William Fowler Collins – Hallucinating Loss (Sicksicksick / Western Noir, 2022)

Jeremy Barnes, Maria Valentina De Chirico…come non rimanere intrigati di fronte a nomi del genere fra i collaboratori? Scopro poi, sfogliando le pagine di questo album, che William Fowler Collins è docente di Sound Art nell’area delle Arti Elettroniche nell’Università del New Mexico. Più ascolto il disco e più mi sembra di calarmi in una pièce teatrale, dove la sabbia si tinge sempre più di meno, e la perdita allucinante è la nostra. I suoni sono caldi, statici, umani e morbidi, come in un rito dove si mescolano anime e corpi. La voce di Joanna Hevda in Death Acquires A Different Meaning striscia come un grosso serpente sul fondo dell’abisso, ma potrebbe essere anche una sirena…

La chitarra suona perennemente a morte, quasi fosse già al di là della battaglia. In qualche modo è pacificata, blandisce e seda in maniera densa ogni nostra azione e movimento. Return Visit, con Maria nel ruolo della musa d’oltretomba, ad un tratto si blocca. Il suono che ne esce, fino al suo termine, non può essere che la linea ormai finale di una vita, senza più nessun sussulto. Pare a tratti che William voglia di proposito accompagnarci in uno scuro liquido amniotico, da dove la volontà di uscirne sia interdetta da calora del suono. Il suo suonare placido e lineare inebetisce la volontà bloccando gli sforzi. Talvolta il suono si accende, come in arcaici paesaggi desolati, una sequenza di percussioni in Preliminar Rites ci prepara al peggio, perché solo peggio può andare. In realtà sembra esserci una catarsi o per lo meno una preparazione ad un cambiamento, o ad una presa di coscienza. La chiusura è affidata alla title-track, in cui Aaron Martin, compositore di colonna sonore con il quale William riesce a concludere in maniera sacrale la propria opera. Sembra quasi essere un commento a campo largo, in cui tutto il panorama sottostante, il mondo intero, stia passando oltre. Noi ci siamo liberati dal peso di una vita, dal peso di un ambiente, dal peso delle azioni.

Non siamo più, siamo stati un’allucinante perdita, trapassati da note che, come fili, si sono fatti spazio nella carne, creando buchi ove il vento possa sibilare queste canzoni.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Submental Orchestra- Castello Di Sangue (Casetta, 2019)

Servono un po’ di ascolti e una certa attenzione per venire a capo di Castello Di Sangue, seconda opera in…

20 Aug 2019 Reviews

Read more

Mount Eerie – Clear Moon (P.W. Elverum & Sun, 2012)

Immaginare il chiaro di luna nel cielo scuro e impenetrabile. Phil Elvrum ritorna sempre in un modo apparentemente confidenziale, con…

19 Jul 2012 Reviews

Read more

Susi Brescia - Tu Mi Dai Il Male (Nutrimenti, 2007)

Ho letto di questo libro su D di Repubblica un sabato mattina durante la colazione, e l'argomento mi ha subito…

29 Mar 2007 Reviews

Read more

A Dog To A Rabbit – S/T (Lady Lovely, 2010)

Gli A Dog To A Rabbit, gruppo fiorentino nato nel 2007, sono un gruppo rock. "Che rock?" vi chiederete. "Tutto"…

11 Jan 2010 Reviews

Read more

Artifact Shore - S/T (Interferenceshift, 2007)

Con questo fanno tre dischi che recensisco degli Artifact Shore, gruppo che qui non è molto conosciuto e che forse…

06 May 2008 Reviews

Read more

AA.VV. - Art Detox 2010 (Ethereal Open Network, 2011)

Disintossicarsi dall'arte: questo l'obiettivo del progetto Art Detox 2010, parte una catena di incontri e iniziative che si svolgono ogni…

22 Dec 2011 Reviews

Read more

Andrea Belfi - Between Neck And Stomach (Hapna, 2006)

Andrea Belfi ormai inizia ad esser un nome conosciuto, ma per quelli di voi che non sapessero nulla dei suoi…

05 Nov 2006 Reviews

Read more

L'Océan - Primio (GP2, 2016)

L' Ocèan non è esattamente una band nel senso convenzionale del termine quanto un gruppo di improvvisazione nato nel 2006…

30 Jan 2017 Reviews

Read more

Menace Ruine - Cult Of The Ruins (Alien8, 2008)

Il rock non è ancora deceduto. Forse non gode di ottima salute, forse è destinato a diventare lingua morta,…

26 Dec 2008 Reviews

Read more

K11 Pietro Riparbelli With Influx – He Tries To Come…

Di He Tries To Come To Us vi avevamo già parlato in occasione della performance di K11 allo spazio Superfluo…

13 Mar 2014 Reviews

Read more

Sodapop Fizz – Anno 3 Puntata 9 (04/12/14)

Nona puntata della terza stagione di The Sodapop Fizz: Emiliano e Stefano in diretta con Jukka Reverberi (Giardini Di Mirò…

09 Dec 2014 Podcasts

Read more

Text Of Light - Un Pranzo Favoloso / A Fabulous…

Facendo Un Pranzo Favoloso a base di improvvisazione avant-free-jazz la cosa più difficile é digerirlo... Anche se trovare il momento…

24 Dec 2007 Reviews

Read more

Anne-James Chaton + Andy Moor – Heretics: Tout Ce Que…

Di Andy Moor, storico chitarrista degli Ex, mi è sempre piaciuto il suo saper essere tremendamente efficace nelle collaborazioni, la…

23 Jun 2018 Reviews

Read more

Mongoholi Nasi - Contusioni (Niente, 2011)

Non poteva mancare un nuovo episodio della saga sonora di Mongoholi Nasi sulla genovese Niente, infatti nel passato il signor…

15 Dec 2011 Reviews

Read more

Shoplifting - Ep (Kill Rock Stars, 2004)

Secondo quanto ho imparato dai film, il comunismo, in America, è perseguito per legge. Ai socialisti fanno bere l'olio di…

06 Jan 2007 Reviews

Read more

Satanismo o barbarie: intervista al Teatro Satanico

Se vi è capitato di ascoltare anche solo uno dei brani più noti del Teatro Satanico, ben difficilmente sarete riusciti…

12 Oct 2013 Interviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top