (Produzioni Pezzente, 2008)

Altro lavoro che coinvolge Marino Josè Malagnino, deus ex machina dei Psss Psss Psss e boss della Produzioni Pezzente: si…

07 Jan 2009 Reviews

Read more

Damo Suzuki’s Network – 23/01/11 Vinile 45 (Brescia)

Torna a Brescia il vecchio kamikaze Damo Suzuki dopo l'estemporanea esibizione col duo locale dei Don Turbolento della scorsa primavera,…

23 Jan 2011 Live

Read more

AA.VV. - Blood On The Scratchplate '65 (Motorsoundsrecords, 2006)

Piove, là fuori la cazzo di città fognosa è ancor più fognosa. E' pomeriggio e sembra sera. I coglioni girano,…

25 Sep 2006 Reviews

Read more

Susanna Gartmayer – AOUIE, Solos For Bass Clarinet (Chmafu/God, 2015)

New York’s Alright If You Like Saxophones, dicevano i Fear; se invece amate il clarinetto, la città che fa per…

22 Jan 2016 Reviews

Read more

Fuh - Extinct (Autoprodotto, 2007)

Due anni fa i Fuh uscivano con un EP dal titolo Int/Ext. Questo Exinct mi è parso per giorni il…

08 Sep 2008 Reviews

Read more

Don't Mess With Texas - Los Dias De Junio (Moonlee,…

Don’t Mess With Texas, letteralmente "non fare il furbo con il Texas" (pare fosse scritto sui cartelli stradali del simpatico…

10 Dec 2007 Reviews

Read more

Ascanio Borga - Xenomorphic (Afe, 2009)

È proprio quando do le cose per scontate che mi capita di venire smentito, ma ho finalmente capito che sono…

18 Dec 2008 Reviews

Read more

Yuppie Flu - Toast Masters (Homesleep, 2005)

Ecco, di una cosa posso(iamo) prendere atto: gli Yuppie Flu hanno cessato di rischiare già da un pò di…

16 Jul 2006 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top