Yama-Akago – Wheel Of Fortune (Sottomondo, 2008)

Alla faccia di chi pensa che anche nel bel pese non ci siano etichette con un fegato spaventoso un’altra uscita della Sottomondo che disegna un quadro psichico quanto meno complesso. Avevamo detto dei Teatro Satanico ai limiti fra elettronica, “decadimento neuronale” e inquietudine, abbiamo recensito i Monosonik che si trovavano fra microelettronica, frequenze acute alla Ikeda e Raster-Noton ma con Yama-Akago si dà un altro colpo al timone e via verso una rotta che sembra tracciata random.
Ho scritto “che sembra” tracciata in modo del tutto casuale, ma non lo è, perché in realtà se unite tutti i punti un “fil rouge” forse c’è, posto che la tendenza naturale dell’uomo è quella di cercare di dare un senso a cosa che in realtà spesso non ce l’hanno e quindi di trovare similitudini fra cose in realtà disgiunte, dei fattori comuni fra alcune delle uscite di questa label/casa editrice veneta ci sono. Anche questa giapponesina con la grafica degna dei Boredoms, di Yoshimi o di Sam And Valley riesce ad essere a suo modo cupa (o almeno nebbiosa), pur puntando molto di più sul fatto di essere evocativa e psichedelica e lo è statene pur certi. Se da un lato il primo accostamento che mi è venuto in mente sia per l’ispirazione tutta giapu della musica sia per il delirio di cui sono intrise le tracce è stata a Keiji Haino, dall’altra vengono in mente alcune cose dei trendissimi Fursaxa, solo e semplicemente diminuiti della componente folk e ricollocati in un contesto nipponico. Bouzouki che fa da strumento principale, djambe, tamburine e glockenspiel ma soprattutto voce, voce e voce… e riverbero, riverbero, riverbero a tappeto un po’ come in certe registrazioni anni Sessanta, credo che si tratti di una performance live a giudicare dagli applausi a fine disco. I freak di quarant’anni fa sarebbero impazziti per una cosa del genere e visto che finalmente negli ultimi anni gli yankee hanno riscoperto la musica dei Sessanta e Settanta finalmente possiamo apprezzarla anche noi. Delirante, onirico e giapu, credo che dicano già tutto sul disco oltre alle altre due o tre coordinate che vi ho dato o il fatto che tre tracce durino quasi cinquanta minuti, se così non fosse magari vi aiuterà di più inserire il nome di alcuni dei gruppi di cui fa parte: Bankogenmeigassoudan, Vava Kitora, Sachiko & Yama-akago. A metà fra il canto delle sirene che hanno fatto fare bondage all’albero maestro ad Ulisse e le Erinni che hanno rapito Jeff Buckley e Ilenia Carrisi, fra sogno, infanzia psichedelica e oblio morbido. Come sempre nella scala “Freak-ter” parliamo di un terremoto di magnitudo 10… ma il Giappone è un’isola ad alto livello sismico, si sa.

Tagged under: , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Zavoloka Vs. Kotra - To Kill The Tiny Groovy Cat…

Non è bello dirlo, ma spesso leggendo titolo e nome di un gruppo dell’est verrebbe da pensare che sia arretrato…

02 Dec 2006 Reviews

Read more

Powerdove - Do You Burn? (Africantape/Murailles, 2013)

Tutti sanno usare almeno un pochino Photoshop. Almeno da profani. Scriverei solo una similitudine per descrivere le sensazioni che Do…

24 Apr 2013 Reviews

Read more

?Alos - Ricamatrici (Bar La Muerte, 2009)

Riparte nella seconda metà del duemilanove la Bar La Muerte di Bruno Dorella, dopo un "intoppo" tragicomico per una storia…

02 Dec 2009 Reviews

Read more

Julia Ensemble – S/T (Altrove, 2011)

Pianoforte, chitarra, batteria e contrabbasso, questo il nucleo sonoro centrale dei Julia Ensemble, a cui si aggiungono una pletora di…

11 May 2012 Reviews

Read more

VV.AA. – III° Tagofest (Coproduzione, 2009)

Fa un po' tristezza pensare che questa, che doveva essere la celebrazione di uno dei festival indipendenti più rinomati della…

22 Nov 2009 Reviews

Read more

Nudist - See The Light Beyond The Spiral (Santavalvola/Taxi Driver/Shove/Deathcrush/Oniric/DioDrone,…

Nella più contemporanea tradizione sludge, il viatico dei nostrani Nudist fuoriesce istantaneamente dall'atmosfera come attacca l'apripista Horror Vacui. Immediatamente veniamo…

01 Apr 2015 Reviews

Read more

Downfall Of Gaia/In The Hearts Of Emperors - Split LP…

Dopo il convincente esordio Epos di recente ristampato sempre da Shove, tornano i tedeschi Downfall Of Gaia, germanici fino al…

17 May 2011 Reviews

Read more

Nascitari - Noi Eravamo Come Voi, Voi Sarete Come Noi…

Disco non recentissimo, questo di Nascitari, ma che merita qualche parola, soprattutto dopo aver visto all’opera il personaggio che si…

10 Oct 2012 Reviews

Read more

Larix – S/T (Pseudomagica, 2017)

Fonti ben informate, basandosi su uscite discografiche e cartelloni di concerti, mi dicono essere tornato in auge il jazz-core: rabbrividiamo.…

15 Dec 2017 Reviews

Read more

Music For Eleven Instruments - At The Moonshine Park With…

Leggiadro indie-pop orchestrale di chiaro respiro europeo, molto gradevole ed accattivante come la maggior parte delle produzioni siciliane indipendenti e…

14 Dec 2016 Reviews

Read more

Zanatta/Moretti – Discorsi Votati All’Utilità Pubblica (Madcap Collective/Boring Machines, 2009)

Sbarcano nel mondo dell'editoria la Madcap Collective e la Boring Machines con una storia in tre parti: la prima, che…

31 Dec 2009 Reviews

Read more

Firewater - 29/04/09 Arci Kroen (Villafranca - VR)

È sempre una cattiva idea andare alla ricerca degli amori passati: li si trova diversi, invecchiati; oppure ancora radiosi, ma…

18 May 2009 Live

Read more

Valla II – Lullabies (Autoprodotto, 2012)

Capita a volte, rovistando a caso nel ciarpame della rete, di pescare qualche perla. Così, poco tempo fa, ci è…

31 May 2012 Reviews

Read more

Psycho-Path - The Ass-Soul Of Psycho-Path (Moonlee, 2008)

Con una copertina del genere ti esponi talmente che, o sei un genio alla Miles Davis, o fai parte…

09 Apr 2008 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 13 (15/01/15)

Per la puntata numero tredici della terza stagione di The Sodapop Fizz Emiliano è in diretta con Andrea Napoli di…

19 Jan 2015 Podcasts

Read more

Electric President - S/T (Morr Music, 2006)

Piccoli mostricciattoli crescono. Dopo le Ian Fays ti rendi conto che ci sono dischi che, passato un entusiasmo iniziale, si…

09 Oct 2006 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top