Vieri Cervelli Montel – I (Tanca, 2022)

Quel che appare chiaro ascoltando per le prima volte il lavoro di Vieri Cervelli Montel è la sua capacità lirica, la costuzione di immagini attraverso il ritmo delle sue parole. Aggiungiamo a questo un’aura melanconica che risulta essere catartica rispetto alla genesi del disco, elaborando e ripercorrendo la perdita paterna del musicista 20 anni addietro. Il ricordo è molto presente nel disco, sembra spesso di trovarsi di fronte a fotografie sfocate, momenti personali che non riusciamo a comprendere ma che sentiamo, quasi per passione.

In Vieri riconosciamo apertura sonora, artistica e mentale dentro una tela popolare, con delle atmosfere che partono dagli anni ’70, atmosfere talvolta francesi, in altri casi quasi colloquiali ed impressionisti, ma sempre con un’onestà artistica ed un candore inappuntabile. Di Vieri non so molto, se non che è venuto a contatto con l’improvvisazione radicale ai corsi dell’università Jazz di Siena, dove ha conosciuto anche i musicisti che lo accompagnano in questo disco, Alessandro Mazzieri, Luca Sguera e Nicholas Remondino. I tre riescono ad accompagnare le vocalità di Vieri all’interno di I prendendosi tutti gli spazi per delle planate strumentali che non posso far altro che ricondurre al concetto di levità, come in Scale ad esempio.

I è la prima uscita di Tanca Records, sottoetichetta di Trovarobato curata da IOSONOUNCANE. Jacopo Incani ha collaborato al processo di creazione dei pezzi e di accompagnamento alla creazione e riesco a sentire in questo disco la libertà che gli riconosco nei suoi lavori, otiima scelta quella di iniziare una fase produttiva come questa quindi. I momenti più drammatici del disco, come Alba vengono elaborati e filtrati fino a farci vivere le ambientazioni come in un caleidoscopio. Le canzoni si compenetrano l’una nell’altra, creando un viaggio filmico oltre che musicale, con delle suggestioni che mi hanno riportato agli ambienti di Hélène Cattet & Bruno Forzani. I sembra la lettura di un percorso personale (emozionale, sociale e storico) con una strumentazione ed un terreno artistico altro rispetto a quanto già svolto; appare straniante, un oggetto artistico che ci spinge all’ascolto ed alla decifrazione, nulla di più intrigante! Un futuro classico, che ancora non è stato riconosciuto ma già brilla di una luce unica.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Carla Bozulich – 8/12/12 Lenz Teatro (Parma)

Carla Bozulich dal vivo a Parma, nell'ambito del festival Natura Dèi Teatri organizzata dal Lenz, è un'occasione da non perdere,…

14 Dec 2012 Live

Read more

Qonicho - Ah! (CD Kaczyński, 2022)

Sassofono, effetti e batteria, live nel 2020 a Seine-Saint-Denis, Festival Banlieues Bleues. Morgane Carnet e Blanche LaFuente. Qonicho è un'imbarcazione ad effetto…

31 May 2022 Live Reviews

Read more

Silvia Cignoli - The Wharmerall (Pitch The Noise, 2020)

Raffinata elettronica ascensionale per il debutto solista di questo enfant prodige milanese. A nostro insindacabile giudizio siamo al cospetto di…

05 May 2020 Reviews

Read more

Luca Sigurtà - Bliss (Fratto9 Under The Sky, 2012)

Luca Sigurtà pubblica per la Fratto9 di Gianmaria Aprile il disco solista Bliss, che va ad aggiungersi ad una folta…

24 May 2012 Reviews

Read more

Spam & Sound Ensemble – S/T(Retroazione/Tannen, 2013)

Ivan Antonio Rossi è fonico e produttore di comprovata esperienza, attivo coi nomi più disparati, dai Pooh agli Zen Circus,…

12 Apr 2013 Reviews

Read more

Low Low Low La La La Love Love Love -…

Mi piacciono i gruppi che (almeno apparentemente) non fanno niente per essere facilmente ricordati per il loro nome: questi Low…

23 Dec 2007 Reviews

Read more

qqqØqqq – Burning Stones Of Consciousness (Casetta/DreaminGorilla e altre, 2017)

Sulla carta la proposta di qqqØqqq, il duo formato da  Tomaso Busatto e Carlo Mantione, sembra la perfetta somma dei…

26 Mar 2018 Reviews

Read more

Nedry - In A Dim Light (Monotreme, 2012)

Si dice che nel Regno Unito si stia evolvendo una nuova scena musicale tutta dedita a sonorità che, fino a…

12 Apr 2012 Reviews

Read more

Default Jamerson - Stable Government And Adequate Sanitation (Sabbatical, 2008)

Sabbatical è una etichetta di musica sperimentale portata avanti da Leith, Mark, autore di quasi tutte le grafiche e Marcus,…

07 Nov 2009 Reviews

Read more

Il Babau e I Maledetti Cretini – Il Cuore Rivelatore…

Secondo fonodramma della trilogia dedicata dichiaratamente ad Edgar Allan Poe che la band meneghina sviluppa anche stavolta attraverso un booklet…

10 Feb 2017 Reviews

Read more

Trou Aux Rats - Amour Et Sépulcre (Nashazphone, 2018)

Può esistere un disco "romantico" di Romain Perrot aka Vomir? E come può suonare? Domande a cui dà risposta la…

27 Feb 2018 Reviews

Read more

BIP - The Autumn EP (Tafuzzy, 2009)

Mini album di esordio a nome BIP, collettivo non ben definito prima noto col nome Bancali In Pietra, all'insegna di…

13 Mar 2010 Reviews

Read more

Noise Cluster And Stigmate – Extreme Sleepwalking (Grubenwehr, 2022)

Quale possa essere il suono dell’oggi è una domanda inevitabilmente destinata a rimanere senza risposta: troppi sono gli “oggi” che…

19 Jun 2022 Reviews

Read more

Black Eagle Child - Poland (Sturmundrugs, 2010)

Nuove uscite per la Sturmundrugs il cui nome può essere chiaramente ridotto a Sud, lo sottolineo perché mostra la facciata…

24 Jun 2010 Reviews

Read more

Derma - Signore E Signori, Buonanotte... (Luce Sia, 2021)

Glorioso ritorno in gran spolvero dopo due anni di silenzio. EBM, Sinth wave e Kraftwerk: musica a nostro giudizio immortale,…

25 Oct 2021 Reviews

Read more

Francesco Giannico/Zac Nelson – Les Nomades Paysages (HYSM?/Lemming, 2013)

Zac Nelson lo avevamo conosciuto come eclettico musicista pop in un bel disco uscito su Second Family un paio di…

23 Jan 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top